ettore resta12.jpg

di Ettore Resta

" Le scoiattoline dei mari"  PREMIO ALLA CARRIERA Teseo Agosto 2022

Liliana mentre era in navigazione verso Trieste per partecipare alla grande regata, fu scossa da una notizia trasmessa dalla radio: ‘’…a Parigi è andata a fuoco la Cattedrale di Notre Dame. Distrutta!” Non volle crederci, ma il ripetersi della notizia la stordì. Le piaceva leggere di nascosto sul telefonino di suo papà i messaggi mandati e ricevuti da Emanuela, la cara cuginetta di Trieste che lui chiamava ‘’scoiattolina’’. Quando egli andò via da questo mondo, Liliana senza comunicarle chi fosse, continuò a messaggiare in sua vece ed Emanuela, immaginandolo ancora in vita, volentieri continuò a leggere nel telefonino i viaggi marinari raccontati da colei che credeva fosse una giovane marinaia. Infine non mancò l’invito di veleggiare a bordo della ridi ridi, la barchetta che fremendo si annoiava di stare legata alla boa. –Sarei felicissima!- rispose. Ci vediamo presto a Trieste, sono in navigazione. Ma come faccio a riconoscerti?- - Sarò io a trovarti .- - La mia barca ha le vele azzurre, è di colore bianca e la cabina gialla, non è grande ma non puoi sbagliare, è così strana…direi bruttina ma ha tanto fascino. Di guardia a prua, sulla polena vi è Buddy, il mio amico pelosetto che onorando l’arte del mare, naviga con me.- Quando la ‘’ridi ridi’’ giunse nell’ampio porto, trovatasi tra le numerose grandi e belle barche orgogliose delle proprie vele, si nascose nella confusione. Vista dal castello del Miramare la Barcolana appariva parecchio suggestiva e meravigliosa. Vedere le oltre tremila vele spiegate era meraviglioso e suggestivo .

Ancora più doveva apparire dall’alto della città, ed esattamente dal triangolare Tempio Mariano sul monte Grisa, chiamata dai giovani triestini ‘’il formaggino’’ per la sua forma triangolare.. Spettacolare doveva apparire anche nel vederla da bordo del tram che saliva ad Opicina dopo essere stata spinta da una motrice per affrontare la salita. Un’ampia cartolina grand’angolare. Dopo aver saltato da un albero all’altro delle barche adoperando come deltaplano le membrane di pelle che univano le zampe anteriori con quelle posteriori, la scoiattolina finì a bordo di un grosso parabordo scivolato via da qualche barca e come fosse una sirena, remando con le zampe si pose in cerca della strana barca dalla inconsueta velatura. - Eccola! – esclamò entusiasta. Avvicinatasi, lesse il nome. – Ridi ridi, l’ho trovata - esclamò. Ma Baddino emanò un – Grrrr…- mostrando gli acuti canini. Al ringhiare Emanuela rimase perplessa subendo l’amara sensazione di non essere gradita. Stava per andarsene quando sentì un nuotare dietro le spalle. Attese. Era proprio Baddino che raggiuntala, nel vederla sorridente, invece di azzannarla iniziò a nuotarle intorno mostrando i canini come se volesse ridere. Afferrata la barbetta del galleggiante la trainò a poppa, da dove Liliana aveva seguito parte della scena e compiaciuta, abbassata la passerella, Immaginando fosse una sirena metà pesce: - Salta su – invitandola con la mano a salire a bordo, e lei l’accontentò senza esitare. - Plufff..- con un salto si portò su.. Nel giungere a bordo ad ammirarla fu anche il cagnetto. – Altro che sirena – esclamò la capitana tra se meravigliata. – Altro che parte di pesce e di pelliccia, ha gambe vere ed una bellezza particolare ! (continua)

L’Intervista del Notiziario al comandante Ettore Resta, l’artista sulle ali

-Affittasi locale 60 mq, completo di servizi, in posizione centrale nella piazza di Canneto-Lipari sulla Marina Garibaldi (accanto al Tabacchino). Preferenza per soggetti a carattere pubblico, della Pubb. Amministrazione o, in alternativa, per attività commerciale di sola vendita. Per info telefonare al n. Cell. 3386040718

caronteeturist.jpg