Eventi e Comunicazioni

agevolazioni_bonus_pubblicità_2024.jpg

"Con il Notiziario delle Eolie Bonus pubblicità con credito d'imposta al 75%" 

Dettagli...

 b2e627e3-5b93-4f2e-8459-73ee5560d6a8.jpeg

291749412_777429699952498_3820476733840620077_n.jpg

di Rosaria Cincotta

Cambia amministrazione ma non cambia la musica, ieri sono stata anche minacciata di botte da un signore sceso dal barcone…

solo perché ho chiesto di passare…

ARRIVA L'ORDINANZA DEL SINDACO GULLO PER REGOLAMENTARE L'AFFLUSSO...

Il SINDACO CONSIDERATO che il vulcano dell’isola di Stromboli si caratterizza, in atto, per una sempre maggiore e più consistente attività eruttiva, con condizioni di rischio generali che sia pure implicitamente accettate da coloro che vivono in tali aree o che vi si recano temporaneamente, determinano, invece, condizioni di pericolosità a livello diffuso per la possibilità del verificarsi di improvvisi aumenti dei fenomeni esplosivi anche a carattere parossistico che, allo stato attuale delle conoscenze, non risultano mai compiutamente prevedibili; RITENUTO, per quanto sopra, che l’accesso alle aree vulcaniche è foriero di possibili e gravi rischi anche per la pubblica incolumità, e che pertanto ogni precauzione possibile necessita di essere adottata allo scopo di ridurre al minimo i rischi per la salute e la sicurezza di abitanti e visitatori e
per evitare, per quanto possibile, il verificarsi di situazioni che possano creare intralcio o pregiudizio agli interventi di soccorso e assistenza; PRESO ATTO che dal 2019 l’attività vulcanica dello Stromboli ha mutato le proprie caratteristiche con eventi parossistici ed esplosioni maggiori la cui frequenza ed imprevedibilità è maggiore del passato; - In data 25 e 26 maggio 2022 si è verificato anche un incendio a monte del centro abitato che ha distrutto la vegetazione boschiva;

- In data 12 agosto 2022 si è verificato un evento calamitoso legato alle abbondanti piogge cadute nelle prime ore del mattino causando il versamento di detriti che hanno interrotto la viabilità nell’ambito dell’abitato e invaso molti immobili dell’isola; - Che effettuati i primi interventi urgenti, sono in corso di programmazione gli interventi di mitigazione del rischio residuo; CONSIDERATO che i flussi turistici giornalieri tramite barconi provenienti sia da porti della Calabria sia da porti della Sicilia verso le isole di Panarea e Stromboli creano particolari situazioni di emergenza sia per quanto sopra specificato riguardante l’isola di Stromboli sia per l’insufficienza di spazi pubblici disponibili, in particolare nell’isola di Panarea, per un flusso di sbarchi giornalieri che causa un fenomeno di sovraccarico di presenze non sostenibili in entrambe le isole; CONSIDERATO che l’anno scorso è pervenuto tramite PEC in data 17 agosto 2022 un esposto
firmato da molti cittadini di Panarea, con il quale è stata segnalata la gravità del fenomeno e l’esigenza di porvi rimedio;
VISTA la nota del Dipartimento di Prevenzione dell’ASP di Messina prot. n. 112461 del 18 agosto 2022, con il quale detto Dipartimento, in relazione al contenuto del predetto esposto, ha espresso il seguente parere: 

“In reazione alla documentazione trasmessa, esposto firmato corredato di documentazione fotografica, si ritiene che gli sbarchi giornalieri sull’isola di Panarea debbano essere necessariamente soggetti ad una limitazione in quanto, il perdurare delle attuali condizioni, potrebbe determinare un serio rischio igienico sanitario legato prevalentemente all’accumulo diffuso dei rifiuti che il personale della ditta presente sull’isola non è in grado di gestire, con tutte le conseguenze accentuate anche dalle attuali alte temperature. Altro problema è il sovraccarico di richieste che potrebbero pervenire contemporaneamente alla Guardia Medica locale, considerando le precarie condizioni in cui stazionano i gitanti, l’orari e le alte temperature, si potrebbe comportare anche serie conseguenze, va inoltre considerata anche la difficoltà a spostarsi con i mezzi per eventuali interventi urgenti domiciliari essendo le stradine intasate dai gitanti e quindi gravi ritardi negli interventi.”;

RITENUTO che quanto contenuto nel predetto parere, riguardante il “ … serio rischio igienico sanitario legato prevalentemente all’accumulo diffuso dei rifiuti che il personale della ditta presente sull’isola non è in grado di gestire, con tutte le conseguenze accentuate anche dalle attuali alte temperature.”, sia presente per entrambe le isole di Panarea e Stromboli; RITENUTO, altresì, che sia presente “ … problema è il sovraccarico di richieste che potrebbero pervenire contemporaneamente alla Guardia Medica locale, considerando le precarie condizioni in cui stazionano i gitanti …” in entrambe le isole; VISTE le proprie note prot. n. 1961 del 20.01.2023 e prot. n. 10400 del 29.03.2023, entrambe recanti come oggetto “Comune di Lipari – Sicurezza e ordine pubblico – Problematiche relative ai flussi turistici nelle isole del Comune di Lipari con unità navali non di linea.”, con la quali è stato chiesto l’interessamento in merito da parte della Prefettura di Messina; 

CONSIDERATO che a seguito delle interlocuzioni si sono avuti dei contatti preliminari in presenza con le predette Società di navigazione, tranne che con la Società Visit Sicily con la quale non si è riusciti ad oggi a definire un incontro, ottenendone sia la disponibilità al dialogo sia ad un incontro per la definizione di una regolamentazione condivisa riguardante le modalità di afflusso e di sbarco dei turisti nelle isole del Comune di Lipari con unità navali non di linea; - Che a seguito dei predetti contatti sia la Società TARNAV Group di Milazzo sia le Società Savadori, Navigazione, Comerci Navigazione e Tripodi Navigazione, tutte di Vibo Valentia e in una unica nota, hanno fatto pervenire le allegate rispettive proposte; - Che per quanto possibile e al fine di evitare la coincidenza tra arrivi e partenze le predette proposte
non sono interamente accoglibili; 

RILEVATO che proprio in questo specifico periodo dell’anno le Isole Eolie sono meta di rilevanti flussi di turismo stanziale che vengono alimentate in maniera costante e con arrivi quotidiani anche con modalità e tipologie di carattere estemporaneo costituito dalle mini – crociere, che già di per sé trasportano in media, in questi giorni, circa 2.000 persone raggiungendo punte massime nel mese di agosto di miglia di presenze contestuali che si affollano nel fronte mare delle due isole e anche al largo o in prossimità delle pendici dei Vulcani attivi, per osservare i fenomeni parossistici anche in orari serali e notturni aumentando in questo caso il rischio di pericolo specifico; RIBADITO che, per tutto quanto sopra esposto, sussiste sotto molteplici aspetti, l’esigenza di regolamentare la gestione dei flussi turistici nelle isole di Stromboli e Panarea con mezzi navali non di linea, durante il periodo della durata della stagione turistica, così da garantire il corretto afflusso/deflusso in condizioni di massima sicurezza anche ai fini cautelativi e di Protezione Civile,
oltre che al fine di evitare eccessivo affollamento e/o assembramento di passeggeri, con particolare riferimento alle aree portuali e le zone limitrofe di Panarea e Stromboli a partire dal 27 luglio 2023; 

RAVVISATA la necessità imporre l’adozione di specifiche misure di protezione civile e di tutela della salute pubblica da attuare per tutta la durata della stagione turistica; DATO ATTO della titolarità di competenze attribuite ed esercitate dal Sindaco, quale Autorità Sanitaria Locale sensi dell’art. 50 d.lgs 267/2000 al fine di prevenire ogni situazione di rischio o pericolo per la salute collettiva; RICHIAMATE le precedenti Ordinanze n. 103 del 16/09/2019/, n.91 del 26/06/2020, n. 105 del 28/07/2020, n.106 del 30/07/2020 e n.53 del 1/06/2021, n 71/2022 del 27/07/2022, n. 72 dell’01/07/2022 e n. 88 del 19.08.2023; VISTO il Decreto Legislativo del 2 gennaio 2018, n. 1 (Codice della Protezione Civile); VISTO l’art. 50 T.U.EE.LL. VISTO l’Ordinamento Amministrativo EE.LL. vigente nella Regione Siciliana; 

ORDINA per le motivazioni e le finalità in premessa indicate e al fine del contenimento dei rischi soprattutto di carattere igienico-sanitario in ambito locale, le unità navali adibite al trasporto passeggeri non impegnate in un servizio di linea in convenzione si atterranno, a partire dal 27 luglio 2023 per l’isola di Panarea e l’isola di Stromboli, alle seguenti prescrizioni: 1. le unità provenienti dai porti della Regione Calabria eserciteranno azioni di sbarco ed imbarco dei propri passeggeri a Panarea e Stromboli, nelle sole giornate di lunedì, mercoledì, giovedì e sabato, nella sola fascia oraria che va dalle ore 12:30 alle ore 19,00; 2. le unità provenienti dai porti della Regione Sicilia eserciteranno azioni di sbarco ed imbarco dei propri passeggeri a Panarea e Stromboli, nelle sole giornate di martedì, venerdì e domenica di ogni settimana, nella sola fascia oraria che va dalle ore 13,30 alle ore 19,30 mentre nelle sole giornate di mercoledì e sabato, nella fascia oraria che va dalle ore 15:30 alle ore 20:30; 3.

Nei giorni di mercoledì e sabato le unità navali provenienti dalla Calabria dovranno, al fine di non creare sovraffollamento e sovrapposizioni con le unità navali provenienti dalla Sicilia dovranno partire da Panarea entro le ore 15,30, mentre la unità navali provenienti dalla Sicilia non potranno esercitare azioni di sbarco nell’isola di Stromboli prima delle ore 19,00; 4. ciascuna delle unità di cui ai precedenti punti 1) e 2 ), per ogni singola giornata, potrà dar luogo alle operazioni di sbarco dei passeggeri per una sola volta su ciascuna delle due isole. Quelle che sbarcheranno passeggeri in un numero superiore a 40 unità dovranno disporre di personale idoneo e sufficiente ad accompagnare i passeggeri trasportati, sia in fase di sbarco che di reimbarco, assicurandosi che gli stessi non stazionino sulla banchina/molo d’approdo oltre il
tempo necessario alle suddette operazioni; 5.

Per le modalità di accosto e di gestione delle operazioni di imbarco e sbarco dei passeggeri si richiama quanto già disposto con apposita Ordinanza dell’Autorità Marittima locale n. 12/2016, con particolare riferimento alla parte che disciplina la concomitanza di accosti e sbarchi/imbarchi e dall’obbligo che il personale di cui al superiore punto abbia cura di fare avvicinare al punto di imbarco esclusivamente i propri passeggeri in modo ordinato, non prima che la propria unità navale abbia completato le operazioni di ormeggio e che si assicuri che i propri passeggeri, in attesa di imbarco, dovranno sostare al di fuori della banchina /molo d’approdo; DISPONE Che la presente ordinanza avente decorrenza immediata perduri fino al prossimo 30 settembre 2023. Dispone, altresì La trasmissione della presente ordinanza agli armatori con porto base in Sicilia ed agli armatori con porto base in Calabria, nonché all’Ufficio territoriale del Governo – Prefettura di Messina – alla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Milazzo, all’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, al Dipartimento della Protezione Civile Nazionale e Regionale, all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, al Centro Operativo Avanzato di Stromboli, alle Guide Alpine e/o Vulcanologiche operanti su Stromboli, alla Stazione dei Carabinieri dell’Isola di Stromboli e di Panarea, al Corpo di Polizia Municipale, alla Luogotenenza della GdF di Lipari, al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, all’Ufficio Protezione Civile Comunale ed alle Compagnie di navigazione. 

AVVERTE a. Che l’inosservanza della presente ordinanza darà luogo all’applicazione della sanzione amministrativa di € 500,00, salvo che non si configuri diversa e più grave fattispecie penalmente perseguibile;
b. Che, ai sensi dell’art. 3, comma 4 della L.N. 241/90 e ss.mm.ii., così come recepito dalla Regione Siciliana con l’art. 3, comma 4, della L.R. n. 10/1991 e ss.mm.ii., avverso la presente Ordinanza, chiunque abbia interesse legittimo, può proporre ricorso amministrativo giurisdizionale, alternativamente, al “Tribunale Amministrativo Regionale della Sicilia –
sezione di Catania” o al “Presidente della Regione Siciliana” ai sensi dell’art. 23 dello Statuto della Regione Siciliana, rispettivamente entro 60 giorni ed entro 120 giorni dalla data della sua pubblicazione. Il presente provvedimento sarà affisso all’Albo Pretorio Comunale on-line, per la sua massima diffusione e conoscenza. È fatto obbligo, a chiunque spetti, di osservare e fare osservare il presente provvedimento. 

IL SINDACO Dott. Gullo Riccardo

fe9fb1d8-d2cc-41eb-afa6-00a1a8912b3e.jpeg

50ba1c24-09db-4ce5-927f-1ed31089dc71.jpeg

Lipari - E' deceduto Vito Chiofalo

downloadcand.jpg
 
Aveva 90 anni
 
Ai familiari le condoglianze del Notiziario

309653548_10217805073078280_4545323009481992371_n.jpg

Hanno distrutto la nostra “serenità”…..!!

Sara’ un inverno di ansia e di “pala”….

311464758_10217805055197833_926239764217277183_n.jpg

311191873_10217805057037879_8573636766780608956_n.jpg

309702509_10217805072838274_3882723743392891140_n.jpg

309430885_10217805072238259_5086748605551426576_n.jpg

 

Buongiorno signor sindaco,

sono un’isolana di Stromboli le scrivo per farle presente che presto a Stromboli prenderemo qualche infezione ….

Stromboli è un’isola sporca….le nostre strade sono di una sporcizia inverosimile….non ci si può sedere su’ un muretto ,non si può camminare scalzi come solitamente si faceva sulle nostre isole …. perché si rischia di prendere qualche malattia, la puzza che c’è nei nostri vicoli è insopportabile… la spazzatura ovunque (non per colpa degli operatori ecologici che si fanno in quattro).

Stromboli è sempre stato il maggior sostenitore, il bancomat del comune di Lipari ma in cambio ha avuto solo briciole… oggi più che mai c’è bisogno di “pulizia” in tutti i sensi….se vogliamo che continui a essere una fonte di guadagno….bisogna intervenire subito … prima che oltre al danno fatto dall’incendio avremo un’emergenza sanitaria …..sento tutti i giorni gente che viene in vacanza dire che solitamente l’isola che profumava di gelsomino oggi puzza di marcio….” siamo ridotti male.

È arrivato luglio e ci risiamo si ricomincia a fare polemica ognuno vuole il suo Santo …e c’è la musica ,e ci sono gli ombrelloni e ci sono i barconi e c’è la spazzatura e ci sono i camion al carico e scarico…. ci sono le moto api che fanno rumore….ecc…..

Ogni anno la stessa polemica…a ognuno da’ fastidio qualcosa…..amici miei dove eravate fino a15 gg fa’……noi sempre qui’……dimenticati da chi poi arriva e punta il dito….i nostri giovani i nostri ragazzi noi dell’isola veniamo da un lungo inverno, un inverno pesante un inverno dove l’isola è dimenticata…..anche da chi a luglio si ricorda di essere proprietario di casa….come per magia a luglio tutti si ricordano che esiste un posto che si chiama Stromboli…..

I ragazzi dell’isola i giovani hanno scelto di rimanere….di lottare perché l’isola non muoia….di cercare di far rinascere l’isola ….vi siete mai chiesti come vivono questi ragazzi che oggi chiedono solo di avere un po’ di divertimento i mesi in cui Stromboli è solo un fantasma nelle vostre vite…..?

Vi siete mai chiesti di cosa ha bisogno l’isola nei mesi in cui Stromboli è un fantasma…..? Non si può pretendere che dopo che hanno lavorato 10 mesi l’anno a muratura (perché l’isola in inverno offre solo quello) e adesso lavoriamo per il turismo per il turista che arriva sull’isola …. cercando di farvi stare bene……Preciso che ringraziamo chi viene sull’isola siamo grati a chi in inverno ci da’ il lavoro….a chi ci aiuta a sopravvivere….ma non si può arrivare qui e decidere cosa si può fare e cosa no…..non si può decidere per tutti solo perché spendete sull’isola….. nessuno fa’ niente per niente voi ci sostenete noi vi curiamo le case…..non si può avere un posto a propio piacimento….

Essere proprietari di casa non vi da’ il diritto di sentenziare su’ tutto…..Anche noi abbiamo il diritto di vivere non si può pretendere di avere il silenzio….che tutto per magia si trasformi nel posto dei nostri desideri….(anche noi lo vorremmo… anche noi vorremmo avere la bacchetta magica e avere l’isola dei nostri sogni) dopo una giornata di lavoro ….dopo un lungo letargo….ognuno ha il diritto di scegliere se’ andare a nanna o di “vivere” …..

Stromboli è sempre stata un’isola viva …. ma oggi in molti la vogliono morta…. In molti si arrecano il diritto di dire cosa è giusto e cosa no per l’isola .Oggi vi da’ fastidio la musica….. domani vi darà fastidio un’altra cosa…..ma avete mai chiesto alla gente del posto cosa ne’ pensa della ”movida” Strombolana della musica…?????

Il nostro cimitero con le tombe coperte dall'erba. Vergognoso...

strombolicimitero

aktea.jpg