lipari2-k95G-U460401083057442MJD-444x271CorriereMezzogiorno-Web-Mezzogiorno.jpg

Il nostro obbiettivo è quello di tutelare il diritto alla salute e di garantire il pieno funzionamento del nostro Ospedale. Non accettiamo che passi nessun messaggio negativo e divisivo. Non intendiamo scagliarci contro medici e personale sanitario, entrambi rappresentano per la comunità Eoliana un bene molto prezioso, sacrificano la propria vita all'interno del nostro ospedale, e come più volte ribadito, si alternano per garantire il servizio, effettuando la maggior parte delle volte turni di lavoro massacranti e contrari ai ccnl.

Nutriamo nei loro confronti, noi e tutta la comunità Eoliana , grande rispetto e la più totale solidarietà. Pertanto esigiamo che vengano messi in condizione di operare con la massima professionalità, scongiurando così il ripetersi di evitabilissime tragedie.
La comunità Eoliana è da sempre rispettosa del lavoro altrui e accogliente, al contempo desidera essere trattata con lo stesso rispetto, con professionalità e umanità, così come è giusto che sia, come è giusto che questo avvenga sia qui che ovunque. Per garantire tale rapporto e tale serenità, è necessario che con solerzia si provveda a colmare gli enormi vuoti di pianta organica, e che nel farlo, si presti la massima attenzione e accortezza. Ribadiamo inoltre la necessità di dotare in tempi brevissimi, il nostro nosocomio, di tutti i macchinari utili all'effettuazione e l'erogazione dei servizi sanitari principali.

Ci adopereremo affinché venga garantita agli Eoliani la possibilità di effettuare la stragrande maggioranza degli esami e dei controlli, qui, presso il nostro ospedale, e non altrove. A garanzia di una sanità pubblica efficace ed efficiente. A tal fine, ribadiamo che tutti uniti, amministrazioni comprese, rimarremo vigili e attenti, in attesa dei provvedimenti che sia l'asp che l'Assessorato si sono impegnati ad emanare per il nostro territorio.
Aperti al dialogo e all'ascolto, in tema di telemedicina e postazione di elisoccorso h24. Purché, come ribadito a gran voce in tutte le sedi, questi siano solo a supporto di medici e personale sanitario, e che dunque in nessun modo li sostituiscano.

Comitato L'Ospedale non si tocca

LE TESTIMONIANZE

119214203_2670656173263186_2265398935866355489_o.jpg

di Rosa Balzano

S. O. S Ospedale di Lipari...per mancanza Ortopedico nelle ore notturne (ore 24 di stanotte) sono dovuta ritornare a casa in queste condizioni dall'ospedale dopo aver ricevuto le prime cure per una caduta da sette scalini esclusivamente avvenuta sugli stinchi dei due arti inferiori per ritornare al Pronto Soccorso stamattina per poter effettuare Il PRELIEVO VENOSO, RX GAMBA SX, VISITA ORTOPEDICA E FASCIATURA CAVIGLIA SX. A NAPOL RICIMM A MEGLIA PAROLA È CH'ELLA CA NUN SI DICE...

Ops dimenticavo di dire che i dolori che sento sono molto forti. L'ospedale è ormai andato allo sfascio, il personale è ridotto al minimo, gli infermieri e i medici per quanto tempo ancora possono affrontare questa emergenza? E mi fermo qui.. Non vado oltre.. Potrei dire cose non belle...ADIOS

119515027_2672502753078528_424331598992982495_n.jpg

94881218_10214449218938959_9013987424782516224_o.jpg

di Annalisa Marocchini

Ad eccezione di 2 spiacevoli episodi, all'ospedale di Lipari, ho sempre trovato personale disponibile e competente.
Grazie alla loro umanità, cordialità ed ospitalità, mi sono sempre sentita come a casa.

Leggere ed interpretare ciò che molti scrivono, non solo lo trovo enigmatico,ma soprattutto scorretto verso chi svolge il proprio lavoŕo con amore, dedizione e ripeto, umanità, grazie alla quale,non siamo stati trattati come un numero, come, purtroppo, è successo in altri luoghi.

Mi spiego: avete sempre sputato veleno contro l'ospedale di Lipari e contro tutto il personale che vi lavora, però, oggi, provate indignazione in quanto nessuno vuol venire a lavorarci.

Riflettete signori, riflettete, non si può fare di tutta l'erba un fascio.
La maldicenza è sempre dannosa

ULTIMISSIME. Da ieri in aiuto dei sanitari è arrivato ad attuare un turno al pronto soccorso il primo sanitario grazie all'accordo tra Asp e Papardo di Messina. I medici al ps sono rimasti solo in 3 unità. Nessuno sanitario, eccezione fatta per l'ospedale diretto dal dottor Mario Paino, ha accettato di esercitare la professione nel presidio sanitario di Lipari. Sembrerebbe in ragione delle gravi responsabilotà e dell'atmosfera che si è venuta a creare nei confronti degli operatori sanitari.

ld.png

Gentile direttore,

tre degli infermieri che avevo convinto a venire a Lipari si sono ritirati in buon ordine, la giustificazione: dobbiamo venire a farci spaccare la faccia così come scrivono su Facebook?

Cordialmente

Lettera firmata

Egr. Presidente del Consiglio, Esimi Consiglieri

In riferimento alle dichiarazioni emerse durante il Consiglio Comunale del 14 luglio, desideriamo chiarire quanto segue:
Il comitato ha proposto l’istituzione di una commissione speciale, alla luce dei recenti disservizi (di cui la mancata attivazione della morfologica rappresenta il caso emblematico), spiegati dalla ASP in modo così contraddittorio e insoddisfacente - anche a seguito degli interventi e delle richieste da parte dell’Amministrazione e del Presidente del Consiglio Comunale - da rendere, quindi, indispensabile un approfondimento. 

L’art. 19 dello Statuto del Comune di Lipari prevede questa possibilità. In ogni caso, il nostro intendimento è che il Consiglio Comunale, quale organo rappresentativo dei cittadini, venga investito di questo compito, a prescindere dal fatto che a relazionare in merito, sia una commissione speciale ovvero la stessa commissione permanente già esistente. 

Non riteniamo affatto opportuno, come invece affermato da qualche consigliere, che sui fatti accaduti debbano essere “abbassati i toni”, né che si possano accettare passivamente e senza ottenere spiegazioni chiare, disservizi non giustificabili con “i normali tempi della burocrazia” e che costringono, in generale, i cittadini eoliani a rivolgersi altrove o ai privati a pagamento, per ottenere prestazioni che presso il nostro ospedale, almeno sulla carta, dovrebbero essere garantite. 

Teniamo a chiarire quanto sopra riportato, perché sembra si siano travisate le intenzioni reali del comitato, non volevamo certo contrapporre l'istituzione di una commissione di inchiesta, alla commissione sulla sanità, presieduta dalla dott. sa Erika Pajno, la quale ha sempre svolto un lavoro ineccepibile, e si è sempre dimostrata attenta e aperta al confronto e al dialogo sull'argomento sanità. 

Stessa cosa dimostrata negli ultimi mesi da numerosi consiglieri sia di maggioranza che di minoranza, dal Presidente del consiglio e dall' Assesore al ramo. Rientra nel ruolo del politico e del buon amministratore operare nell' interesse e nella difesa della propria collettività, anche se questo, in determinate circostanze, può disturbare dinamiche o equilibri erroneamente consolidati. 

Il comitato, e ci auguriamo dunque anche l'intero Consiglio comunale, si auspica che si faccia chiarezza sulle reali cause della mancata attivazione e/o interruzione di servizi essenziali, presso l’Ospedale di Lipari. La tutela del diritto alla salute degli Eoliani e del nostro ospedale, non deve essere assolutamente strumentalizzata. Nessun colore politico, nessuna casacca di partito. 

Tutto quello che viene sollevato, denunciato e richiesto, dal comitato, viene fatto esclusivamente a tutela e a beneficio dell'intera comunità, non certo a tutela di singoli interessi. Le segnalazioni ci giungono direttamente dai cittadini, noi ci occupiamo di verificarne l'attendibilità e se ci siano o meno i presupposti per farne oggetto di richieste di chiarimenti o di denunce. Ben venga che la commissione abbia dichiarato di occuparsene. 

Ci rammarica, che in Consiglio, sia stata innescata una sterile discussione sulla nostra istanza, e non si sia discusso invece della questione, nello specifico.

Lungi da noi entrare in polemica con taluni consiglieri, sempre nel rispetto dei ruoli, questo lo lasciamo a chi di dovere, ma certo non accettiamo che il comitato, o le richieste del comitato stesso, vengano strumentalizzate.  Ringraziando per l'attenzione Porgiamo distinti saluti

Comitato " L'ospedale di Lipari non si tocca" https://www.facebook.com/OspedaleEoliano

 

La convenzione con i cardiologi è stata Rinnovata. Adesso aspettiamo di capire se hanno inserito le domeniche e le reperibilità notturne.

Comitato L'Ospedale non si tocca

NOTIZIARIOEOLIE.IT

La nota e' stata indirizzata al dott. La Paglia, al dott. Cardia, al dott. Compagno, al dott. Mario Paino, e per conoscenza all' Assessore Tiziana De Luca e all'assessore Razza

Desideriamo porre alla Vostra attenzione l'imminente scadenza della convezione tra Asp 5 e azienda ospedaliera Papardo ( rif. DELIBERA N. 1203/DG DEL 30/04/2020), prevista per giorno 17 luglio P. V.
Tale convenzione prevede, L’EFFETTUAZIONE DI PRESTAZIONI DI CARDIOLOGIA DA ESPLETARSI MEDIANTE TURNI SETTIMANALI DA CONCORDARE CON IL DIRETTORE MEDICO DEL P.O. DI LIPARI A CURA DI SPECIALISTI IN CARDIOLOGIA DIPENDENTI DELL’AZIENDA OSPEDALIERA PAPARDO.

Ricordiamo che purtroppo nella convenzione in scadenza, non sono previste ne' le reperibilita' notturne dei cardiologi, ne' tanto meno i turni domenicali.
E' necessario, che presso il nostro ospedale, venga garantito un servizio di cardiologia 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, domenica e festivi compresi.

Vi ricordiamo che in forza all'ospedale di Lipari, al momento vi e' un solo cardiologo.
Da poco, tra l'altro, l'isola ha iniziato a riempirsi di turisti, di conseguenza vi e' un aumento esponenziale degli accessi al pronto soccorso e gran parte di questi, dovuti a problemi di carattere cardiovascolare. Ma non solo, di fondamentale importanza per il territorio, e' anche la possibilita' di effettuare le visite cardiologiche direttamente presso il nostro nosocomio (con prenotazioni che rispettino un arco temporale accettabile).

L'accesso alle cure ospedaliere, non può e non deve venir meno, per nessun motivo.
Non si puo' pensare di rischiare di incorrere nell'interruzione di un servizio pubblico.
Un servizio, quello della cardiologia, a tutela della salute di tutti i Cittadini.
Con la presente, chiediamo pertanto, che tale servizio venga garantito e assicurato presso l'ospedale di Lipari, sia per la comunita' Eoliana, che per tutti coloro che visitano il nostro territorio.  Ringraziandovi Porgiamo Distinti saluti

Comitato L'Ospedale non si tocca

28 MAGGIO 2019

Lipari&Ospedale all'ultimo respiro, da sabato i cardiologi in "prestito-pagato" dal "Papardo" diretto da Mario Paino

4 GIUGNO 2020

Lipari&Ospedale con l'ossigeno, nuove prospettive per la cardiologia. L'intervista al dottor Riccardo Cogode

19 GIUGNO 2020

LE INTERVISTE DE "IL NOTIZIARIO". Lipari, il dottor Riccardo Cogode è il nuovo cittadino onorario

Guarda i video suIl Notiziario si YoutubeSeguici su  logo facebook-piccolo logo twitter 
Condividi il "Notiziario" pubblica gli articoli sul tuo profilo 

Eolie siti utili isoleolie.it - vacanzeeolie.it 
alberghieolie.com - eolianinelmondo.com 
eolieintouch.it - casevacanza.isole-eolie.com

aluminium.jpg