1458430_597158566998466_2007760049_n.jpg

di Christian Lampo*

GRAZIE, MILLE VOLTE GRAZIE a tutte le attività commerciali e alcuni singoli cittadini, ivi compresa la ditta che sta ultimando i lavori sul lungomare di Canneto, i quali, volontariamente hanno assunto l'impegno di innaffiare con cadenza giornaliera…. chi una palma, chi due e addirittura tre palme........elenco di chi sta collaborando con la speranza di non dimenticare nessuno (eventualmente mi scuso a priori).

Partendo da nord verso sud...........Punto arte di Paolo Mezzapica, il lido Canneto Beach di Gaetano Favorito, AEolian Net Di Lorenzo Aiello, Pescheria Tonino Fonti, Agenzia Volcano treck di Livio Sciacchitano, Farmacia Giulia Morsillo, Palano edilizia, Papisca Bar di Gianni, Supermercato Spesamia di Patrizia, Signori Tullio Raffaele, Sandro Merlo e Carlo Merlino, e Signora Vera Puglisi, Frutta Più di Fabio Currò, Ristorante- Pizzeria La Brisa del Sig. Filippo.......Ritrovo Bar 17 di Favaloro, Lido Las Palmas , Lido Amarea, Residence Mistral.

Le palme sono in forte sofferenza specialmente alcune, ma se curate come stiamo facendo riusciranno a riprendersi. Hanno subito uno shock, infatti una pianta soffre di foglie appassite dopo il trapianto, così come una serie di altri sintomi, dovuto solitamente al modo in cui è stata trattata durante il processo di trapianto.

Uno dei peggiori colpevoli è il reimpianto della pianta nel momento sbagliato.......ma questo (per fortuna) non è il caso nostro.... perche il periodo migliore per trapiantare una palma….è proprio questo, maggio e giugno.........Le radici delle palme sono infatti fragili e nella fase di trapianto si possono danneggiare soprattutto quando la pianta non ha ancora fatto presa sul terreno...

Dunque Grazie ancora a tutti e avanti così.

*Consigliere comunale di maggioranza

Il Presidente della Regione Musumeci, nei giorni scorsi, ha premiato 167 comuni Siciliani, ritenuti fra i più ricicloni, (avendo superato abbondantemente, la quota del 65% di raccolta riciclata), con una somma di euro 8.982,04, che andrà divisa, fra gli stessi comuni, in base ed in proporzione alla popolazione.
Un risultato, che premia gli Enti Locali più virtuosi e che potrebbe rappresentare, per il nostro territorio un obbiettivo futuro.

Proprio a tal proposito, attraverso le colonne di questo illustre quotidiano on-line, ancora una volta, come "Associazione Canneto per Noi", vogliamo rilanciare e promuovere l'istituzione dei "Ccr", Centri comunali di raccolta fissi, e mobili, vista la peculiarità del territorio comunale di Lipari, caratterizzata e frammentata in numerose frazioni e isole.
A tal proposito avevamo, sempre come Associazione, proposto l'istituzione di postazioni mobili con carrellati, da posizionare nelle Piazze o "slarghi" delle frazioni, seguendo un calendario fisso ( ad esempio lunedì Canneto, martedì Acquacalda, mercoledi Quattropani etc etc. comprese le altre isole).

I Centri di raccolta, rappresentano, per una comunità come la nostra, una vera e propria opportunità, per incentivare e aumentare la percentuale di raccolta differenziata, oltre ad offrire un comodo servizio.
Infatti i Centri di raccolta, altro non sono, che dei luoghi, dove poter conferire comodamente i propri rifiuti, raccolti in modo differenziato, magari con lo stimolo e l'incentivo, di uno sconto sulla TARI, previsti dal regolamento comunale, ovviamente, dopo una pesatura degli stessi e dietro la presentazione della tessera sanitaria.

Va ricordato che, i Ccr (Centri comunali di raccolta) permettono di conferire, alcune tipologie di rifiuti, fra i quali, oli esausti, apparecchi elettronici ed elettrici, sfalci e ramaglie, nonché rifiuti urbani pericolosi, altrimenti difficilmente smaltibili, ma anche carta, cartone , plastica, vetro, legno etc. etc.
Insomma una opportunità da non perdere e promuovere sin da subito.........Perché, più che un obbligo, RICICLARE è una necessità.

*Presidente associazione "Canneto per noi"

260198439_320767239886264_6080500142575533464_n.jpg

Isole di Sicilia, il bilancio della Bit di Milano

278571967_10225276202765622_5227648855580285698_n.jpg

Islands of Sicily, la Destination Marketing Organisation delle Isole Minori della Sicilia, alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, ospite della Regione Siciliana, rilancia il partenariato pubblico privato per uno sviluppo turistico sostenibile del territorio.

La prima BIT utile, dopo lo stop dovuto alla pandemia, è stata l’occasione utile per ripartire con l’azione di promozione istituzionale; ascoltare il mercato ma anche per riproporre il brand delle piccole isole siciliane: un mix eterogeneo e vincente, il cui appeal era già stato testato con successo sui mercati tedesco ed inglese nel 2019.

La conferenza stampa in BIT è stata focalizzata sul tema della sostenibilità e quindi della transizione ecologica; di come il raggiungimento degli obiettivi di Agenda 20-30 e quelli di turismo sostenibile dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, rappresentino non solo un obbligo etico e morale ma anche una grande opportunità di sviluppo per le isole minori.

Grazie alla collaborazione con le pubbliche amministrazioni locali, è stato possibile fornire uno spaccato dei progetti che saranno presentati a valere sul Programma Isole Verdi, finanziato attraverso il PNRR, i cui termini di presentazione delle schede scadono proprio oggi, 13 aprile.

Si tratta di progetti di grande rilevanza strategica – ha spiegato Christian Del Bono, presidente di Islands of Sicily - che comporteranno una svolta significativa in termini di: efficientamento energetico e idrico; mobilità sostenibile; gestione del ciclo rifiuti; economia circolare e produzione di energia rinnovabile. Gli interventi previsti, come si è avuto modo di vedere, spaziano dai dissalatori agli impianti ad energia rinnovabile (fotovoltaico, moto ondoso, biomasse, pale offshore), dall’acquisto e agli incentivi per i mezzi elettrici e ibridi alla realizzazione delle compostiere di comunità, alle aree di trasferenza e agli scarrabili compattanti.  A tali fondi riservati alle isole (ben 153 meuro per quelle siciliane) vanno aggiunti quelli previsti sul PNRR per tutti i comuni italiani e quelli destinati alle imprese del comparto turistico.

Sono quindi stati passati in rassegna alcuni casi di eccellenza che da anni operano sul territorio, contribuendo ad innescare e mantenere quei processi virtuosi che tendono ad indirizzare concretamente le isole sul percorso della sostenibilità ambientale, sociale e quindi anche economica.

L’associazione Nesos che da oltre 20 anni si occupa di ecoturismo alle Eolie, spendendosi anche nell’organizzazione di importanti attività culturali e di sensibilizzazione locale. Il Filicudi Wildlife Conservation che oltre a svolgere attività di ricerca, educazione ambientale e soccorso alle tartarughe, organizza escursioni naturalistiche con l’ausilio di biologi marini.

Alessandro Fabrizi ha presentato l’ottava edizione (25 giugno - luglio) della festa di Teatro Eco Logico che anche quest’anno, a Stromboli, metterà in scena una serie di spettacoli “a spina staccata” e quindi senza l’ausilio di effetti ed energia elettrica per rigenerare un dialogo intimo e reciproco con l'ambiente circostante. Illustrata anche la metodologia del progetto Interreg “Emblematic plus” - applicata a Stromboli col supporto del GAL Tirreno Eolie - per la creazione dii eco-itinerari. Un plauso anche al Cappero DOP delle Isole Eolie che attraverso l’istituzione della DOP e l’applicazione del relativo disciplinare consente da un paio di anni di “certificare” prodotti locali di eccellenza. Intervistata, quindi, Martina Caruso, più giovane stella Michelin di Italia già nel 2016, che ha spiegato come anche la cucina di eccellenza può diventare veicolo di promozione e di valorizzazione del territorio e delle produzioni locali. Spazio anche al progetto, ormai da anni divenuto felice realtà, della Cantina Castellaro di Lipari e di come questa, nata integrandosi perfettamente nel territorio, utilizzando risorse naturali, nel rispetto dell’architettura e della storia locale, proponga ormai rinomate visite in vigna e degustazioni al tramonto. 

Massimo Bellocchi dell’hotel I Dammusi di Calacreta ha spiegato come anche per una piccola realtà familiare sia possibile adottare com successo un sistema di certificazione ambientale ed operare nel rispetto delle regole e dell’ecosistema circostante.  È stato quindi evidenziato il caso della Spiaggia dei conigli di Lampedusa – nella zona A della riserva naturale dell’Isola di Lampedusa, gestita da Legambiente – spiegando come possano benissimo coesistere tutela, valorizzazione e marketing turistico: eletta dagli utenti di TripAdvisor quale spiaggia più bella al mondo nel 2013 e per più anni (incluso il 2022) quale spiaggia più bella d'Europa.

È stato rimarcato come a Pantelleria il 28 luglio 2016 sia stato istituito il primo Parco Nazionale in Sicilia e di come questo rappresenti un potente strumento per la valorizzazione ambientale e culturale nonché di manutenzione e gestione del territorio.

Presentato, inoltre, l’Observatory Global Index di Greening the Islands; un percorso di monitoraggio ambientale già adottato dalle isole di Favignana, Helgoland e Creta e che sarà presto testato anche a Lipari.

Salvatore Livreri, direttore dell’AMP delle Egadi, ci ha parlato delle Aree Marine Protette di Ustica, delle Egadi e delle Pelagie, spiegandone la trasformazione da strumenti di tutela a vere e proprie agenzie per lo sviluppo sostenibile del territorio; con numerosi progetti di tutela e valorizzazione condotti in sinergia ed in modo complementare con le amministrazioni locali.

Ha chiuso la conferenza Valeria Silvia di Pantelleria Islands che oltre a presentare la sua isola come metà eco-turistica sia per i mercati interni quanto per quelli interazionali, ha illustrato le diverse proposte di vacanza indirizzate ad un target di visitatori che sull’isola non si accontenta del mare e del sole ma che punta a scoprirne le tradizioni, la storia, i percorsi naturalistici e le diverse esperienze ricche di contenuti e significati. Ha quindi presentato l’evento “The Islands”, l’experience festival che si terrà a Pantelleria dal 2 al 5 giugno, totalmente alimentato ad energia rinnovabile attraverso un campo fotovoltaico donato da Plenitude.

 

Pnrr:isole minori siciliane puntano su transizione ecologica

“La prima borsa del turismo (Bit) di Milano, utile, dopo lo stop dovuto alla pandemia, è stata l’occasione utile per ripartire con l’azione di promozione istituzionale; ascoltare il mercato ma anche per riproporre il brand delle piccole isole siciliane: un mix eterogeneo e vincente il cui appeal era già stato testato con successo sui mercati tedesco ed inglese nel 2019”. Lo dice Christian Del Bono, presidente della federalberghi delle isole di Sicilia. 

   “Gli incontri con gli operatori – spiega - sono stati focalizzati sul tema della sostenibilità e quindi della transizione ecologica; di come il raggiungimento degli obiettivi di Agenda 20-30 e quelli di turismo sostenibile dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, rappresentino non solo un obbligo etico e morale ma anche una grande opportunità di sviluppo per le isole minori. Grazie alla collaborazione con le pubbliche amministrazioni locali, è stato possibile fornire uno spaccato dei progetti che saranno presentati a valere sul Programma Isole Verdi, finanziato attraverso il Pnrr, i cui termini di presentazione delle schede scadono il 22 aprile". 

  "Si tratta di progetti di grande rilevanza strategica – spiega - che comporteranno una svolta significativa in termini di efficientamento energetico e idrico; mobilità sostenibile; gestione del ciclo rifiuti; economia circolare e produzione di energia rinnovabile. Gli interventi previsti spaziano dai dissalatori agli impianti ad energia rinnovabile (fotovoltaico, moto ondoso, biomasse, pale offshore), dall’acquisto e agli incentivi per i mezzi elettrici e ibridi alla realizzazione delle compostiere di comunità, alle aree di trasferenza e agli scarrabili compattanti.  A tali fondi riservati alle isole (ben 153 mila euro per quelle siciliane) vanno aggiunti quelli previsti sul Pnrr per tutti i comuni italiani e quelli destinati alle imprese del comparto turistico”.(ANSA)

Ginostra, vento forte e difficoltà per elisoccorso. Pista non funzionale

Ginostra – Vento forte e difficoltà per l’elicottero del 118 per soccorrere un turista tedesco, villeggiante di Ginostra, piccolo borgo delle Eolie. L’uomo ha accusato un malore e la guardia medica ha richiesto l’intervento dell’elisoccorso per trasferirlo in un ospedale di Messina. Il velivolo a causa delle raffiche di vento di scirocco, ha dovuto fare alcuni giri prima di poter atterrare nella pista eliportuale che – segnalano gli abitanti – “è sprovvista della manica a vento e le luci andrebbero allacciate all’impianto elettrico, mentre funzionano grazie ad un gruppo elettrogeno”.

 

PROSSIME ELEZIONI COMUNALI.
Potrebbe essere una grande opportunità per i giovani EOLIANI...una sorta di laboratorio, dove far crescere la futura CLASSE DIRIGENTE POLITICA EOLIANA, ovviamente non con i soliti slogan, ma con sani principi, coltivando il coinvolgimento, la condivisione, la partecipazione attiva.......sempre e soprattutto nel rispetto dei sani valori, quale l'onestà, il rispetto, la legalità, l'amore per la collettività ed il bene comune.........

Ecco cosa potrebbero essere le prossime amministrative a Lipari.....
una fucina per tutti quei giovani, stanchi di subire le decisioni altrui, pronti e con tanta voglia, di costruirsi il proprio futuro, senza delegare gli altri, senza aspettare che il CAMBIAMENTO DELLE NOSTRE ISOLE CADA DAL CIELO, O ARRIVI DAL MARE (condizioni meteo permettendo).

Ecco cosa potrebbero essere le prossime amministrative a Lipari.....
una palestra che possa formare e RINNOVARE LA CLASSE POLITICA EOLIANA.........
GIOVANI EOLIANI FATEVI AVANTI! Voi siete il futuro delle ISOLE EOLIE, Voi siete capaci di correre verso nuovi traguardi, verso il CAMBIAMENTO VERSO IL RINNOVAMENTO.......
E SE PROVANO A RUBARVI IL FUTURO, REAGITE, RIBELLATEVI, INDIGNATEVI...............

NOTIZIARIOEOLIE.IT

24 SETTEMBRE 2021

L’intervista del Notiziario a Christian Lampo, il nipote del Vescovo

276001483_10225137967069816_528992984900922477_n.jpg

275943108_10225138593485476_4931496014975188544_n (1).jpg

Eolie, isole minori per lo scirocco semi isolate 

Lipari – Alle Eolie soffia lo scirocco e le isole minori ancora una vola hanno difficoltà nei collegamenti con aliscafi e traghetti. Il vento forte da sud est e soprattutto i porticcioli esposti alla risacca non hanno permesso l’attracco a tutte le corse di linea.

L’aliscafo della Liberty Lines partito da Milazzo all’alba al comando di Maurizio Castrogiovanni pur con difficoltà ha operato a Stromboli, Ginostra e Panarea. La corsa successiva invece ha dovuto saltare gli scali di Stromboli, Ginostra, Panarea e ha operato a Salina, Lipari, Vulcano e proseguito per la città Mamertina. Anche Filicudi e Alicudi, nell’altro versante sono rimaste isolate. Gli aliscafi da Milazzo per Vulcano, Lipari, Salina e ritorno viaggiano regolarmente anche se con difficoltà per gli approdi.

A Lipari utilizzano lo scalo alternativo di Punta Scaliddi e in rada si fa la fila. Da Lipari per Vulcano e Milazzo è partita la nave della Siremar. E dalla città Mamertina la nave Ulisse della Siremar-Ngi

VIDEO

274889686_10225137967229820_8119077827280247486_n.jpg

 

Il 31 marzo finirà (finalmente) lo stato di emergenza, causato dalla pandemia da Sars CoV 2, con l'obbiettivo e la speranza di ripartire più forti di prima. Parola d'ordine "RIPARTIRE", anche e soprattutto dai "GIOVANI", ai quali, la temporanea sospensione, (anche per lunghi periodi), delle attività educative, scolastiche, ricreative e sportive in presenza, la chiusura di spazi e luoghi di ritrovo, la necessità di mantenere il distanziamento, hanno rappresentato un sacrificio ed una negazione di esperienze e momenti di socialità, che sono fondamentali allo sviluppo del bambino-ragazzo.

E proprio dai GIOVANI, bisogna cominciare a "ri-costruire" un presente e un futuro migliore, creando e promuovendo attività e progetti, con al centro, proprio quell'aggregazione giovanile, che il Covid ha letteralmente annullato in questi due anni.
Promuovere e programmare dunque, l' aggregazione e la socialità giovanile, attraverso quegli strumenti quali, la cultura, l'arte, la musica, il volontariato, il teatro, lo sport, la riscoperta della storia e della cultura Eoliana e di tutte quelle attività, che mettano in primo piano, l' accrescimento dell'identità personale, che permetta ai ragazzi, l'acquisizione e lo sviluppo di competenze, al fine di risvegliare in loro..... la "voglia del fare", la "voglia di imparare", "la voglia di essere parte attiva della nostra comunità Eoliana".

E dalle colonne di questo quotidiano, lanciamo l'appello a tutti gli attori attivi e propositivi del nostro territorio, le Associazioni, l' Amministrazione Comunale, la Chiesa, i Comitati e tutte le persone di buona volontà, affinché possano lavorare in sinergia, al fine di creare opere di coinvolgimento dei giovani, in attività e iniziative con obbiettivo " la crescita e lo sviluppo dei Giovani", e visto il particolare momento funestato dalla guerra in Ucraina, anche in opere di volontariato con il motto
" FARE DEL BENE, AIUTA A STARE BENE".

Carlo Lanza di Stromboli protagonista anche alla Haif Maratona Roma-Ostia

275363119_10225081941429210_2448450942830135042_n.jpg

Basket Eolie, ripresi i Campionati Regionali

WhatsApp Image 2022-03-06 at 21.55.20.jpeg
 
 
di Annalisa Piazza*
 
Sono ripresi nel week-end i Campionati Regionali di pallacanestro per le formazioni giovanili della Basket Eolie dopo il nuovo stop imposto dalla federazione.
 
Venerdì 4 marzo è stata la volta della formazione Under 16 che ha perso di 10 punti  in trasferta a Milazzo. Nonostante la sconfitta sono stati diversi gli spunti positivi per Coach Ciccio Megna che fanno ben sperare per il proseguo del campionato.
 
Domenica 6 marzo invece è toccato alle formazioni Under 13 Maschile e Under 13 Femminile impegnate in trasferta contro l’Alma Patti. Entrambe le formazioni hanno vinto giocando un buon basket e raccogliendo i complimenti degli addetti ai lavori ed il gradimento del pubblico presente.
 
Ricomincia adesso una settimana di allenamenti e partite caratterizzata dal doppio impegno casalingo per l’Under 16, mercoledì contro Svincolati Milazzo e sabato contro Torrenova, mentre venerdì trasferta per l’Under 13 Maschile contro l’OR.SA Barcellona e domenica trasferta a Messina per le ragazze dell’Under 13 Femminile contro Virtus Capo Peloro.
 
*Responsabile Tecnico – ASD Basket Eolie
 
WhatsApp Image 2022-03-04 at 15.57.20.jpeg
275421810_10225082546804344_6774335929221010052_n.jpg
 

Aeroporto e futuro sviluppo alle Eolie. Con l'approssimarsi della primavera, ecco affacciarsi la prossima stagione turistica (finalmente), che vedrà rinascere e rivitalizzare, le nostre isole, con attività frenetiche volte all'accoglienza e all' ospitalità di numerosi ospiti.
Ospiti-turisti, che evidentemente, avranno eletto e scelto le Eolie, come meta delle proprie vacanze, luogo dove venire a rilassarsi e trascorrere le proprie ferie.

Guardando al futuro, non possiamo esimerci allora, dall'affrontare la questione relativa all'accoglienza, rendendo le Eolie facilmente raggiungibili, non solo attraverso il mare, ma cominciando, a pensare seriamente a progettare e sviluppare, altre possibilità e alternative di arrivo e partenza.
La presenza di una struttura aeroportuale nelle nostre isole, avrebbe un valore fondamentale per le imprese turistiche e non solo, permettendo una crescita in generale per tutto il tessuto produttivo.

Un aeroporto alle Eolie, sarebbe fondamentale per assicurare la mobilità delle persone, garantendo quella continuità territoriale, spesso messa a dura prova dalle condizioni meteo marine avverse, aumentando altresì l’attrattività delle nostre isole, come meta turistica facilmente e comodamente raggiungibile.
Se pensiamo alle Isole della Grecia, su 74 isole (fra le maggiori) ben 29 sono dotate di un aeroporto, rendendole così, facilmente raggiungibili e accessibili a tutti, con un positivo impatto sia a livello economico, turistico e sociale, garantendo ai residenti una vita sicuramente più facile e meno isolata.

L'aeroporto delle Eolie non dovrebbe essere visto come un nemico, ma al contrario come un importante elemento di sviluppo, ovviamente nel rispetto della sostenibilità ambientale, di crescita, di sviluppo al servizio della comunità locale.
Bisogna cominciare a ragionare con l'obbiettivo di fare e dare nuove opportunità alle Eolie, con un progetto serio, condiviso e sostenibile, che permetta alle nostre fantastiche isole, di aprire una nuova finestra sul mondo.

273436550_10224957578360211_7006324793348382225_n.jpg

 

 

Eccoci con un nuovo anno ed un inverno freddo, pieno di incognite ed incertezze, causate da questa maledetta piaga Pandemica del "Sars Cov 2".
Ma lo sguardo, il pensiero e soprattutto le speranze , vanno oltre, ed invocano ed auspicano, l'arrivo della "bella stagione"... l'ESTATE.

Quando l'aria profuma di "ESTATE", l'animo corre subito all'imminente stagione turistica....periodo in cui tutte, o almeno, gran parte delle attività lavorative si preparano, per ospitare le migliaia di visitatori, che onoreranno le nostre isole, della propria presenza.
Nonostante manchino ancora, (direi purtroppo) parecchi giorni, è importante prepararsi ad organizzare, ma soprattutto, creare nuove sinergie, fra Pubblico e Privato, che possano partorire, strategie atte a farci trovare pronti, per affrontare una nuova e ricca stagione turistica.
Il dato da cui ri-partire, è sicuramente quello della scorsa stagione, con numeri di presenze, alquanto "positivo", che impongono l'impegno da parte di tutti, nel fare ancora meglio.
Emergenza sanitaria permettendo, bisogna promuovere il territorio, disegnando una strategia fatta di proposte, iniziative, investimenti, che abbiano, l'obbiettivo comune, quello di attrarre nuovi e diversificati flussi turistici.

Un percorso, che deve necessariamente coinvolgere tutte le parti attive della Comunità Eoliana, al fine di generare, offerte turistiche adatte per ogni genere di "villeggiante", ma che soprattutto, tenda ad allungare e destagionalizzare il più possibile.
L'auspicio è quello di una unione di intenti, che non guardi solo al "turismo di massa" il così detto "mordi e fuggi", ma che sappia captare ed attrarre un turismo di nicchia, diversificando l'offerta.

Pensiamo ad esempio, alla valorizzazione di tutto quello che il Territorio Eoliano è in grado di offrire, sviluppando la sentieristica, la natura e l'ambiente, i percorsi religiosi, piuttosto che la riscoperta delle nostre tradizioni, sviluppando attività didattiche, ricreative ed enogastronomiche....e tanto, tanto altro ancora.
Abbiamo di fronte ancora qualche mese per "prepararci" alla prossima stagione turistica, e dovremo farlo "iniziando da ieri" un progetto collettivo, che coinvolga operatori e associazioni da una parte, le istituzioni dall'altra, per promuovere e lanciare una stagione turistica "strabiliante" e "straordinaria".

Numeri e norme per evitare che le opinioni confondano…

 

di Luca Chiofalo

Numeri e norme per evitare che le opinioni confondano…

I non vaccinati in Italia sono una netta minoranza, circa il 10% della popolazione, ma occupano circa il 70% dei posti in terapia intensiva ed il 50% in area medica.
I numeri, freddi ma non opinabili, fanno chiarezza sull’efficacia e sulla necessità della vaccinazione anti-covid e sul perché i no vax vanno protetti da se stessi col green pass rafforzato.

Peraltro, la limitazione della libertà di movimento, che alcuni ritengono un abuso costituzionalmente illegittimo, è espressamente prevista, per motivi di sanità o sicurezza, dall’art. 16 della nostra carta Costituzionale, il quale ha dato spunto e copertura ai provvedimenti normativi anti covid. I combattivi “no vax” e “no green pass” avranno certamente sollecitato un pronunciamento della Consulta (l’unica titolata a farlo) sulla costituzionalità delle norme restrittive adottate in pandemia, ma non mi risultano esiti a loro graditi.
Non bisogna essere scienziati o giuristi per afferrare il senso e la sostanza di numeri e norme, bastano un minimo di ragione e applicazione…

 

Alla Cortese attenzione del Sindaco della Città Metropolitana di Messina, Cateno De Luca. Responsabili 1° Ufficio Viabilità, Filadelfio Magno, Antonino Greco. Rosario Cannavò. Antonino Letizia.

Illustrissimi, Con la seguente, l'Associazione "Canneto Per Noi" da sempre attenta ed attiva sul territorio Eoliano, si fa portavoce di istanza da più cittadini inoltrataci, relativamente allo stato di degrado in cui versa la strada provinciale che collega le frazioni di Canneto e Lami nel comune di Lipari.

Si segnalano diverse criticità, quali buche ed avvallamenti, che inficiano l'incolumità di chi deve giornalmente percorrere, questa importante infrastruttura di trasporto.
Altresì si evidenzia che la presenza di erbacce e folta vegetazione ai bordi della strada, particolarmente rigogliosa in entrambi i lati della carreggiata, a tal punto da precluderne in alcuni tratti la visibilità, oltre che a limitare e restringere di molto la carreggiata, con evidente pericolo, per coloro che devono utilizzare la strada provinciale per spostarsi in auto, in moto, quanto a piedi.

Chiediamo cortesemente a codesto estensore, un pronto riscontro a questa nostra missiva, al fine di mettere in atto, interventi di ripristino della regolarità del manto stradale, attraverso rappezzatura delle buche, e azione di scerbatura delle erbacce, che crescono ai bordi dell'arteria. In attesa di una Vostra pronta risposta, l'occasione ci è grata per porgere distinti e cordiali saluti.

*Presidente associazione "Canneto per Noi"

 

In questi giorni, abbiamo assistito ad interventi di bonifica, in alcune zone della nostra isola, (Lami Quattropani etc.) trasformate in vere e proprie discariche a cielo aperto. Interventi lodevoli, che ridanno dignità e decoro a tutte quelle aree deturpate da alcuni "incivili" che, nottetempo abbandonano rifiuti di ogni specie e tipo.

Uno scempio che viene perpetrato, con costanza, spesso con senso di impunità, che ci impone una riflessione, atta a mettere in atto tutte quelle azioni, che possano essere da deterrente all'abbandono indiscriminato dei rifiuti.
In un territorio così vasto come il nostro, allora perchè non favorire, la creazione di "aree o isole ecologiche itineranti" da posizionare di volta in volta, all'interno di una area ( piazza o slargo che sia delle frazioni) nel quale collocare, uno o più cassoni trainati da camion, gestiti da un operatore, dove poter conferire e scaricare tutti quei rifiuti, che altrimenti potremmo ritrovarci ammassati e abbandonati nei cigli delle strade. Certo una soluzione tampone, ove tutte le utenze, domestiche e non, possano gratuitamente conferire i propri rifiuti ingombranti, elettrici, ed anche di altri materiali come calcinacci, ferro, potature, batterie, oli vegetali, materassi poltrone ecc. presso questi Cassoni-Centri di Raccolta Itineranti" in alcuni giorni della settimana ed in alcune frazioni a seconda di un calendario.

Si potrebbe immaginare un servizio, a giorni diversi per diverse frazioni, ad esempio il lunedì a Canneto, il martedì ad Acquacalda, il mercoledì a Quattropani il giovedì a Pianoconte il venerdì a Pirrera il sabato a Lipari.
Sicuramente un servizio, comodo, efficiente con costi gestionali probabilmente inferiori a quelli sostenuti per le bonifiche, che ormai si susseguono con una certa cadenza, in attesa della riapertura del centro di conferimento a Canneto.

In futuro, si potrebbe pensare anche di premiare l'utente virtuoso con premi o con sconti sulla Tari. Ad esempio, a seconda del materiale conferito, ed attraverso la presentazione di un badge nominativo, si potrebbe attuare, la trasformazione in punti del peso o del numero di colli dei rifiuti conferiti, che una volta accumulati sull' apposita scheda magnetica, potrebbero essere utilizzati per usufruire di sconti in palestra, per fare la spesa, per avere dei buoni carburante etc.

Concludiamo con una celebre frase di Madre Teresa di Calcutta:
“Ciò che conta non è fare molto, ma mettere molto amore in ciò che si fa.”
E allora, iniziamo con comportamenti che servano a mantenere pulita la nostra isola, dobbiamo reagire anche attraverso piccole azioni......magari evitando di gettare per strada una carta, piuttosto che una cicca di sigaretta......Ecco potrebbe essere un INIZIO......... UN BUON INIZIO

 

 

Alla cortese attenzione dell' Assessore Lavori Pubblici ed Urbanistica Dott.re Gaetano Orto.e p.c. Sindaco Comune di Lipari Dott.re Marco Giorgianni Dirigente terzo Settore Dott.re Mirko Ficarra Assessore Viabilità Dott.re Orifici Daniele Assessore Servizi RSU Ambiente Dott.re Massimo Taranto.

Con la seguente, per evidenziare e denunciare un' incresciosa situazione, che ormai da anni si perpetra in zona Calandra a Canneto. 

Come tutti ben sappiamo e vediamo, le frequenti mareggiate, che spesso interessano il lungomare di Canneto e in particolar modo la zona denominata "Calandra", tendono ad invadere la sede stradale, in alcuni casi, arrivando a lambire le abitazioni e le attività commerciali presenti in zona.
Questi eventi provocano, seri e continui disagi alla circolazione stradale, anche e soprattutto a causa del depositarsi di detriti sabbiosi e pietrosi sulla carreggiata, causa spesso di rovinose cadute da parte di ignari motociclisti.

Questi episodi, a nostro avviso, mettono costantemente a repentaglio l' incolumità pubblica, creando intralcio al passaggio di auto e pedoni.
A tal riguardo, sempre in ottica costruttiva e propositiva, proponiamo, la chiusura dei varchi di accesso alla spiaggia (presenti nel muraglione) con il posizionamento di tavole, in legno o altro materiale.

Questo piccolo intervento, oltre che facile e pratico da mettere in pratica, in occasione di previsioni meteo marine avverse, rappresenterà un' ottima soluzione definitiva al problema.
In pratica....... si tratterebbe di chiudere i varchi con dei tavoloni da far scorrere all'interno dei binari esistenti o da posizionare nei varchi, con aperture atte al deflusso di acque piovane, dalla strada verso la spiaggia... al contrario, evitando l'inondazione delle acque marine e relativo materiale sabbioso, della carreggiata.

Alleghiamo foto con l'auspicio di un' immediato intervento di "spazzamento straordinario, atta alla rimozione dei detriti presenti sul marciapiedi e sulla sede stradale.
In attesa di una pronta risposta l'occasione, ci è grata per porgere distinti saluti.

*Presidente "Associazione Canneto Per Noi"

LA REPLICA DEL DIRIGENTE FICARRA

di Mirko Ficarra*

Per Calandra il problema era stato affrontato con la realizzazione della vasca a monte, per contenere il materiale al fine di evitare la fuoriuscita in spiaggia. L’impegno dell’amministrazione e che almeno una volta l’anno o al suo riempimento doveva pulire dopo la caratterizzazione delle sabbie la sua pulizia, quest’anno la vasca è stata svuotata e l’alveo torrentizio pure! Mentre per il materiale che viene dalla spiaggia purtroppo fino a quando non si farà l’intervento di protezione dovremmo procedere così

*Dirigente.

121456832_1266614713690049_3845502621734415524_n.jpg

Ancora una volta, così come fatto precedentemente attraverso PEC inviate alla "Città Metropolitana di Messina", denuncio lo stato di abbandono delle "Strade Provinciali" della nostra Isola.
Sono anni ormai, che la rete stradale si trascina vecchi problemi, quali manto stradale disconnesso, buche, avvallamenti, crepe, arbusti e vegetazione che invadono in più punti la sede stradale, mancanza di segnaletica ed illuminazione. Questo stato di fatto, mette in serio pericolo il transito veicolare, sia per il danno che ciò potrebbe arrecare alle autovetture, sia per l'incolumità di motociclisti e pedoni che quotidianamente, le percorrono. Situazione, più e più volte denunciata, sia dalla nostra Associazione "Canneto Per Noi", sia da altre Associazioni e decine di Cittadini.

Alla luce di quanto sopra, mi sento in dovere ed al contempo lieto di sottolineare ed evidenziare, gli interventi urgenti di bitumatura, messi in atto in alcuni tratti stradali, di pertinenza della ex Provincia, effettuati da parte del Comune di Lipari, nei giorni scorsi. Probabilmente a seguito di nostra richiesta inoltrata al "Settore Manutenzione della Città Metropolitana di Messina" e per conoscenza al Comune, nella quale si inoltrava sollecito, a provvedere il prima possibile ad un' asfaltatura, che eliminasse le buche e le criticità. Sottolineiamo, che l'Ente responsabile delle strade in questione non ha ancora avviato alcuna opera, al contrario dell'Amministrazione Comunale che è intervenuta in via sostitutiva e che mi sembra doveroso rimarcare.

Un intervento, che di certo non risolve le criticità ataviche delle arterie che collegano le varie frazioni, ma che almeno migliorano le condizioni di sicurezza stradale, a tutela della pubblica incolumità dando così soddisfazione, e pronta risposta
alla nostra precedente richiesta.
La speranza, e Nostra Istanza,rimane quella, che la "Città Metropolitana di Messina", possa provvedere al più presto, alla risoluzione ed eliminazione delle rimanenti criticità per la viabilità, ripristinando l'originario stato di manutenzione del manto stradale, di tutte le Strade Provinciali ricadenti nell'isola di Lipari.  L'occasione mi è grata per porgere cordiali salut

 

Alla cortese attenzione dell' Assessore Servizi RSU ed Ambiente Rag. Massimo Taranto e P.C. 

Al Sindaco Comune di Lipari Rag. Marco Giorgianni.

Con la seguente, l'Associazione "Canneto Per Noi" sempre in ottica di una collaborazione costruttiva e propositiva, in relazione all' annoso e gravoso problema dell'abbandono e presenza, su marciapiedi e strade di "deiezioni canine", viene a proporVi una iniziativa già intrapresa con successo, da altre Amministrazioni Comunali del nostro "Bel Paese", riguardo

l'acquisto di scooter, dotati di aspiratore, atti ad eliminare le deiezioni canine presenti sulle Aree Pubbliche, oltre a provvedere, al rilascio di un prodotto igienizzante e profumante, per abbattere i cattivi odori e disinfettare le superfici.

Riteniamo possa essere uno strumento utile a migliorare la vivibilità del nostro Paese.
In attesa di una Vostra pronta risposta l'occasione ci è grata per porgere distinti saluti.

 

Prendendo spunto dal nuovo "logo colorato", presentato il 17 giugno scorso, alla stampa, dall'Assessore Regionale del Turismo dello Sport e dello Spettacolo "Manlio Messina", alla presenza dell'Assessore ai Beni Culturali e all'Identità Siciliana " Alberto Samonà.“
per pubblicizzare ed attirare turisti in Sicilia, con la scritta con lettere colorate, che richiamano i colori predominanti della Sicilia, del sole, della terra, del mare, ed in aggiunta poi la frase "your happy island"... potrebbe questa, essere un'idea per creare anche Noi EOLIANI un logo per le nostre "ISOLE EOLIE" per rilanciare l' Arcipelago nel panorama turistico internazionale e attrarre turisti e visitatori.

Potremmo usare, il giallo del sole, il blu del mare, il verde della nostra vegetazione e dei nostri capperi, il bianco della pomice, l'azzurro del cielo limpido e potremmo infine aggiungere il rosso della lava dello Stromboli...sono convinto che nel nostro territorio non manchino le competenze per pensare e creare un logo da lanciare e presentare sui social e magari sulle emittenti televisive locali e nazionali, ovviamente con l'avallo dell'Amministrazione Comunale e Regionale...

OBBIETTIVO COMUNE IL RILANCIO DELLE NOSTRE ISOLE

 

Alla cortese attenzione del Sindaco Comune di Lipari Sig.re Marco Giorgianni

Assessore Viabilità e Traffico Sig.re Gaetano Orto

Dirigente Terzo Settore Mirko Ficarra.

Oggetto: Richiesta posizionamento stalli di sosta in Via Cesare Battisti a Canneto.

Con la seguente, il sottoscritto Christian Lampo in veste di Presidente dell'Associazione "Canneto Per Noi", sempre propositivi e in un' ottica di costruttiva collaborazione con L'Amministrazione Comunale, si fa portavoce di istanza e proposta, suggerita da alcuni cittadini della frazione di Canneto, al fine di migliorare la vivibilità della frazione stessa. Riceviamo da parte di numerosi residenti in Via Cesare Battisti di Canneto, segnalazione riguardo alla difficoltà e spesso all'impossibilità di poter accedere alle proprie abitazioni a causa di auto parcheggiate in prossimità degli accessi alle abitazioni. Come ben appiamo la Via Cesare Battisti non è dotata di ampio marciapiedi che permetta...... e il passaggio pedonale in sicurezza..... e di distanziare in maniera adeguata le abitazioni dalla sede stradale.
Pertanto chiediamo e proponiamo:

1) Dissuasori fisici della sosta, sul lato stradale degli accessi ai passaggi pedonali, sia incorrispondenza delle civili abitazioni, sia negli accessi ai "Vicoli" al fine di consentire il mantenimento dell'accessibilità e del passaggio dei residenti, di carrozzelle ed accesso ai mezzi ed operatori di soccorso etc.

2) Ripristino segnaletica orizzontale e verticale atta a delimitare gli stalli di sosta per auto e motorini, al fine di disciplinare e regolamentare la sosta in Via Cesare Battisti.

In attesa di una Vostra pronta risposta, nel ringraziarVi per la cortese disponibilità nel voler affrontare la problematica di cui sopra, l'occasione mi è grata per porgere distinti saluti.

 

---Alla cortese att.ne dell'Onorevole, Marco Falcone Assessorato Infrastrutture e Mobilità Reg.ne Sicilia, del Sindaco Metropolitano, Cateno De Luca Città Metroplitana di Messina. del Sindaco, Rag.re Marco Giorgianni Comune di Lipari.

Quando non si può più tacere.

Con questa missiva per gridare, lo stato di abbandono delle Strade Provinciali nella nostra Isola di Lipari, Isole Eolie, Patrimonio dell'Unesco . Vecchi problemi che si trascinano da decenni. Parliamo delle Strade Provinciali ricadenti sul territorio che risultano danneggiate o privi di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, tanto da pregiudicarne la sicurezza della circolazione veicolare e pedonale.

Eccole nel dettaglio le Strade della "VERGOGNA": la Strada Provinciale denominata Nr. 180 che collega la Frazione di Canneto a quella di Acquacalda, la Strada Provinciale Nr. 179 che collega le Frazioni di Acquacalda - Quattropani - Pianoconte al capoluogo Lipari, la Strada Provinciale Nr. 181, che dalla stessa Lipari, porta ala frazione di Canneto (attualmente chiusa al traffico veicolare per cedimento sede stradale). 

Queste Strade, presentano criticità dovute a: numerose buche e avvallamenti, all'assenza di regimentazione delle acque meteoriche, alla continua invasione della sede stradale di arbusti e vegetazione, alla mancanza di segnaletica e di illuminazione, al punto di
creare un serio pregiudizio all'incolumità pubblica di chi quotidianamente deve servirsi di queste Rotabili per gli spostamenti, con conseguente mortificazione della dignità di Cittadini, costretti a subirne i continui disagi. 

Stante la gravità delle situazioni riscontrate, Chiediamo ed invitiamo gli Enti competenti e preposti, a provvedere al più presto alla risoluzione ed eliminazione dei sopra citati pericoli per la viabilità, ripristinando al più presto l' originario stato di manutenzione del manto stradale, della vegetazione sulle banchine, della segnaletica e dell'illuminazione. 

In attesa di una Vostra Pronta e cortese risposta, l'occasione ci è grata per porgere cordiali saluti.

*Presidente

RINASCITA DI CANNETO.

Domenica 19 Gennaio ore 16.00 c/o Centro Pastorale San Cristoforo Via cesare Battisti, Canneto di Lipari.

Incontro aperto a tutti/e coloro che amano la Nostra Frazione e che hanno idee propositive da proporre per Rivitalizzare e far "RINASCERE" Canneto.........Non si terrà o farà nessun "Processo".... ma solo un incontro teso a fare "GRUPPO", per esporre le proprie iniziative, le proprie proposte, le proprie idee, al fine di dar vita a tutti quei comportamenti Prosociali, senza la ricerca di ricompense di alcun tipo......................... solo per il piacere di far il bene della nostra Comunità........
comportamenti e azioni che favoriscano il NOSTRO PAESE. "DOBBIAMO CREARE UN GRUPPO"..... innanzitutto "apolitico e apartitico", che svolga azioni che mirano alla valorizzazione del territorio in cui VIVIAMO.
Un GRUPPO che possa prendersi cura della Nostra Canneto, con finalità ben precise, che riguardano il "DECORO URBANO" e la gradevolezza estetica e funzionale del Paese, impartendo il rispetto verso il bene comune, tramite interventi collettivi di pulizia, scerbatura, ripristino arredo urbano........ma anche e soprattutto con iniziative Culturali, quali MOSTRE, INCONTRI/DIBATTITO, SAGRE, CINEFORUM, ATTIVITà TEATRALI........e quant'altro possa RIVITALIZZARE LA FRAZIONE......CON FATTI E NON CON "CHIACCHIERE" .
DOBBIAMO CREARE UN GRUPPO con unico intento risvegliare la frazione.......in collaborazione con tutte le "Agenzie Educative" presenti nel Territorio.....in Primis L'Amministrazione Comunale, la Parrochhia, la Scuola e tutte le altre Associazioni...........
VI ASPETTIAMO

p.s. Grazie di CUORE a Don Lillo per la cortese disponibilità.

---(Meglio Tardi che Mai). Ci scusiamo di cuore per eventuale dimenticanza nel ricordare e ringraziare tutte le persone, le Associazioni ed Agenzie Educative presenti nel Territorio (STITUTO COMPRENSIVO ISOLE EOLIE-LIPARI 1. SCUOLA MEDIA S. LUCIA ESCUOLA ELEMENTARE DI CANNETO E LIPARI) che hanno condiviso e collaborato all'allestimento, alla preparazione e realizzazione, della Prima Edizione del "Presepe Vivente dello studente 2019" svolto GRAZIE A decine e decine di persone e studenti di ogni età, che con oggetti, tende, ceste, e con il proprio lavoro hanno reso possibile dar vita a quanto realizzato. GRAZIE A TUTTI. Ci ritroveremo a dicembre 2020

Presidente

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Le mareggiate continuano a sferzare ed investire il lungomare di Canneto, invadendo la sede stradale, ed in alcuni casi, arrivando a lambire le abitazioni e le attività commerciali presenti sulla Via Marina Garibaldi, provocando, seri e continui disagi alla circolazione stradale.

Questi episodi, a nostro avviso, mettono costantemente a repentaglio l' incolumità pubblica, a causa del continuo depositarsi di materiale sabbioso e pietroso, che creano intralcio al passaggio di auto e pedoni.
A tal riguardo, sempre i un ottica costruttiva e propositiva, proponiamo, di intervenire con la chiusura dei varchi di accesso alla spiaggia (in prossimità del muraglione) con un sisteme di posizionamento di tavole a serranda, facile e pratico da posizionare, in occasione di previsioni meteo marine avverse, ed altrettanto facile da rimuovere all'esaurirsi delle mareggiate stesse. In pratica si tratterebbe di chiudere i varchi con dei tavoloni da far scorrere all'interno di binari posizionati all' estremità dei varchi stessi, con aperture atte al deflusso di acque piovane dal manto stradale verso la spiaggia... al contrario delle acque marine e relativo materiale da esso trasportato, che non invaderebbero la strada. Questa nostra proposta, fu presentata all'ultimo bando di "DEMOCRAZIA PARTECIPATA" e ci proponiamo di ripresentarla nel prossimo futuro, al fine di potere insieme (cittadini/Associazioni- Pubblica Amministrazione) operare per il bene del nostro Territorio...la Nostra Casa.

*Presidente "Associazione Canneto Per Noi"

VIDEO

Bartolino Leone

 

L'abbandono dei rifiuti è una forma di inciviltà che danneggia l'ambiente e causa degrado, una insana abitudine molto in voga nel nostro territorio...

Invitiamo L'Amministrazione Comunale di Lipari, a prendere in considerazione l'opportunità di dotarsi delle cosiddette "FOTO TRAPPOLE".....per  contrastare il fenomeno, potenziando l'azione contro i comportamenti scorretti che deturpano in modo inaccettabile il territorio. Due i principali strumenti che si possono adottare......

1) l'uso della tecnologia attraverso l'installazione, delle telecamere mobili in luoghi strategici

2) la convenzione e l'utilizzo delle Guardie Ambientali per intensificare le attività di controllo.

Le telecamere dotate di sistema di lettura a raggi infrarossi (per la visione notturna),e di un sistema anti-blackout, sono un utile strumento per individuare quei cittadini "incivili" che abbandonano i rifiuti in modo scorretto ai bordi strada, nei torrenti, in aperta campagna, e per prevenire comportamenti che mettono a rischio l’ambiente e le persone. Ovviamentesi aus pica un aumento del senso civico nel rispettare e tutelare il nostro patrimonio ambientale..LA  NOSTRA ISOLA...LA NOSTRA CASA!

72348479_2427025707345067_4931935869692018688_n.jpg

MOLO DI CANNETO......UN'ALTRA OCCASIONE PERSA???? SPERIAMO DI NO.

Parecchi giorni fà un nostro cittadino dimostrando una sensibilità non comune, si faceva promotore di una inziativa che, abbiamo girato alle autorità competenti, tramite PEC che riportiamo integralmente. Una iniziativa che non solo condividiamo, non solo appoggiamo, ma a questo punto rilanciamo come obbiettivo per la prossima stagione estiva (2020). Evidentemente la burocrazia ha tempi lunghi e spesso si richiede una pazienza illimitata che noi per nostra fortuna abbiamo, e che sicuramente avrà il nostro cittadino, disposto a proprie spese a donare una copertura per un luogo di attesa e sosta, per chi usufruisce del molo di Canneto.
Le nostre parole che sia ben chiaro a tutti hanno solo lo scopo di intraprendere un'attività costruttiva con unico obbiettivo il bene collettivo.

Oggetto : Richiesta posizionamento ombrelloni molo di Canneto.

Alla cortese attenzione del Comandante Guardia Costiera Circomare di Lipari Francesco Principale e per conoscenza al Signor Sindaco del Comune di Lipari Rag. Marco Giorgianni.

Con la seguente il sottoscritto Christian Lampo, in qualità di Presidente dell' Associazione "Canneto Per Noi", sempre attenta alle esigenze della Comunità locale, si fà portavoce di una lodevole iniziativa intrapresa da un nostro concittadino, che ci onoriamo di condividere ed appoggiare. Tale iniziativa è volta ad offrire a tutti coloro che usufruiscono del Molo di Canneto ( per imbarcarsi ed in attesa dei battelli adibiti al trasporto turisti), di un angolo di sosta con possibilità di ombra tramite il posizionamento di numero 8 ombrelloni di cui in allegato.Questa lodevole Iniziativa, nasce dall'esigenza di tutelare la salute di persone anziane, bambini, portatori di handicap, i quali sono costretti a sostare su Molo di Canneto, sotto un sole "cocente" e con temperature torride, senza possibilità di riparo. La collocazione di tali ombrelloni, (occuperà suolo pubblico relativa alla parte estrema del Molo) sarà curata dai volontari, che provvederanno alla loro ubicazione quanto alla loro rimozione in una fascia oraria compresa fra le ore 08.30 del mattino sino alle ore 19.00 dello stesso giorno, per il periodo estivo compreso, fra il mese di agosto e settembre. In attesa di una Vostra pronta risposta, l'occasione ci è grata per porgere distinti saluti.

pc.jpg

Ecco un'iniziativa intrapresa con successo da varie Amministrazioni Comunali e da proporre alla nostra Amministrazione........IL BARATTO AMMINISTRATIVO!!!
Interventi per la riqualificazione del territorio, da parte di cittadini singoli o associati, di commercianti etc. in cambio di riduzioni o esenzioni di tributi. In un contesto sociale caratterizzato da una forte crisi economica, che costringe moltissimi cittadini a non poter pagare le tasse, questa soluzione potrebbe far fronte a moltissime questioni che, ancora oggi, restano inesorabilmente in sospeso.

La Legge n. 164 del 2014 disciplina “Misure di agevolazioni della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio”. Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l'abbellimento di aree verdi, piazze e strade e perchè no......sentieri, spiagge, parchi gioco,aiuole, etc.etc. Ovvero parliamo di interventi per il decoro urbano, oltre al recupero e al riuso di aree ( nel nostro Comune c'è l'imbarazzo della scelta) , con la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano.

In poche parole sarebbero gli stessi cittadini i “guardiani” e i manutentori di alcune parti della nostra splendida Isola, che per troppo tempo sono stati in preda di incuria e degrado. Si tratta di uno strumento di politica sociale a favore di cittadini ed imprenditori in situazione di disagio economico, che consente a questi soggetti di prestare la propria collaborazione, in forma assolutamente volontaria, in cambio di riduzioni e/o esenzioni di tributi comunali e delle entrate extra tributarie (rette, tariffe per servizi a domanda individuale, multe, sanzioni, fitti) per un periodo limitato e definito.

Oggi la perdurante carenza di risorse finanziarie e i sempre maggiori vincoli alla spesa pubblica rendono indispensabile il perseguimento di obiettivi di risparmio di gestione necessari al mantenimento degli equilibri di bilancio, anche attraverso l'azione sussidiaria e sinergica con le singole realtà del territorio.

A mio modesto parere, tale forma di intervento offre un doppio vantaggio, da un lato, i contribuenti in difficoltà potrebbero assolvere ai propri doveri, dall'altro, il Comune può usufruire di forza lavoro in un periodo in cui scarseggiano risorse, le assunzioni sono bloccate e i risparmi e tagli nella gestione amministrativa sono all'ordine del giorno.

Caro Direttore,

prendiamo spunto dall' Ordinanza del Sindaco di Capaci, il quale ha stabilito il divieto di fumare sulla spiaggia del litorale Tirrenico. Una iniziativa sicuramente provocatoria, ma con il chiaro obbiettivo di voler tutelare la salute pubblica, contrastando quei comportamenti degenerativi, conseguenti al fumo di sigarette, che ledono il diritto di ogni cittadino di soggiornare in ambienti con alto decoro igienico ed estetico dei luoghi, anche e soprattutto per combattere la cattiva abitudine di gettare i resti della sigaretta (le cosiddette "cicche"/ "mozziconi") in spiaggia, materiale non biodegradabile ed altamente inquinante, che deturpano l'arenile. La domanda nasce spontanea......possiamo Noi intraprendere altrettante iniziative, tese al rispetto dell' ambiente che ci circonda?

Possiamo anche Noi proporre alla nostra Amministrazione di sensibilizzare la cittadinanza, con piccoli ma significativi gesti, tesi alla tutela del bene comune? Immaginiamo forse troppo ardua la richiesta di non fumare in spiaggia, ma contrastare l'abbandono di rifiuti, fra cui le cicche di sigaretta piuttosto che le deiezioni canili, cartacce, bottiglie e quant'altro con sanzioni pecuniarie??? Il Sindaco di Capaci propone "multe" per chi trasgredisce l'ordinanza di divieto di fumare in spiaggia, con sanzione che varia da euro 25 sino ad un massimo di euro 500. Un vero salasso, ma che probabilmente vuol smuovere e sensibilizzare le coscienze di tutti i cittadini alla salvaguardia del territorio che ci circonda, specialmente gli arenili, attrattiva per i turisti e luogo dove ognuno di Noi ha il diritto di trovare ed il dovere di lasciare l'ambiente pulito. Io personalmente faccio i complimenti al Sindaco di Capaci, per il coraggio dimostrato in codesta iniziativa che molto umilmente evidenzio e sottolineo. Grazie Direttore per la Vostra Cortese disponibilità.

 

Caro Direttore, in questi giorni, sui social imperversa il dibattito riguardo lo spettacolo indecoroso, offerto dalle nostre strade invase da volantini pubblicitari, che siamo costretti a vedere ed offrire ai nostri ospiti turisti. Tali volantini, hanno come finalità quella di pubblicizzare attività e offerte commerciali, ma purtroppo, anche quella di sporcare smisuratamente, marciapiedi e bordi della strada. Il gesto di gettare di tali carte per terra, determina, inoltre ingenti spese per
l’Amministrazione, che impiega uomini e mezzi per la loro raccolta, che però, spesso risulta vana a causa di vento e pioggia. In considerazione del fatto che, la maggioranza dei volantini viene costantemente posta sul parabrezza o sul lunotto delle autovetture, si potrebbe proporre all' Amministrazione Comunale, di regolamentarne la distribuzione, magari proponendo, una esclusiva distribuzione, nelle cassette della posta. Con l'augurio che venga preso in atto il problema in questione, ringrazio il Direttore per la cortese disponibilità e porgo distinti saluti.

Caro Direttore,

ecco un'altra iniziativa intrapresa da alcune realtà del nostro paese, fra cui la vicina Messina, ma anche Novara, Marcellinara, Invorio e tante altre Amministrazioni Comunali del nostro Bel Paese, che vorrei suggerire ai nostri Amministratori locali.
IL BARATTO AMMINISTRATIVO.
Innanzitutto cos'è e a chi è rivolta, questa stupenda proposta.
Il Baratto Amministrativo è uno strumento introdotto dal decreto "Sblocca Italia", art.24 del DL 133/2014, che offre la possibilità ai cittadini in difficoltà economiche, con un determinato ISEE, (che attesti un disagio economico e sociale) di poter saldare i propri debiti con il fisco ( IMU, TARI, etc.) mettendosi a disposizione dell' Ente comunale, per eseguire lavori socialmente utili, quali: pulizia e manutenzione verde pubblico, interventi di decoro urbano etc. etc.
Iniziative queste, che potrebbero far nascere una nuova epoca fra Fisco e contribuente, più orientato al venirsi incontro cercando nuove soluzioni, che fatto di solleciti e cartelle di pagamento.
Spero vivamente venga presa in considerazione dalla nostra Amministrazione e da tutti quei cittadini (pensionati con pensione minima, giovani disoccupati etc) che non riescono a far fronte al pagamento delle tasse comunali. Ecco il baratto amministrativo, consentirebbe Loro, non solo di saldare i propri debiti, ma di non perdere la dignità, di essere umano e cittadino, contemporaneamente aumentare la fiducia nei confronti della Pubblica amministrazione.

Cordiali saluti 

Qualche giorno fà, in questo varco sono state poste delle transenne per il cedimento strutturale dello scivolo in cemento presente in spiaggia......evidentemente il lavoro, lento ma inesorabile del mare, continua imperterrito...motivo per cui a " GRAN VOCE " si richiede un serio ed immediato intervento...

Calandra non ha più una spiaggia, il mare lambisce il muraglione e di certo alle prossime mareggiate si avranno serie conseguenze...è fondamentale un incontro con la Pubblica Amministrazione per conoscere quali interventi e progetti sono in essere, in che tempi sono previsti interventi laddove pensati e progettati.

48391237_10215803067423159_51540994826436608_n.jpg

 

OLTRE-IL-SORRISO-ONLUS-banner.jpg