300399136_1208527286658090_4968320004011617533_n.jpg

di Federico Lo Schiavo

Oggi dalle ore 12:00 si è svolta all’istituto “Isa Conti Eller Vainicher” l’assemblea di presentazione dei nuovi rappresentanti d’istituto, sono stati eletti:
Christian Profilio, Francesca Saltalamacchia e Saverio Merlino j..
Inoltre alla consulta sono stati eletti: Gabriele Riganó e Alessia Ferlazzo.

Ci auguriamo che dopo la combattuta campagna elettorale, nella nostra scuola vengano portate novità e progetti presentati durante le scorse assemble rispettando i vari punti portati nelle liste.
Auguro buon lavoro ai nuovi rappresentanti e un buon continuo dell’anno a tutti gli studenti!!

Immagine WhatsApp 2022-11-28 ore 13.16.39.jpg

AVVISO ANCHE NELLE ISOLE EOLIE CONDIZIONI METEOROLOGICHE AVVERSE

Vulcano, in mare avvistata Gazza Marina "evento straordinario..."

csgroi.jpg

di Claudio Sgroi

Nell'area portuale di Levante ho avvistato in mare una Gazza Marina.
Mai vista in vita mia qui alle Eolie...

317223146_496202692308898_8117588872041780072_n.jpg

La Gazza marina è una specie migratrice e dispersiva, che nidifica sulle coste e sulle isole dell’Europa nord-occidentale, Groenlandia e America nord-orientale. Sverna in mare aperto dall’Atlantico settentrionale alle Isole Canarie e al Mediterraneo occidentale.

In Italia è indicata soprattutto come svernante. Tuttavia, in ogni mese dell’anno è segnalata la presenza, soprattutto di individui di un anno di età, lungo i litorali del Mar Ligure, alto e medio Tirreno, mari circumsardi e, saltuariamente, Mar Ionio e basso Adriatico.

HABITAT – Frequenta abitualmente le scogliere marine, le spiagge ciottolose e il mare aperto.

COMPORTAMENTO – Di indole confidente e di temperamento tranquillo, è di norma gregaria e nidifica in colonie spesso insieme alle Urie. Ha un volo diritto a rapide battute d’ala, in genere rasente la superficie dell’acqua. Nuota col corpo relativamente immerso. Per procurarsi il cibo si tuffa sott’acqua: può rimanere immersa per quasi un minuto e raggiungere i 67 metri di profondità.

ALIMENTAZIONE – Si ciba di Pesci pelagici di piccola taglia, Crostacei ed altri Invertebrati marini di piccole dimensioni.

RIPRODUZIONE – La stagione riproduttiva è compresa tra la metà di aprile e giugno e nell’anno compie una sola covata. L’unico uovo viene deposto in nicchie e cavità della roccia o sotto i massi. Sia la femmina che il maschio si dedicano alla cova per circa 36 giorni. Il pulcino è nidicolo e rimane nel nido per poco meno di 3 settimane, poi scende in mare. Entrambi i genitori accudiscono il piccolo.

STATUS E CONSERVAZIONE – La specie in Europa ha uno stato di conservazione sfavorevole. Le cause principali di mortalità non naturale nel nostro Paese sono dovute all’imbrattamento da petrolio e alla cattura in reti o altri attrezzi da pesca.

...E attenzione al Vermocane

10495124_10202284476982488_7688960252043121385_o.jpg

di Carmelo Isgrò*

Avete mai sentito parlare del Vermocane? 

Si tratta di un grosso anellide marino (gli esemplari più grandi possono arrivare fino a 70 cm.) e, come suggerisce il nome comune, è una specie urticante: se toccato può iniettare una tossina che causa bruciore, eritema e parestesia anche nell’uomo.

vermocane.jpg

Per saperne di piu' cliccare nel link che segue

https://www.facebook.com/carmeloisgro.biologo/videos/680455060130270

*Biologo di Milazzo

rosticceria-mancia-e.jpg