9d5c67f2-af79-4da0-a37f-40433c5e8bb5.jpg


ascolta la musica in sottofondo clicca sul triangolo

Perchè abbonarsi ? Perchè Il Notiziario delle Eolie è il giornale online della comunità Eoliana. E' un servizio d'informazione libero e puntuale con video interviste, notizie di politica, cronaca, cultura, avvenimenti e molto altro. Tutto questo sempre con grande impegno costante e quotidiano. Per aiutarci a fare sempre di più abbiamo bisogno del tuo supporto. Attiva oggi stesso un abbonamento, sostieni il tuo Notiziario delle Eolie 

Per Natale Regalatevi un abbonamento 

Scarica e stampa il calendario 2022 del Notiziario

PHOTO-2021-07-07-21-52-09.jpg

Lipari, Max Biagi sempre piu' "ricercato" dai fans: Pierluigi Nespola e Simone Belletti

PHOTO-2021-07-07-21-52-10 (1).jpg

PHOTO-2021-07-07-21-52-26.jpg

Lipari, sul corso l'ex portiere del Napoli e della Roma Morgan De Sanctis con John Di Giovanni

212488562_10220661709346001_6203538839083576663_n.jpg

Vulcano, demoliti 3 fabbricati abusivi e rimossa roulotte di villeggianti

Vulcano - Demoliti alcuni vani in ampliamento ad un fabbricato di T.S. di Acireale. Un vano in ampliamento a un fabbricato esistente è stato demolito a S. M. residente sull'isola delle Eolie. Una veranda è stata demolita a P.M. di Palermo. Rimossa anche una roulotte di F.C. di Falcone.

I lavori sono stati eseguiti dagli stessi proprietari che erano già statio intmati a pagare una sanzione di 20 mila euro. Hanno presenziato il responsabile dell'Ufficio Illeciti del Comune di Lipari Claudio Beninati, carabinieri e polizia municipale.

I provvedimenti scaturiscono dal nuovo decreto Salva Italia che l' Ufficio comunale sta applicando. Lipari è tra i pochi Comuni in Sicilia ad applicarlo.

download (1)QAS1.png

VULCANO - Una roulotte utilizzata come 'casa vacanza' stanziale è stata fatta rimuovere dai vigili urbani a Vulcano su indicazione del Comune. Nell'isola sono stati abbattuti anche due locali in ampliamento e una veranda ritenuti abusivi. I lavori sono stati fatti eseguire dagli stessi proprietari dopo l'intimazione del Comune.(ANSA)

La nota

La demolizione di opere abusive trova un nuovo art. 41 nel DPR 380
Il Decreto Semplificazioni apporta diverse modifiche al Testo Unico Edilizia DPR n. 380/2001 cambiando l'iter per la demolizione delle opere abusive

E’ entrata in vigore la legge 11 settembre 2020, n.120 di convesione del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 che porta in dote, con la pubblicazione in gazzetta anche l’entrata in vigore dell’articolo 10-bis rubricato "Semplificazioni in materia di demolizione di opere abusive”.

Il citato articolo 10-bis sostituisce itegralmente l’articolo 41 del DPR n. 380/2001 ed entra in vigore in tutte quelle regioni che hanno recepito il DPR 380/2001.

Il comma 1 del nuovo articolo 41 del DPR 380
La disposizione prevede, al comma 1, la riscrittura dell'art. 41 del DPR 380/2001 (T.U. edilizia). La nuova norma prevede, in caso di mancato avvio delle procedure di demolizione entro il termine di 180 giorni dall'accertamento dell'abuso, il trasferimento della competenza all'ufficio del Prefetto che provvede alla demolizione avvalendosi degli uffici del comune, nel cui territorio ricade l'abuso edilizio da demolire, per ogni esigenza tecnico-progettuale.

Rispetto alla legislazione vigente, la nuova norma prevede che, per la materiale esecuzione dell'intervento, il prefetto può avvalersi del concorso del genio militare, previa intesa con le competenti autorità militari e ferme restando le esigenze delle Forze armate.

Il comma 2 del nuovo articolo 41 del DPR 380
Il comma 2 della disposizione in esame stabilisce che, entro il termine di cui al comma 1, i responsabili del comune hanno l'obbligo di trasferire all'ufficio del prefetto 'tutte le informazioni' relative agli abusi edilizi per provvedere alla loro demolizione.

In definitiva il nuovo articolo 41 del DPR n. 380/2001 è il seguente:

“Art. 41 (L) (Demolizione di opere abusive). - 1. In caso di mancato avvio delle procedure di demolizione entro il termine di centottanta giorni dall’accertamento dell’abuso, la competenza è trasferita all’ufficio del prefetto che provvede alla demolizione avvalendosi degli uffici del comune nel cui territorio ricade l’abuso edilizio da demolire, per ogni esigenza tecnico-progettuale. Per la materiale esecuzione dell’intervento, il prefetto può avvalersi del concorso del Genio militare, previa intesa con le competenti autorità militari e ferme restando le prioritarie esigenze istituzionali delle Forze armate.

2. Entro il termine di cui al comma 1, i responsabili del comune hanno l’obbligo di trasferire all’ufficio del prefetto tutte le informazioni relative agli abusi edilizi per provvedere alla loro demolizione”.

Invece il testo nella versione dell’art. 41 previgente

“Art. 41 (L) (Demolizione di opere abusive). - 1.. In tutti i casi in cui la demolizione deve avvenire a cura del comune, essa è disposta dal dirigente o dal responsabile del competente ufficio comunale su valutazione tecnico-economica approvata dalla giunta comunale.

2. I relativi lavori sono affidati, anche a trattativa privata ove ne sussistano i presupposti, ad imprese tecnicamente e finanziariamente idonee.

3. Nel caso di impossibilità di affidamento dei lavori, il dirigente o il responsabile del competente ufficio comunale ne dà notizia all'ufficio territoriale del Governo, il quale provvede alla demolizione con i mezzi a disposizione della pubblica amministrazione, ovvero tramite impresa finanziariamente e tecnicamente idonea se i lavori non siano eseguibili in gestione diretta.

4. Qualora sia necessario procedere alla demolizione di opere abusive è possibile avvalersi, per il tramite dei provveditorati alle opere pubbliche, delle strutture tecnico-operative del Ministero della difesa, sulla base di apposita convenzione stipulata d'intesa fra il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti ed il Ministro della difesa.

5. E' in ogni caso ammesso il ricorso a procedure negoziate aperte, per l'aggiudicazione di contratti d'appalto per demolizioni da eseguirsi all'occorrenza.”.

downloadfrco.jpg

di Francesco Coscione

Come già ampiamente pubblicizzato (...) dal Comune di Lipari e dalla Provincia regionale di Messina, attraverso i social e gli organi di stampa locali, si sta provvedendo alla bitumazione di parti della provinciale Lipari-Quattropani. Il manto stradale può essere molto pericoloso a causa della scarificazione e del bitume fresco, soprattutto per i mezzi a due ruote, prestare la massima attenzione.

Lipari, "Viola" caffetteria-Self Service-Rosticceria-Cocktail Bar

IMG_1924.jpg

Corso Vittorio Emanuele 233 Lipari 0909812760

htl-rocceazzurre.jpg