283903691_10225486030691189_8779528983933377767_n.jpg

283564994_10225486028531135_8726800491012891147_n.jpg

 
Lipari - Un centinaio di isolani hanno preso parte al corteo funebre a Lipari per la dipartita della sanità pubblica.
 
Venerdì anche gli eoliani parteciperanno in massa alla manifestazione che si terrà a Palermo davanti alla sede dell’assessorato regionale diretto da Ruggero Razza insieme ai rappresentanti dei comitati della salute che giungeranno da ogni parte della Sicilia.
 
“Pensiamo sia fondamentale continuare a manifestare in ogni forma contro le vessazioni che il nostro territorio subisce ormai da anni dalle istituzioni", dicono i rappresentanti del comitato "L’ospedale di Lipari non si tocca".
 
Il corteo tra la curiosità anche dei tanti turisti che già affollano l’isola delle Eolie, ha attraversato il centro dell’isola fino a raggiungere la sede dell'ospedale dove è stata lanciata una corona di fiori, “per un momento simbolico volto a dare forza e sostegno alle battaglie che tutti noi eoliani siamo costretti a sostenere quotidianamente e per ribadire e recuperare il nostro diritto alla sanità pubblica per una vita migliore per tutti”.
download (1)QAS1.png
 
Sanità: un centinaio a Lipari al 'corteo funebre'

Un centinaio di isolani ha preso parte a Lipari al 'corteo funebre' per protestare contro lo stato della sanità pubblica. Venerdì anche gli eoliani parteciperanno alla manifestazione che si terrà a Palermo davanti alla sede dell’assessorato regionale alla Salute, insieme ai rappresentanti dei comitati che giungeranno da ogni parte della Sicilia.

  “Pensiamo sia fondamentale continuare a manifestare in ogni forma contro le vessazioni che il nostro territorio subisce da anni dalle istituzioni", dice Paolo Arena del comitato "L’ospedale di Lipari non si tocca". 

283628014_10225486301377956_3073631476889088348_n.jpg

 
L'INTERVISTA CON PAOLO ARENA

Erika Pajno - Santino elettorale.jpeg

283245649_10221997259308169_5098313707327699710_n.jpg
 
 
INFO PER I PARTECIPANTI PROVENIENTI DALLE EOLIE

- Partenza prevista da Milazzo attorno alle 8:30
- Ritorno previsto a Milazzo entro le 18:45 (in tempo per l'aliscafo delle 19:10)
- Il costo di 5€ a persona copre solo il bus, trasporti via mare esclusi
- I partecipanti sono caldamente invitati a prenotare l'aliscafo per tempo (in caso si esaurissero i posti - possibile - toccherebbe viaggiare in nave, ma questo potrebbe farci tardare l'arrivo a Palermo)

Orari aliscafi utili per Milazzo
- da Rinella 6:20
- da S.M. Salina 6:35
- da Lipari 7:00
- da Vulcano 7:15
Gli Eoliani proveniente da Panarea, Stromboli, Filicudi e Alicudi sono comunque invitati a contattarci: ragioneremo insieme su delle soluzioni alternative.
Per prenotarsi, contattare quanto prima su whatsapp (no chiamate) il numero: 3398798793 

Partecipiamo, invitiamo e condividiamo l'evento facebook regionale: Difendiamo il diritto alla salute in Sicilia - Manifestazione a Palermo
 
NOTIZIARIOEOLIE.IT
 
No fiori ma impegno nella lotta 
 
A domani!
 
E, per prenotare il posto in bus per la manifestazione del 27 a Palermo, contattare su whatsapp il numero 3398798793 (prezzo 5 euro a persona... chiaramente si parla solo di bus e non di aliscafo per andata e ritorno). 
 
In azione i Comitati Siciliani per la Salute: striscioni,azioni e presidi nelle varie città in vista della manifestazione regionale del 27 a Palermo

Da Palermo a Lentini, da Catania a Lipari, passando per Giarre, Gela, Pantelleria, Leonforte, i comuni dei Nebrodi, i Comitati per la Salute - Sicilia si stanno mobilitando un vista della manifestazione del 27 maggio sotto l'assessorato alla regione a Palermo.

Striscioni su ospedali ostetrico ginecologico chiusi, blitz sotto l'ASP e striscioni, fino ad arrivare a necrologi affissi ovunque in cui si piange la defunta SANITÀ PUBBLICA: tante azioni dal 20 al 23 in diverse parti della Sicilia, per sensibilizzare e coinvolgere cittadini e cittadine.

Il 27 maggio i comitati della salute saranno a Palermo sotto l'Assessorato della salute (P.zza Ottavio Ziino, 24) dalle ore 11, per pretendere un tavolo di confronto che metta al centro i veri bisogno degli abitanti e dei territori.

«Nel periodo in cui si attendono 800 milioni dal PNRR per la sanità siciliana e la regione ha approvato il Piano per le nuove strutture della sanità territoriale» - dicono i Comitati nell'indizione dell'evento - «abbiamo deciso di metterci in prima linea per scoperchiare, ancora una volta, le responsabilità politiche dell’attuale disastrosa situazione e per portare in piazza le reali esigenze dei cittadini e delle cittadine che, nonostante le lotte portate avanti, sono rimaste inascoltate.»

Lipari, isolano di 90 anni con problemi cardiaci con l'elisoccorso trasferito al Papardo di Messina.

Altro soccorso per un 60enne sempre per problemi cardiaci inviato con il velivolo del 118 al Papardo. All'ospedale di Lipari - superfluo aggiungere - urge un cardiologo h24.

E qualcosa si muove...

33888102-0eb4-49fe-83fc-11434f217ac3.jpg

di Sara Garofalo - Sandro Biviano e Danilo Conti 
 
Cari amici e lettori desideriamo aggiornarvi in merito alle procedure avviate da tempo per il nostro nosocomio liparese: 
 
Nella giornata di ieri 20 maggio, dopo un confronto in videoconferenza con il Commissario Straordinario Dr. Bernardo Alagna, possiamo annunciare che è stata firmata la delibera per l’incarico al Dr. Iacolino, sulla quale lavoriamo da 4 mesi,  ma ne e’ stata temporaneamente sospesa la pubblicazione, per acquisire il parere dell’ufficio personale dell’Assessorato ( Dr. Virzi’). Il Commissario Alagna ci ha rassicurato che lunedì farà il possibile per darà il via libera al Dr. Iacolino per rientrare in campo. 
 
A 17 mesi dalla chiusura della camera iperbarica si spera che a breve possa riprende  la terapia e l’attività. E’ stato nominato il Dr. Albano quale  nuovo responsabile dell’unità di Pronto Soccorso dell’ospedale di Lipari. E’ stato anche assegnato un ulteriore medico al pronto soccorso Dr.  Scisca. Prenderà servizio quale responsabile dell’unità di lungodegenza la Dr.ssa Fugà, che si trasferirà dall’ospedale di Barcellona. Un ulteriore infermiera prende servizio, la Sig.ra Barca Natala.  Per quella che è l’attività attuale dell’ospedale e la media di posti letto occupati, possiamo affermare di essere ampiamente soddisfatti nel rilevare il raddoppiamento del numero degli infermieri dopo il nostro incontro al Mandalari di Messina. Dovrebbe partire un progetto con la Italtel per ripristinare i servizi di telemedicina nelle isole più lontane.
 
Avviata la gara per l’acquisto sul mercato elettronico di due piccole ambulanze elettriche come ci era stato promesso: una per l’isola di Panarea e la seconda per Lipari, per ovviare al problema del raggiungimento delle zone di contrada e strade strette.
 
Iniziata la trattativa privata per i due posti di terapia sub-intensiva che abbiamo ormai imparato a chiamare posti tecnici post-operatori o di risveglio. Se ne sta occupando l’Ing. Trifiletti dell’ASP che ha anche seguito la progettazione dell’area. Avendo ricevuto conferma dell’impossibilità di far viaggiare i farmaci antitumorali da Taormina, ci siamo messi in moto in collaborazione con il Dr. Alagna, per trovare una soluzione alternativa. Sembrerebbe che una ditta si sia dimostrata interessata a fornire gratuitamente una cappa a flusso d’aria laminare per la preparazione dei chemioterapici sull’isola. Basterebbe poi formare 3 persone per la preparazione degli antiblastici, un progetto molto importante che seguiremo passo passo  come abbiamo fatto fino ad oggi con tutto il resto.
 
Troppo spesso sentiamo dire che l'ospedale di Lipari è peggio di prima e non funziona niente, il nostro desiderio  come quello di tanti è avere di nuovo un luogo dove poter nascere, vivere e morire con dignità. La strada è lunga, ma siamo felici di averne percorso una buona parte. Abbiamo sete di diritti e la salute è uno di quelli che ci è stato negato per troppo tempo e va tutelato con tutte le nostre forze. 
 
57b45963-4126-4bc5-adc0-8b3a0f362d16.jpg
 
281154716_10225469345794077_3226512935365580555_n.jpg

Vulcano, il vecchio pontile eliminato

282571800_10225467670552197_5013375704284477809_n.jpg

Siena, è deceduto Benito Cirrincione

 downloadcand.jpg
 
Siena, è deceduto Benito Cirrincione
 
Aveva 82 anni
 
Alla moglie Germana Sallustro, nativa di Lipari e alla figlia Paola le condoglianze di Gennaro, Salvatore, Bartolino Leone e famiglie
Dopo una profonda riflessione abbiamo deciso di rinviare l'iniziativa prevista per oggi a LUNEDI' PROSSIMO, 23 MAGGIO, in segno di rispetto per la tragica morte del nostro compaesano Bartolo Zaia, alla cui famiglia il Comitato "L'Ospedale di Lipari non si tocca" rivolge le proprie più sentite condoglianze.
 
Pensiamo sia comunque fondamentale continuare a manifestare in ogni forma contro le vessazioni che il nostro territorio subisce ormai da anni dalle istituzioni.
Il corteo lunedì attraverserà il centro di Lipari a partire dalle 19:30, sarà quindi un momento simbolico, volto a dare forza e sostegno alle battaglie che TUTTI NOI EOLIANI siamo costretti a sostenere quotidianamente e per ribadire e recuperare il nostro DIRITTO ALLA SANITÀ PUBBLICA per una vita migliore per tutti.
 
Ricordiamo con l'occasione che abbiamo iniziato a raccogliere le prenotazioni per il viaggio in bus per andare a Palermo Venerdì 27 per la manifestazione in difesa del diritto alla salute.
Per info e prenotazioni contattare il numero 3398798793 (preferibilmente su whatsapp).
 

aveden-urso.jpg