Eventi e Comunicazioni

agevolazioni_bonus_pubblicità_2024.jpg

"Con il Notiziario delle Eolie Bonus pubblicità con credito d'imposta al 75%" 

Dettagli...

e3f2517f-8d79-46db-9e81-7c5cbb5c2296.jpg

di Peppe Cirotti

Ciao Bartolino,
una occhiata al Notiziario e ho letto la nota "Amici e Notiziario".
E' proprio cosí: il giornalismo, di questi tempi, si fa solo per amore.

Per scrivere bisogna vedere le cose dall'alto, avere ali grandi. Bisogna essere capaci di volare in gruppo seguendo le forze della natura, lasciarsi portare senza mai perdere di vista il proprio obiettivo e, se si scrive di mare, nutrirsene tutti i giorni.

Cosí sono i pellicani. Sulla terra sarebbero falchi, ma siamo gente di mare !
Allora un augurio che sintetizzo in una foto : Vi auguro di continuare a volare alto nel cielo dell'informazione portando, a noi che siamo lontani, le storie delle nostre isole.

Immagine WhatsApp 2023-02-08 ore 20.13.38.jpg

Un pellicano in volo. 
Qui in Costa Rica sono uccelli comuni, ma osservarli é un piacere che non si esaurisce mai.

108.png

 

Lipari, "complimenti al prof Pino la Greca..."

 
downloadhjòàèì.jpeg
 
Desideriamo esprimere pubblicamente i nostri complimenti per il Premio Letterario Internazionale Sforzesco 2022, organizzato dal Comitato di Milano della Società Dante Alighieri, ottenuto dallo storico e collaboratore del Centro Studi Eoliano, Giuseppe La Greca.
 
Il saggio Le Isole Eolie, Porte degli Inferi raccoglie ed unisce le incessanti ricerche di oltre mezzo secolo iniziate dal Prof. Giuseppe Iacolino, dal Prof, Luigi Bernabò Brea e quelle degli ultimi anni condotte da Pino La Greca che hanno portato alla predisposizione di un volume di circa 120 pagine diviso in 10 capitoli.
Nel primo capitolo “Le Eolie nel Medioevo” Pino ha inserito un episodio inedito che parla del rapporto tra i vandali e l’isola di Lipari.
 
Nei capitoli successivi sono numerose le testimonianze ad oggi inedite sulle leggende che vedono celebri personaggi condannati a scontare le loro pene nelle profonde caldere dei vulcani Eoliani, da Carlo Martello a Enrico VIII, o della presenze nelle nostre isole di demoni, diavoli e fantasmi.
 
La presenza di Pino La Greca alla serata di premiazione ha consentito di parlare di fronte ad un pubblico qualificato delle isole Eolie e delle opportunità offerte dal turismo culturale per il nostro arcipelago.
Il Comitato della Società Dante Alighieri, analogamente al Centro Studi Eoliano, promuove la cultura ed è un’associazione non a scopo di lucro, che tramite i propri affezionati associati, di anno in anno, ha la possibilità di realizzare iniziative di promozione del territorio.
Il volume sarà edito dalla casa editrice “Il delfino” di Milano quale esito del premio.

Centro Studi Eoliano
 

Asso Balneari, "primo passo per avviare una interlocuzione approfondita nei confronti dell’ Europa..."

Luigi-Sabatini.jpg
 
Da Luigi Sabatini Presidente Associazione Balneari Isole Eolie riceviamo e pubblichiamo 
 
Quanto approvato nelle Commissioni del Senato è il primo passo per avviare una interlocuzione approfondita nei confronti dell’ Europa, che fino ad oggi nessun Governo ha mai condotto con ferma determinazione. Sono 14 anni che Assobalneari Italia ripete che le procedure selettive considerate nella Direttiva Servizi non hanno i presupposti per essere applicate alle concessioni turistico ricreative, modello tipicamente italiano, che fa parte della cultura del nostro Paese e che, mi sembra del tutto evidente, oggi fanno gola a potenti gruppi economici, che vorrebbero impossessarsi di questa fetta di economia italiana.
 
Gli emendamenti presentati da FI e Lega condivisi da FDI permetteranno alla coalizione guidata dal nostro Presidente del Consiglio On. Giorgia Meloni di presentarsi davanti agli interlocutori europei con le giuste motivazioni per mettere la parola fine a questa vicenda che si trascina ormai da anni e che sta esasperando una delle categorie economiche più importanti del Turismo Italiano. Quelle che erroneamente vengono definite “aste” non le abbiamo mai accettate e mai le accetteremo perché siamo concessionari di un bene e non di un servizio, e la risorsa non è limitata come dimostreremo con dati certi alla mano, rientrando perciò nei casi di inapplicabilità della Direttiva.
 
Dispiace leggere dichiarazioni sterili e faziose del portavoce dei Verdi Bonelli, alle quali rispondiamo che dovrebbe innanzi tutto informarsi meglio quando rapporta il fatturato complessivo del nostro comparto con la rendita per lo Stato della tassa di concessione. Infatti questa oltre ad avere subito un aumento del 25% voluto proprio da questo Governo e non da quelli di sinistra che lui ha sempre appoggiato, non è da parametrare al fatturato. Forse Bonelli non sa che il fatturato di una azienda è
 
sottoposto ad un regime fiscale ben preciso con una pressione fiscale ed un costo del lavoro tra le più alte d’ Europa, forse ignora che dobbiamo pagare l’ IMU pur essendo affittuari, e forse ignora anche che paghiamo un’ IVA del 22% contro quella del 10% delle altre imprese turistiche, la più alta in Europa per il settore. E forse Bonelli fa finta di non sapere che i danni subiti dalle continue mareggiare vengono sostenuti dai concessionari perché il “padrone di casa” non muove un dito.
 
Mi sarei aspettato invece dall’ On. Bonelli, così attento alle problematiche ambientali, un sostegno ad una categoria che sostiene proprio la qualità dell’ ambiente, anche per interesse diretto, mantenendo puliti ed in ordine i litorali in concessione provvedendo alla manutenzione e contribuendo alla difesa dall’ erosione. Forse Bonelli è disattento e superficiale nell’ affrontare queste questioni che riguardano centinaia di migliaia di posti di lavoro come lo è anche stato nel sostenere la candidatura del Signor Soumahoro che tanti problemi politici gli ha dato.
 
Lo dichiara Fabrizio Licordari Presidente di Assobalneari Itália aderente a Federturismo Confindustria
 
"Cogliamo l'occasione per ribadire che il diritto Ue richiede che le norme nazionali" sui servizi "assicurino la parità di trattamento degli operatori, promuovano l'innovazione e la concorrenza leale" e "proteggano dal rischio di monopolio delle risorse pubbliche".
 
Lo dice all'ANSA un portavoce della Commissione Ue dopo il via libera della commissione Bilancio e affari costituzionali del Senato alla proroga di un anno delle concessioni balneari. A Bruxelles si ricorda come una procedura d'infrazione contro Roma sia già aperta a causa del mancato rispetto della direttiva Bolkestein e ulteriori rinvii non migliorino la situazione.

L'ospedale di Lipari.

Come mi manca l'ospedale di Lipari... anche quando sono dovuto andare via, le isole sono sempre state un punto di riferimento, un porto sicuro in cui tornare a riparare la barca...
Nel '94 tornavo, moglie e figli, dal Mozambico e mi era diventata urgente una operazione di ernia. All'ospedale incontrai il dottor Spadaro che non la fece lunga: semplicemente mi ricoveró in Ospedale e mi operó. Mi risvegliai grazie alle attenzioni di Gianni Iacolino e rimasi ricoverato qualche giorno.
L'ora delle visite era una festa a sorpresa :
Arrivavano amici e parenti dei miei compagni di camera e scoprivamo che erano amici e parenti anche miei...

Poi arrivava mia moglie e i bambini e io la smettevo di rubare l'affetto ad altri.
Ricordo quella convalescenza come una vacanza... quando cominciai a poter camminare andavo alla finestra a guardare il mare, e mi venivano in mente gli ultimi mesi di vita di mio padre, che andavo a trovare in quelle stanze, dove l'ho visto per l'ultima volta.

Viene da piangere quando scopri che vecchi amici sono morti aspettando l'elicottero... che non ci sono piú nati a Lipari perché le eoliane devono andare a partorire fuori...
Credo che il primo segno di civiltá, il primo grande sforzo da fare sia trovare la maniera di...riaprire l'ospedale di Lipari. Per il bene di tutti.

Oggi mi hanno raccontato di Giovanni Lucchese...

 
 

Eolie, il tar respinge ricorso armatori contro ordinanza sindaco su trasporto pendolari 

Stromboli – Il sindaco Riccardo Gullo con ordinanza ha ridimensionato lo “sbarco selvaggio” dei turisti pendolari nelle isole di Stromboli e Panarea, gli armatori calabresi e siciliani che li trasportano con vaporetti hanno fatto ricorso al tar, ma la loro istanza non è stata accolta. Gli imprenditori si sono appellati sostenendo che con le restrizioni previste nell’ordinanza relative al numero dei passeggeri che potevano sbarcare sulle isole (da 300 a natante si è scesi a 100) hanno subito un danno economico non indifferente.

Il sindaco Gullo per Stromboli ha agito anche a seguito del rischio vulcanico (l’isola non è in grado di ospitare nelle piccole viuzze anche 5 mila turisti giornalieri) e per i danni causati dall’incendio e dalla bomba d’acqua. Anche a Panarea isolani e associazioni avevano contestato l’eccessiva invasione di vacanzieri giornalieri, tanto che nelle viuzze non si riusciva a circolare con le piccole auto elettriche e un ragazzino con crisi respiratoria nella spiaggia ha dovuto attendere ben 20 minuti per essere visitato dalla guardia medica e poi trasferito con l’elisoccorso al Papardo. 

Lipari, finanziati 3 progetti 

Come richiesto da questa Amministrazione appena poco dopo l’insediamento, con Deliberazione n. 410 del 4 agosto 2022 la Giunta Regionale, su proposta del Presidente Musumeci, ha inserito tra gli interventi a valere sul Fondo di sviluppo e coesione 2021/2027, tre importanti infrastrutture nell’isola di Lipari, i cui lavori risultano essenziali per il loro pieno utilizzo e perché se ne abbia giusta fruizione.

Nello specifico si tratta di:

- Lavori di riqualificazione ed adeguamento alle norme delle tribune del campo di calcio comunale “Franchino Monteleone” sito nell’isola di Lipari, per un importo pari a circa € 300.000;

- Lavori di manutenzione e adeguamento del Palasport Nicola Biviano per un importo pari a €200.000.

- Completamento tratto di strada comunale Fossa Capistello, sita nell’isola di Lipari per un importo pari a circa €150.000 a garanzia della sicurezza e mobilità dell’abitato circostante.

Ringraziamo il Presidente e la Giunta per l’attenzione riservata al nostro territorio.

L’Amministrazione Comunale

Stromboli, il servizio del Tg1 sull'inquinamento del mare

VIDEO

Rassegna Stampa GDS.IT

Regionali, il Ponte sullo Stretto torna protagonista: sì di centrodestra e Armao, lo stop del

Palermo, Toto Cordaro lascia l'Udc e aderisce a Fratelli d'Italia

Dai termovalorizzatori al ponte sullo Stretto, Schifani indica le priorità per la Sicilia

Il governo prorogherà lo smart working per alcune categorie di lavoratori

Taormina, si arrende il capo dell'Associazione imprenditori: «Bollette care, chiudo la pizzeria»

 

Per lavoro produco video. Questo e' uno del 2019 a cui sono particolarmente affezionato.

Racconta attraverso il presepio, la Lipari in cui sono cresciuto e a cui sono rimasto attaccato per sempre... lo stupore del bambino che entra nella bottega del maestro d'ascia, la vista della prima pianta di banano... il profumo del gelsomino nella casa di mio nonno, come in questa foto che racconta una emozione vissuta a Lipari.

8a142c1f-5774-4f35-9c32-2a48feedc7bb.jpg

Recensione, scritta da Oscar Pamio:

"Qui ho trovato il pudore dell'Autore, che non sovrasta, che fa parlare le persone e, sopratutto, le immagini. Quella chiesetta di un bianco quasi irreale, pulito come la gente che ci gravita intorno, e lo sfondo di quel mare e quel cielo azzurro altrettanto puliti, tutto molto naturale spontaneo, eppur sapientemente, misurato, contenuto, come un grande e delicato abbraccio d'amore in cui si fondono, natura, umanitá e costruito. Viene voglia di andarci..."

VIDEO

Come farei a sapere che gli amici di Stromboli hanno dovuto lottare contro un fiume di fango, senza il Notiziario ?
Quelle scene, qui in Costa Rica dove vivo da trent'anni, sono comuni. Nella stagione delle piogge qui i fiumi straripano e si portano via le case ma sono case di lamiera, fragili e facili da ricostruire. La gente vive il disastro con la pazienza di chi é costretto ad affrontarlo anche varie volte l'anno. La pioggia é sempre torrenziale e alla fine uno si abitua...

Ma vedere le stradine di Stromboli invase dal fango, le case e le terrazze sommerse da mezzo metro di fango, i volontari lavorando solo con secchi e pale, mi ha fatto male.
Per fortuna col Notiziario non arrivano solo le brutte notizie ma anche quelle belle, le curiositá, quelle che mi permettono, permettono a noi che viviamo lontani, mantenere vivo il legame con casa, il posto dove vorrei essere ora e anche domani, per dare una mano se posso...

edilcisa-aktea-paino.jpg