Eventi e Comunicazioni

elezioni-2024.png

IL NOTIZIARIOEOLIE.it intende pubblicare propaganda elettorale a pagamento in occasione delle prossime elezioni Europee e al Comune di Leni 

Leggi il Codice di autoregolamentazione

agevolazioni_bonus_pubblicità_2024.jpg

"Con il Notiziario delle Eolie Bonus pubblicità con credito d'imposta al 75%" 

Dettagli...

Non categorizzato

carabinieri-cinofili.jpg

IL CANE ANTIDROGA SCOVA LA MARIJUANA NASCOSTA DIETRO L’ARMADIO DELLA CAMERA DA LETTO. UN UOMO ARRESTATO DAI CARABINIERI.
Nei giorni scorsi, a Condrò, nell’ambito di predisposti servizi finalizzati al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno arrestato un uomo del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine anche per reati specifici, ritenuto presunto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri della Stazione di Fondachello Valdina, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Cinofili di Palermo Villagrazia, a seguito un’attenta attività di controllo del territorio, si sono presentati presso l’abitazione dell’uomo per eseguire una perquisizione domiciliare. L’attività dei militari dell’Arma condotta con il prezioso apporto del fiuto del cane antidroga, ha consentito di scovare un involucro, abilmente occultato dietro l’armadio della camera da letto, al cui interno i militari hanno trovato e sequestrato oltre mezzo chilo di marijuana.

Al termine delle operazioni, l’uomo è stato condotto in caserma, laddove è stato formalizzato il suo arresto.
La droga sequestrata è stata inviata ai Carabinieri del R.I.S. di Messina per le analisi di laboratorio. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto, in attesa di essere giudicato per il reato a lui addebitato.

47286b98-789b-4170-a962-2fb657bb710f.jpg

di Enza Scalisi

Lui era in agguato: ottuso, crudele, subdolo, senza un criterio, unico obiettivo colpire, a caso.

Come in un buco nero il mondo di prima è risucchiato, il tempo si ferma per riavvolgersi su se stesso e  torna la memoria della vita normale. Qual è  l'istante della demarcazione tra il prima e il dopo, tra il non ancora, ora sì, il perché che dilegua senza risposta, nelle giornate scandite dalle cure?

La grandezza si manifesta nella tempesta, lì emerge la dignità, il coraggio, la determinazione. La forza si alimenta dello sguardo forse ignaro dei bambini: “giochiamo papà?” Allora inizia la guerra, dura  determinata, con tutte le armi a disposizione, senza cedimenti contro il mostro.

Alla domanda retorica, involontariamente inopportuna, “come stai?” rispondeva  “bene”. Mai un lamento, un cenno di sconforto, di vittimismo. Ha sopportato tutto, accondiscendente: farmaci invasivi, trattamenti bugiardi…con ostentata fiducia, ma con la malcelata consapevolezze della loro impotenza.

Restava a lungo in balcone, si lasciava accarezzare dal sole e avvolgere dal fresco delle serate. Aveva bisogno di luce, di spazi, di immenso.

Alla fine raccoglieva le forze residue per una stretta di mano, una carezza.

 Ha vinto il mostro sul suo corpo martoriato, ma non ha intaccato il coraggio e  la dignità che fanno la grandezza dell’uomo.

La sua sdraio è sempre lì, sul balcone, tra i fio

Gennaro, Salvatore e Bartolino Leone partecipano al dolore delle famiglie

Il cordoglio per la morte di Riccardo
 
La famiglia di Lidia Cincotta e Achille Omero con il figlio Edoardo per la prematura morte di Riccardo, si unisce al profondo dolore delle famiglie Biancolini, Scalisi e Iacolino.
 
--L'Istituto Conti stringe in un dolente abbraccio Martina, i suoi bimbi e la famiglia tutta.
Il dirigente scolastico Tommasa Basile

 

 

Per il Festival, la torta inaugurale di Casa Sanremo sarà siciliana. Il dolce di 40 chili sarà preparato da Salvo Pignataro e Luca Leonardi originari di Adrano.

3536a52a-b5d1-49b3-bd92-74e4a3844bbf.jpg

 

80070f95-36a0-4021-901a-5cb275ba5ba5.jpg

05b12e80-d1ea-41d0-bbd2-84aed67f5cee.jpg

=====

-Artista siciliano di fama nazionale con alti riconoscimenti, cede le proprie opere composte da sculture e quadri per motivi di salute. Ottimo investimento. Telefono: 3483194060

=====

-Affittasi locale 60 mq, completo di servizi, in posizione centrale nella piazza di Canneto-Lipari sulla Marina Garibaldi (accanto al Tabacchino). Preferenza per soggetti a carattere pubblico, della Pubb. Amministrazione o, in alternativa, per attività commerciale di sola vendita. Per info telefonare al n. 3386040718

1609660_1380756705522546_1581012302_n (Small).jpg

Cari amici lontani e vicini,

L’era dei signori e signore con lo strascico del benvenuto che risorgerà dopo aver toccato il fondo più profondo per sommergere la normalità dei tempi racchiusi dentro il recinto dell’età. Le pippate invernali inducono ai sogni televisivi nel "verso giusto", tentando di "raddrizzare" tutto ciò che vira al "contrario". Solo giornali come il Notiziario riescono ad esprimere chiarezza di specchiature che ormai durano nel tempo. Perché non ci sono elettori ma lettori tanti quanti i loro pensieri di libertà e giustizia.

Il resto scompare nel raddrizzatismo e rianimatismo delle storielle anche di isolana memoria. Mentre il tutto, figlio del niente, s’infrange lungo il corso di nuove realtà. E’ la realtà la materia prima per ricondurre alla normalità i divi politici che il mondo offre anche a loro insaputa. La natura deve coincidere con la norma sia spessa che sottile dove le antiche cotonature cercano di nascondere beatamente le facce calibrate al muschio del dopo pioggia.

Dal sole libero delle Eolie BuoNotiziario a tutti!

Milano, il carabiniere che ha salvato un ragazzo dall'incendio: «Ho sfondato la porta col telaio di una bici, ho visto un piede, ho tirato»

L'incendio in via Arquà e il maresciallo Giuseppe Merlino

Giuseppe Merlino, figlio dell'ing. Salvatore, e nipote del nonno Pino, il maresciallo che ha salvato un ragazzo dall'incendio di via Arquà: «Ho sfondato la porta col telaio di una bici, ho visto un piede, ho tirato»

di Matteo Castagnoli

Il carabiniere 30enne sabato sera passava da via Arquà per un controllo con un giovane collega. «C'era fumo ovunque, gridavamo di uscire. Un vicino ci ha indicato quella porta, era sicuro che c'era qualcuno»

«L’incendio era ancora vivo. Allora mi sono messo a carponi, trattenendo il respiro. Poi ho visto delle gambe. Ho trascinato quel corpo per un piede: pensavo di aver tirato fuori un cadavere». Quel corpo era il 29enne pakistano inquilino al secondo piano della palazzina in via Arquà 16, dove sabato sera è scoppiato un incendio. Il bilancio: tre appartamenti inagibili, persone evacuate e cinque soccorsi tra cui quattro bambini. E se quel ragazzo, di professione rider, lotta per la vita al Niguarda è soprattutto grazie al maresciallo Giuseppe Merlino30 anni, del Nucleo Radiomobile di Milano. Non pensava sarebbe dovuto entrare in quella palazzina a due passi da via Padova. Era passato per uno dei normali controlli a bordo di una gazzella del Radiomobile. Al volante c’era un collega carabiniere. Ma «in strada abbiamo notato un gruppo di persone». Che li fermano: «Siete arrivati», esclamano. «Ma arrivati per cosa?» si domandano i due militari. «C’è un incendio, la risposta».

Era successo da pochi minuti.
«Sì, le scale erano piene di fumo. E le fiamme che si vedevano dalla finestra erano ancora alte».

Cosa avete fatto?
«Urlavamo alle persone di scendere. Ci siamo divisi le scale, bussando a tutte le porte e accompagnando gli inquilini per la scale: non si vedeva nulla. Qualcuno era titubante e l’abbiamo dovuto convincere. L’appartamento l’avevamo dato per spacciato».

E invece...
«E invece è successo che mi ha avvicinato una persona che era al telefono con il proprietario della case in fiamme. Erano certi che dentro ci fosse qualcuno».

Era così. E l’ha salvato.
«Non mi era mai successo nulla del genere. La porta era ustionante. Prima ho provato a sfondarla con dei calci. Poi ho usato il telaio di una bici come ariete. Una volta aperta, dopo qualche minuto, sono stato investito dal calore. Ma mi sono detto: “Ce la faccio”. Ho visto quel corpo dopo aver gattonato per un paio di metri e l’ho afferrato per un piede. A sua volta il collega, che mi aveva raggiunto, mi ha tirato per la gamba e così abbiamo recuperato il ragazzo».

Poi?
«Pensavamo fosse morto. Abbiamo provato a rianimarlo. Era ustionato e non respirava più. Finché dopo tre/quattro manovre ha ricominciato. Allora me lo sono caricato in spalla e sono corso fino all’incrocio con via Padova dove mi dicevano fosse appena arrivata un’ambulanza. Quando l’ho vista ho urlato: “È vivo, respira”».

Anche lei è stato portato in ospedale.
«Sì, sono tornato in via Arquà ma a quel punto erano arrivati gli altri soccorsi. Quindi mi sono fermato e sono stato portato al Fatebenefratelli per gli accertamenti».

Esito?
«Siamo usciti alle 5 del mattino. Ero un po’ intossicato. Due giorni di prognosi. D’altronde ero entrato senza mascherina. È andata bene che non abbia preso fuoco anch’io».

Se chiude gli occhi, quale immagine le rimane impressa di quella sera?
«Quando il 29enne ha ripreso a respirare. Senz'altro. L'euforia e l'adrenalina per salvarlo sono schizzate».

Un esempio di coraggio.
«Se lo sarò, sarò contento. Per esempio, il carabiniere che era con me, era al primo turno di Radiomobile. Speriamo che quanto successo serva a spiegare a tanti giovani colleghi cosa sia il nostro lavoro».(corriere.it)

Via Mazzini - Acquacalda  98055 Lipari +39-0909821088 info@hotelcutimarelipari.com 

Immagine WhatsApp 2023-12-08 ore 09.31.46_c7de2980.jpg

859696_547840498579555_1125419784_o.jpg

382446283_6651966594889308_3884591930643172830_n.jpg

53606_374751539277543_1652406072_o.jpg

di Fabio Famularo

Carissimo direttore,

Lei che è molto attento, ci aiuti nella nostra campagna ecologista contro la mala movida che a Stromboli continua a imperversare, faccia sue le nostre segnalazioni anche di questi giorni e ci aiuti a portare la croce...

Nonostante siamo a fine settembre le cattive abitudini restano...vita notturna, sporcizia diurna. E come sempre, nessuno vede, nessuno sente, nessuno parla...

Si schieri dalla parte di chi vuole preservare la bellezza di queste isole e per il rispetto dell'ordinanza che qui da noi pare non aver attecchito...

383092641_6651967351555899_3331682879377411047_n.jpg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

378559778_6614178445334790_6275879769830815630_n.jpg

Stromboli, Piscita': post movida...

Stromboli che non mi piace, mentre ad altri a quanto pare, invece, piace tantissimo... e minimizzano.

Non vedono, non sentono, non parlano...

378235177_6614178698668098_5435674093681298522_n.jpg

369592576_10230629917274327_8752869157558079024_n.jpg

di Silvia Carbone

Il mio bellissimo Ruccio 

e509e6f1-92b0-40d1-9004-9fb9996a2905.jpeg

Martedì 8 agosto, a partire dalle ore 18.00 in via Roma a Malfa si terrà la 18° edizione dell’Isola di Malfa.
L’evento, promosso ed organizzato dal Comune di Malfa, prevede l’esibizione di artisti, l’esposizione di artigiano locale, design e musica.

Esporranno le loro creazioni Annamaria Ferrero, Simona Rinciari, Rosa Lombardo, Nina Melan, Cristina Ferraro, Serena Calderoni, Paola Di Giorgio, Loredana Salzano, Alfio Siscaro, Giuseppe Morelllo, Marina Suma, Francesco Iannello, Pinella Palmisano, Francesca Thermes e Giuseppe Zoccali.

Saranno allestite, inoltre, tre postazioni musicali, dove si esibiranno i musicisti Giuseppe Urso, Giosi Infarinato, Matteo Podetti, Paolo Vivaldi, Sasso Battaglia - “il contrabbasso nel rock’n roll” - e la SMS Live Band.
La locandina dell’evento è stata realizzata da Serena Calderoni, che dipingerà dal vivo durante la manifestazione.

65cd03ef-3284-45d7-88d1-223e6b277fcb.jpeg

Armonie dell'Isola IV edizione.jpg

Il 4 e 5 agosto Euterpe 2023 si rinnova sull’Isola di Salina l’appuntamento con la IV edizione del festival di musica classica “Armonie dell’Isola”, promosso dall’Associazione Culturale Euterpe dal Comune di Santa Marina Salina. Anche in questa edizione i concerti si svolgeranno alle 19.00 nell’incantevole scenario del sagrato della chiesa di San Bartolomeo a Lingua.

Protagonisti del festival artisti del panorama internazionale che offriranno al pubblico pagine della letteratura musicale solistica e cameristica: i pianisti Salvatore Gitto e Ilaria Loatelli, il violinista franco-armeno David Haroutunian, la violista Barbara Ciccone, il violoncellista Matteo Parisi.

In programma nel primo concerto la celebre Dolly Suite di Gabriel Fauré per pianoforte a quattro mani; l’ultimo brano Le pas espanol ci condurrà nelle atmosfere iberiche della Suite Populaire Espagnole di Manuel De Falla per violino e pianoforte. L’esotismo spagnolo affascina tanto Maurice Ravel nella raccolta Miroirs, di cui si ascolteremo Une barque sur l’ocean per pianoforte solo, evocativo della “luce che colpisce la superficie delle onde e che genera innumerevoli riflessi”. Il primo concerto culminerà nel Trio n.1 op. 36 per violino, violoncello e pianoforte di Robert Schumann, capolavoro della letteratura cameristica romantica.

Il secondo programma musicale prevede in apertura i temi appassionati del trio op. 8 n. 1 di Shostakovich per violino, violoncello e pianoforte; a seguire il lirismo di Franz Schubert nella Sonata D821 per Arpeggione (nella versione violistica) e pianoforte. Il festival si concluderà con il brillante quartetto op. 25 n. 1 in sol minore per pianoforte ed archi di Johannes Brahms, il cui ultimo movimento Rondò alla zingarese coinvolgerà il pubblico con lo spirito delle danze ungheresi tanto caro al compositore.

L’ingresso ai concerti è libero.

“Armonie dell’Isola” è tappa preziosa di “Euterpe Eolie Festival”, l’ampia programmazione estiva dell’Associazione Culturale Euterpe che dal 2014 promuove iniziative culturali nell’arcipelago eoliano e nel territorio siciliano.

2f7bfeba-d28e-455c-9e77-38b56e99bae5.jpeg

ec0c75d2-269d-48af-a4ad-e2a0819f9fcb.jpg

AVVISO PUBBLICO camera iperbarica 270723_page-0001 (1).jpg

20934954_1133384873458635_7760995529881852696_o.jpg

di Danilo Conti*

NOTA IN RISPOSTA AL COMUNICATO STAMPA SULLA RIAPERTURA DELLA CAMERA IPERBARICA

Pur apprezzando l’impegno dell’amministrazione nel tentativo di trovare una soluzione al problema della camera iperbarica, facendo seguito al comunicato stampa sulla riattivazione per le sole emergenze, ci duole segnalare che il risultato non è stato purtroppo raggiunto, dapprima perchè le urgenze indifferibili erano gia’ garantite ed il problema riguardava soprattutto le prestazioni ambulatoriali in elezione e poi per quanto segue:

Non potranno purtroppo essere garantite al momento neanche le emergenze perchè sono in carico all’ospedale di Lipari due tecnici contrattualizzati dall’ASP Messina, uno dei quali in degenza post infortunio almeno fino al 15 Agosto ed il secondo assunto con un contratto che ha delle limitazioni operative per le quali in assenza del collega non può effettuare trattamenti in autonomia e certamente non possiamo chiedergli (dopo averlo fatto già per 10 anni) di assumersi tale responsabilità con alto rischio penale.

Non potremo certo pretendere che il tecnico di rientro dalla degenza possa garantire H24 e 7 giorni su 7 le emergenze, nè che debba rinunciare a dei turni di riposo.

Ci sembra alquanto strano che proprio l’ASP Messina, definiamola il datore di lavoro, non sia al corrente delle condizioni contrattuali per le quali il tecnico presente non può operare, pertanto la stessa o provvede immediatamente a modificare le condizioni contrattuali, visto che il tecnico è possessore di tutti i requisiti necessari, oppure cerchi di trovare soluzioni concrete e definitive e non a “spot” anche perché questa struttura ha un costo giornaliero per la comunità sia attiva che inattiva, per gli adeguamenti tecnici (spesi ben oltre 100.000 € negli ultimi anni), personale, collaudi etc.

Sarebbe oltretutto auspicabile che si trovassero soluzioni a lungo termine e non soluzioni tampone e un po' raffazzonate (convenzione Papardo attiva per 80 € netti ora per singolo professionista) che in caso di emergenza metterebbero comunque a rischio la carriera dei lavoratori e forse anche la vita del paziente. Che si proceda urgentemente con l’emissione di un bando nazionale per reperire un medico iperbarico per utilizzare la camera per curare tante altre patologie oltre che le urgenze.

Già in passato avevamo proposto una convenzione con una società nazionale che offre servizi in ambito iperbarico ma ASP Messina ha preferito investire diversamente le risorse disponibili.

A seguire un elenco di patologie per le quali la riattivazione della camera iperbarica sarebbe utile/vitale:

CATEGORIA 1°: Indicazioni indilazionabili, urgenti o per le quali l’impiego dell’O.T.I. è determinante.
∙ EMBOLIA GASSOSA ARTERIOSA - barotraumatica - traumatica - iatrogena

∙ MALATTIA DA DECOMPRESSIONE ∙ INTOSSICAZIONI ACUTE DA: - CO - Cianuri e sostanze metaemoglobinizzanti ∙
INFEZIONI ACUTE: - gangrena gassosa da Clostriti - infezione da anaerobi e/o aerobi dei tessuti molli (sottocutanei, fascia, muscoli) ad evoluzione necrotizzante - vasculiti necrotizzanti acute
∙ GANGRENA UMIDA ACUTA DELLE ESTREMITΆ IN DIABETICI ∙ LESIONI TRAUMATICHE:
- lesioni da schiacciamento - sindrome compartimentale - ischemia traumatica
CATEGORIA 2°: Indicazioni per le quali l’O.T.I. è di sicuro vantaggio da sola associata ad altre Terapie mediche o chirurgiche.
∙ INFEZIONI OSTEOARTICOLARI - Osteomielite acuta - Osteomielite cronica riacutizzata
- Osteoartrite settica- Sepsi in sede di protesi articolare in situ o rimossa - Pseudoartrosi settiche
ALTRE
- actinomicosi settiche
∙ RADIOLESIONI CON TENDENZA NECROTIZZANTE - osteoradionecrosi - mucosità, dermatiti, enteriti, proctiti, mieliti, cistiti, etc..
∙ ALTERAZIONI TROFICO-DEGENERATIVE-CIRCOLATORIE
a) ferite o piaghe torpide - da insufficienza venosa o arteriosa - diabetiche - complicanze post-chirurgiche settiche - decubiti (solo casi selezionati)- da ustioni termiche o elettriche

b) patologie ossee - algodistrofia post-traumatica - ritardi di consolidamento di fratture
- osteonecrosi asettica

c) patologie retiniche - retinopatia ischemica diabetica - retinite pigmentosa - distrofie retiniche - trombosi dell’arteria o della vena retinica d) trapianti o lesioni a rischio
e) sordità improvvisa
f) vertigini in ipoacusie fluttuanti
CATEGORIA 3°: Indicazioni per le quali l’O.T.I. può essere di vantaggio, ma che richiede le seguenti condizioni:
1. PRECISI PROTOCOLLI SPERIMENTALI
2. COLLABORAZIONE PLURISPECIALISTICA
3. CONTROLLI E/O MONITORAGGI PARTICOLARI
4. AMBIENTE ED ATTREZZATURE ADATTE
- ascessi intracranici - asma bronchiale - edema cerebrale acuto o post-ipossico - intossicazione da Amanita Phalloides - intossicazione da fumi di incendio - intossicazione da tetracloruro di carbonio - malattie autoimmuni - occlussione della carotide (diagnostico pre-operatorio) - piorrea alveolare - protesi infette non cementate - reimpianto di arti o estremità - traumi del midollo spinale - trombosi cerebrale (fase acuta o esiti)
- turbe del ritmo cardiaco su base ipossica

Tanto era dovuto,

*Comitato Amici dell’Ospedale 

xConvenzioneAOPapardoanestesiaLipari-signed1-signed.pdf 

dlg_00820_28-07-2023.pdf

Lipari, una giovane turista con l'elisoccorso è stata trasferita a Milazzo ed è stata ricoverata nel reparto di ginecologia

Foto spons alcolici.jpg

A Lipari l'unico centro commerciale aperto H24 è di Giuseppe Lo Schiavo sito in via Tommaso Carnevale di fronte l'Istituto tecnico.

Infinity H24 Distributori automatici di ultima generazione. A qualsiasi ora si possono trovare cioccolata calda, caffetteria, bevande, snack, shop di vario genere e tanti altri prodotti. Il nostro target di pubblico è compreso tra 14-35 anni info 0902006938

0e088060-7eea-43a3-9a92-aaf04a176dc0.jpg

Lipari, a Marina Lunga servizio super con i rifiuti nei pontili e in compenso non si spazza piu...

0a05c05d-3eca-460a-9615-4f00fc7fd0e7.jpg

Marina Lunga si conferma tra le strade piu' pericolose dell'isola e questa notte c'è stato un incidente con intervento dell'ambulanza e traffico bloccato per una quindicina di minuti fin quando il ferito è stato trasferito in ospedale.

Il 37enne stava attraversando la strada verso mezzanotte e improvvisamente è stato investito da uno scooterista.

"Si tratta di un caso serio" è trapelato dall'ospedale e si è in attesa di sapere dove il malcapitato dovrà essere trasferito con l'elisoccorso. 

In mattinata è stato trovato posto all'ospedale di Taormina e dopo il trasferimento con l'elisoccorso per politrauma è stato ricoverato in chirurgia. Sull'incidente indagine dei carabinieri.

Foto spons alcolici.jpg

A Lipari l'unico centro commerciale aperto H24 è di Giuseppe Lo Schiavo sito in via Tommaso Carnevale di fronte l'Istituto tecnico.

Infinity H24 Distributori automatici di ultima generazione. A qualsiasi ora si possono trovare cioccolata calda, caffetteria, bevande, snack, shop di vario genere e tanti altri prodotti. Il nostro target di pubblico è compreso tra 14-35 anni info 0902006938

24628210-6e29-42b6-a9a6-f83bf5d8901d.jpeg

Si è conclusa la prima edizione del "Lipari Camp" organizzato dall'ASD Lipari I.C.".
Nonostante sia stata la prima esperienza e con un alto numero di adesioni, siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo proposti:
favorire la socializzazione, far divertire i ragazzi ed offrire diversi spunti tecnici su cui lavorare grazie agli allenatori che si sono alternati nei vari gruppi.

Presidente e dirigenti ringraziano il responsabile del Camp Mister Alessandro Camattari, gli allenatori, il Coral Beach, le ragazze dell'animazione, i genitori che in modi diversi hanno collaborato ed infine, ma non per ultimi, i bambini e ragazzi che sono stati i veri protagonisti. Ci mancherete davvero.

Bellissima esperienza da ripetere.
Non possiamo che darvi appuntamento al prossimo "Lipari Camp 2024"

5ab13c64-bbb8-4216-80a8-50ab12af0981.jpeg

80822ce1-bc15-4c40-a0fa-d90a9e95e947.jpeg

Filicudi, abitanti e turisti in festa finalmente è arrivata l'ambulanza

7e3c4093-efc8-4c49-82bc-03583ce0dd19.jpeg

2574dd43-4d56-4db7-b057-e62785dd0e8c.jpeg

E' stata acquistata dall'Asp di Messina e sarà gestita dai volontari dell'associazione "Misericordia". 

L'arrivo è stato salutato con soddisfazione dal delegato municipale Stefano Rando che dice "adesso ci sentiamo piu' tranquilli e sereni...". 

Filicudi, "Villa La Rosa" di Stefano Rando il ristorante-Hotel aperto tutto l'anno

downloadklò.jpg
A Filicudi al centro dell’isola, "Villa La Rosa" di Stefano Rando, è il punto di ritrovo per tutti: isolani e turisti. "Villa La Rosa" offre servizio alberghiero con camere comode e confortevoli, in zona riservata distante 50 metri dal ristorante, dal bar, dalla discoteca.
 
Ogni sera si balla gratis. Il rinomato ristorante, gestito dallo chef Adelaide Rando, offre specialita’ eoliane principalmente a base di pesce fresco. Ben fornita la carta dei vini ed il bar.
 
Le camere di Villa la Rosa lasciano intatta l'atmosfera delle case eoliane. Da ogni stanza si accede ad terrazzo riservato, con il tetto ricoperto di fascine esiccate al sole. Davanti alle camere un ampio giardino solarium. Tariffe competitive e qualità del servizio sono i motivi per cui un’affezionata clientela viene ad albergare a "Villa La Rosa". Info Via Rosa, 24, 98050 Filicudi Telefono: 090 988 9965
download (1)gh6.jpg

 

348504006_3234182090206202_2365800159741731354_n.jpg

Il racconto “Il Faro e la Marea” di Enzo Decaro attore, autore teatrale e televisivo, illustrato dall’artista Loredana Salzano e edito dal Centro Studi, sarà presentato il 24 a Napoli alle ore 19,00 alla libreria iocisto. Dialogheranno con gli autori Federica Flocco, Cristina Marra e Daniela Marra e la presentazione-evento sarà accompagnata dagli interventi musicali degli artisti Francesca Curti Giardina e Rosario Rey Penza.

Decaro, che insieme a Lello Arena e Massimo Troisi creò il famoso trio comico La smorfia, è interprete teatrale e di fiction di successo tra le quali “Provaci ancora prof” in coppia con Veronica Pivetti, è tra gli interpreti di E’ stata la mano la mano di Dio di Paolo Sorrentino, vincitore di due premi al festival del cinema di Venezia 2021 e 5 ai David di Donatello. Ai luoghi di mare, con un chiaro riferimento alle isole Eolie e a un rinnovato senso di comunità che cancelli l’individualismo imperante nella nostra società, l’attore napoletano dedica il racconto “Il Faro e la marea” con prefazione di Cristina Marra.

Siamo tutti un po' faro e un po' marea: in ognuno di noi coesistono l'energia maschile (del fare) e quella femminile (dell'essere); e nel difficile cammino per diventare 'Persone', al di là dell'identità di genere, questo equilibrio va ricercato dentro ognuno di noi per essere poi portato all'esterno e condiviso. - afferma Decaro coadiuvato nel suo racconto, dai disegni dell’artista Salzano. Conosciuta come Nostra signora dei Vulcani, Loredana Salzano, campana di nascita, da oltre quindici anni vive e lavora tra Roma e le Eolie, ha con le sette sorelle del Tirreno un fortissimo legame artistico e “vulcanico” e le sue opere sono un mix sempre originalissimo ironico e onirico sospeso tra arte, pensiero e design.

IMG-20230615-WA0020 (1).jpg

IMG-20230518-WA0014.jpg

Etna, esplosioni dalla Bocca Nuova e sciame sismico

L'Etna sembra avviarsi verso un incremento di attività vulcanica e avere nuove eruzioni. L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania, con un nuovo bollettino, rende noto che "dalle analisi delle immagini della telecamera termica di Bronte, si osserva a partire dalle ore 15 circa di questo pomeriggio un' attività esplosiva al cratere Bocca Nuova".

Al momento non si segnala emissione di cenere, ma dalla città e dai paesi etnei della costa, è a tratti visibile una lunga nube di fumo biancastro. Il modello previsionale AshMalta indica una possibile dispersione dei materiali vulcanici in direzione est, verso Acirealle-Giarre. Non diminuisce il tremore vulcanico, la cui ampiezza continua a subire un incremento su valori alti.

RASSEGNA STAMPA GDS.IT

L'Etna tiene tutti in allarme: esplosioni dalla Bocca Nuova, il maltempo copre la vetta 

con il video e foto del nostro direttore Bartolino Leone

Vulcano cratere vietato fino al 26 maggio

VULCSEN.jpg

 

 

501ce98b-a0af-472e-8fd7-cdc25ca85419.jpeg

Mediterranean Health Innovation Hub tra le imprese invitate alla Conferenza bilaterale Italia/ Ucraina per la ricostruzione dell’Ucraina

L’Istituto Clinico Polispecialistico C.O.T. di Messina e il Consorzio ELIS presenti tra le 600 imprese invitate all'incontro organizzato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, alla presenza del Premier Meloni e il Premier Ucraino Denys Shmyhal

Il C.O.T. – Istituto Clinico Polispecialistico, in qualità di capofila dell’Hub, e il Consorzio ELIS, socio fondatore M.H.I.H., sono stati invitati a prendere parte alla discussione di interventi e progetti attraverso i quali l’Italia può offrire contributi concreti alla resilienza e alla ricostruzione dell’Ucraina.

La Conferenza si è svolta a Roma nei giorni scorsi nel salone dei congressi della Farnesina ed è stata organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con l’Agenzia ICE. Un incontro di alto profilo istituzionale e imprenditoriale che ha coinvolto i massimi livelli del Governo Italiano e del Governo Ucraino, della Commissione Europea e delle principali Istituzioni Finanziarie Internazionali (IFI) impegnate nel Paese.

La presenza dei Premier dei due paesi alla conferenza, ha sottolineato l’impegno dell’Italia a muoversi come “sistema paese” e non come iniziative singole di alcune imprese come è accaduto in passato.

La rete di imprese del Mediterranean Health Innovation Hub è di largo interesse per il Governo Nazionale, proprio per le imprese che ne fanno parte, capaci di fare rete e partecipare a progetti al di fuori dei confini, come è già successo per il progetto in Palestina. In questo territorio Consorzio Elis e Cot hanno portato avanti un importante progetto di cooperazione in campo sanitario.

Durante i tavoli di discussione e approfondimento settoriale, uno dei temi centrali è stato quello della Salute. Le imprese presenti hanno portato il proprio punto di vista nella definizione del piano di sviluppo del sistema sanitario ucraino, da attuare entro il 2030, in termini di infrastrutture, innovazione, ricerca, formazione e digitalizzazione.
“Fare rete è oggi fondamentale, perché solo lavorando insieme è possibile valorizzare il territorio. Oggi nessuna azienda può vivere da sola. Più sei connesso, più sei in contatto con gli altri, più hai la possibilità di capire il mondo che ti circonda – ha detto Marco Ferlazzo, Presidente del Mediterranean Health Innovation Hub - La nostra è una scommessa sul futuro, alle sponde tutte del Mediterraneo. È un ponte connettivo tra conoscenze e saperi”.

Il prossimo step è la creazione di una task force ministeriale che permetterà di individuare come utilizzare le risorse destinate a tale ricostruzione che è già cominciata ove possibile.

Video di Giovanni Sardella

841819fc-a144-4fb0-9c56-e643307b56be.jpeg

Vulcano - Vandalizzata nella notte l’area limitrofa alla pozza dei fanghi.

Ignoti, hanno divelto sia ampie parti della recinzione in legno, posizionata, a suo tempo, dalla Geoterme per gestire gli accessi, sia le strutture che erano state poste nel momento in cui, nel giugno del 2020, il sito era stato sequestrato dalla procura di Barcellona per presunti illeciti edilizi.

Nei giorni scorsi, attraverso varchi creati nella recinzione, alcuni turisti erano penetrati all’interno della pozza dei fanghi per farsi il bagno. E non è la prima volta...

Rassegna Stampa GDS.IT

Vulcano, assaltata dai vandali l'area vicina alla pozza dei fanghi

Vacanze in sicurezza, a Vulcano il decalogo delle cose da non fare

Lipari, parte la processione e spunta il sole: una Pasqua all'insegna della pace

Oltre 100 figuranti per il ritorno della Via Crucis vivente a Lipari

Migranti, pronta la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale

Il marito trasferito a Messina, lei si separa e lascia il lavoro: il mantenimento non le spetta

Trovate in fondo al mare trapanese le carlinghe di due aerei della seconda guerra mondiale

Il nuovo anno scolastico in Sicilia partirà il 13 settembre, il 2 novembre sarà vacanza

Scala dei Turchi, Federica Pellegrini denuncia la violazione dei divieti. Il sindaco: troveremo gli incivili

Camera dei deputati, al via un concorso per ragionieri: i requisiti e le prove

eebcea45-06d7-496f-91de-3ee95dc478cf.jpeg

340698897_617783839804618_7842240798753919903_n.jpg

13308381_957284701052965_7095278325173616672_o.jpg

di Marco Mazza

Io comunque più che dalla colomba mi devo ancora riprendere nell’aver scoperto come si intitola la melodia che suona la meravigliosa banda di Lipari durante la processione di Pasqua

Bud Spencer ne sarebbe fiero

#lecosechenonvuoiscoprire

331531170_2408755892622571_6263640137285986075_n.jpg

Santino Rossello quando indossava la divisa di vigile urbano a Salina...