primapagina1PRIMA PAGINA "SCAVANDO"

 

Scoprire le tangenti negli appalti pubblici é sempre stato un gioco da bambini. Basta volerlo. Ci sono quelle false inaugurazioni dove si vedono persone che scavano ed altre che subito dopo riempiono le fresche buche. Tutto é tangente. Inutili spesso i tentativi di farle passare per vie tortuose fatte di paradisi fiscali (estero su estero) o direttamente ad interposte persone con teste assimilabili a scatole cinesi o creando l'interscambio di beni, servizi, case in acquisto o in locazione, personale disponibile alle dipendenze dei politici, opere di restauro, donazioni in uso di auto con autisti, di telefonini schermati o lingotti d’oro tenuti a disposizione in segrete cassette di sicurezza intestate a parenti o amici. La tangente, questa parola conosciuta come la consorella mafia.

 
 
 
 

ISOLA BASSA

arcoeolie

Senza tacchi,
l’isola sembra bassa.
Con in testa le paperine, gli scogli sentono durezza
mentre una base sicura segna concretezza.
Punte di matita che segnano l’alba
pronte per essere cancellate lasciando sgommate
su veline senza concetti.
Gambe tortuose di vita accettano compromessi
per quel lungo amore versato nel mare.
Onde che schiumano ancora calore
mentre il bagnasciuga trasmette l’odore.
 
 
 
 

 aaaaaaaaCONTROCORRENTEOLIANA

Senza inventarsi niente di nuovo, nell'intramontabile era dei tatuaggi non sarebbe male offrire un omaggio ai fedeli clienti vacanzieri delle Eolie: un bel tatuaggio in una parte visibile del corpo. Il tatuaggio potrebbe essere un panorama dell’isola e del locale dove il fortunato e fedele vacanziere ama trascorrere le proprie ferie. Un modo come un’altro per arrotondare la messaggistica pubblicitaria gratuita che porta l’arcipelago eoliano in giro per il mondo.
Chiediamo una mano a chi magari ci da il braccio.
 
 
 

 

verofalso

VERO&FALSO

-Gianluca Saragò é convinto di portare la sua Belenina a Panarea.
-Per i sentieri eoliani prevista la dotazione di scarpe relaxshoe con movimento antibuche.
-Nancy Brilli racconta di come una notte ha visto brillare il cielo di Stromboli mentre in barca cercava un brillante.
-Veronica Lario rinuncia alle vacanze a Lipari perché non vuol rinunciare al suo abbigliamento siberiano.
-Barbara Palombelli vuol trasmettere dal Tribunale di Lipari il suo Forum. Società miste preoccupate per i fori.
-I 4 sindaci eoliani vogliono vedere insieme e di corsa il film “Amici come noi”.
-Giorgio Gori, se invitato, potrebbe candidarsi a sindaco di Malfa. La doppia “G” alla Gucci sulle schede elettorali sarebbe un lancio di moda.

usegretu.jpg