sequenzia.jpg

di Michele Sequenzia

Caro Direttore,
l'arteria che porta il sangue della "Informazione" in tutto il mondo si chiama " NOTIZIARIO DELLE ISOLE EOLIE" grazie alla sua redazione non teme esporsi ad ogni tipo di critiche e tentativi di censura da parte delle stesse Istituzioni che ne dovrebbero al contrario permetterne la crescita democratica e dare il massimo contributo di liberta' di espressione.
In Svizzera , come in Germania, nessun amministratore si comporta come certi nostri "Assessori", "Sindaci", come pure di " Alti Responsabili della salute Pubblica".

Nessun cittadino è trattato con sufficienza, come fosse pratica che scoccia, cittadino privo di diritti, semplice " numero", " problema fastidioso" , che viene evitato come qualsiasi altra pratica senza ragione "insabbiata".
Poca se non assai scarsa attenzione per chi non risulta "da tenere in considerazione". Pessime Italiche usanze di un sistema collegato alla protezione di interessi di caste, clan industriali, di politici corrotti, sempre rispettati.

Sono mesi che personalmente attendo una risposta per la mia posizione sanitaria in Germania. Nessuna risposta. Pratica assai diffusa nella Repubblica Italiana, fondata sul lavoro.!
Se leggiamo attentamente Dante Alighieri, nella Firenze del 1300, la sua vita era appesa ad un filo, le sue acute ,precise critiche "informazioni" sono state considerate " Delitto di Stato", espressioni blasfeme, "atti terroristici", l'intera sua opera si è salvata dalle fiamme, grazie a chi lo ha protetto e aiutato. In patria avrebbe patito il carcere duro, odiato dai "Sacri Dogmi" che ti condannano all'eterno inferno, bruciato vivo e fatto a pezzi.

In Italia, 700 anni dopo, non si premia l'onesto giornalista, ovvero chi ha il coraggio di dare informazioni precise .Il medico cinese che nel dicembre 2018 aveva capito e avvertito, per primo, le autorità sanitarie cinesi del " Corona virus", ha pagato caramente questa sua onesta informazione. Oggi le "informazioni" seguono tortuosi ragionamenti "politici", dati incontrovertibili vengono "trattati" dai massimi organi della salute Pubblica, a seconda di opportune scelte e vengono spesso "alterati" , informazioni sanitarie distorte, insabbiate, violentate, da quel tipo di Stampa/Comunicazione /ufficiale che hanno creato immensi disagi nella " popolazione", martellata da continui " Decreti" di false " aperture", e di immediate " chiusure", di opportunismi elettorali, di gruppi di potere, condannando l'intera filiera del lavoro, della scuola, dei servizi educativi, a massacranti, infiniti disagi, tutto fatto senza il minimo coordinamento, analisi, programmazione. Nel totale caos. La miseria sta crescendo e le malattie di ogni tipo inondano gli ospedali. L'intera filiera sanitaria, medici, farmacie e infermieri deve essere ristrutturata con pesanti investimenti. La pandemia sta causando danni economici incalcolabili.

La pandemia sta massacrando intere popolazioni, spesso senza il minimo aiuto.
Dopo lunghi mesi di isolamento, con crescenti tassi di nuove infezioni, siamo tutti costretti a subire il brutto come il cattivo tempo delle varie odiose Multinazionali del vaccino, a seconda del loro piacimento, come tante pecore stiamo in fila nella speranza di non morire a causa del loro assai discutibile vaccino.

Caro Direttore,

cosa è diventato il “ calcio” oggi? Anche il calcio “maschile” ha perso sportività’ per i troppi interessi che lo condizionano. Un mondo sportivo che non esiste piu’.   Calcio-ignobile. Cresce grazie agli interessi che ruotano attorno al “ mercato”, al capitale, al potere, il calcio in mano alle ” reti commerciali”. In atto una vera guerra per accappararsi spazi,  Tv e piattaforme / abbonamenti / diritti televisivi etc. in crescita nel mondo. Un mondo di “clan” non troppo “ puliti” con i bilanci “ poco chiari”.

Tv e calcio. Spesso le partite sono truccate. Campionati falsati. Gestione delle scommesse, lecite e illecite. Riciclaggio di denaro sporco. Controllo delle scuole calcio e dei vivai delle squadre. Bisogna vincere, ad ogni costo. Calcio e doping. Giocatori che vanno e vengono, poi spariscono nel nulla. Casi di morti improvvise. Inchieste insabbiate. Bagarinaggio. Estorsioni mascherate da sponsorizzazioni. Acquisti/ vendite. Minacce a giocatori, allenatori e dirigenti. Utilizzo delle tifoserie per azioni illecite, criminali. Controllo dei servizi e delle attività interne ed esterne agli stadi. Un mondo oscuro , infernale, “ Calcio Criminale”, in mano a sportivi disonesti, balordi, mafiosi e insospettabili colletti bianchi. Un mondo “ parallelo” di imbrogli, slealtà, corruzione, omertà, violenza e minacce, in cui girano grandi quantità di denaro.

A livello mondiale gli investimenti operati dai fondi di investimento nel mondo dello sport hanno superato i 13 miliardi di dollari, senza contare “ il sommerso” . Il calcio televisivo occupa un posto importante nello “ spettacolo” .

Segnalo una interessante lettura: “Pierpaolo Romani-Calcio Criminale”( Rubbettino)   Prefazione di Damiano Tommasi.

 

Caro Direttore,
ma dove sono i vaccini? Introvabili. Altissimo il numero dei nuovi ammalati Nella massima confusione, Regioni contro lo Stato, accuse reciproche, i vaccini arrivano, poi spariscono, la gente muore, alla fine non abbiamo vaccini, c’è chi se ne approfitta, dipendiamo da chi li fabbrica , perché nessun governo ci ha pensato. Siamo tutti in pericolo. La pandemia, che ci affligge da mesi, dimostra che non abbiamo fatto il massimo. Ci siamo illusi. . Bisogna investire in una “ nuova” cultura sanitaria, con un rinnovato, moderno efficiente, sistema sanitario. Bisogna prevenire, attivarsi, salvare le vite umane, in anticipo.

Dopo tanti vani discorsi, l’ha detto, finalmente, dopo un anno d’ inutili tentativi di fermare la pandemia, il ministro alla Salute Roberto Speranza : “Investire seriamente per avere un sistema sanitario efficiente, con una innovativa politica dei vaccini, è una priorità per il nostro Paese, come per tutti i Paesi dell’Unione Europea”. Occorrono nuovi Responsabili. Occorrono Piani di Investimento mirati. Bisogna investire per produrre i nuovi vaccini. Rischiamo nuove ondate di morti.

Chi ha soldi si salva. E chi non ha mezzi muore. Questo è ingiusto. La povera gente soffre, senza assistenza. E chi non ha mezzi rischia la vita. Illusorio pensare che una nuova pandemia non si ripresenti. Pertanto occorre prevenirla, ridisegnare un sistema nazionale d’interventi mirati, supportati da precisi investimenti sul territorio, nuove strumentazioni, intervenire , non “ dopo”, ma “prima”, con nuovi medici di base, nuove strutture, ben collegate, ovunque aperte 24 ore su 24.

 

Caro Direttore,
si riporta per i gentili Lettori del Notiziario quanto nel 2002, era il “ Programma “ del Ministro per l’Innovazione e le tecnologie Lucio Stanca, del governo piu’ longevo della storia della Repubblica Italiana, di Silvio Berlusconi, dopo quello di Benito Mussolini.

• Il “ Programma” prevedeva:
• Tutti i servizi “prioritari” saranno disponibili online.
• Saranno distribuite trenta milioni di Carte di Identità Elettroniche e Carte Nazionali dei Servizi.
• Un milione di firme digitali saranno diffuse entro il 2003.
• La spesa di beni e servizi sarà ridotta del 50% grazie all’e-procurement.
• Tutte le comunicazione interne alla PA saranno effettuate via email.
• Tutti gli impegni e i mandati di pagamento saranno gestiti online.

• Alfabetizzazione certificata di tutti i dipendenti pubblici eleggibili.
• Un terzo della formazione sarà erogata via e-learning.
• Due terzi degli uffici della PA saranno accessibili online perché i cittadini possano seguire l’iter delle loro pratiche.
• Tutti gli uffici che erogano servizi saranno dotati di un sistema di valutazione di customer satisfaction.

 

Caro Direttore,
grazie al tuo sempre attento Notiziario ho scoperto le straordinarie bellezze artistiche, storiche di Geraci Siculo. Una meraviglia tra cielo e mare, di antiche origini. Geraci Siculo è tutto costruito sulla cresta rocciosa di un colle, come fosse miracolosamente sospeso in aria. Eccoci in Piazza del Popolo, cuore del piccolo comune. Il “ salotto bene” della città, che accoglie bellissime chiese e magnifici monumenti. Strade e stradine profumate di storia. Tutte di pietra antica. Geraci Siculo una rara perla delle Madonie concorre, in rappresentanza della Sicilia, al concorso nazionale "Il Borgo dei Borghi".

Per votare Geraci Siculo : www.rai.it/borgodeiborghi.
Molti italiani non conoscono le rare, bellezze nascoste della nostra Sicilia. Ecco il Castello, in tutta la sua maestosità, possente “Rocca” che fu dei Bizantini, degli Arabi, ed infine dei Ventimiglia. Cerchiamo paradisi all’estero che nulla hanno di bello. Rimaniamo in Italia che offre il meglio del meglio. Visitiamo Geraci Siculo. Meraviglioso paese. Godiamoci Geraci Siculo, angolo fantastico, poetico paesaggio, che ci ricorda i nostri avi e la nostra storia.

Eccoci dal Maestro Nicola Fiasconaro, pluripremiata azienda dolciaria siciliana. Ambasciatore del made in Italy nel mondo, oggi lancia un appello a tutti gli italiani sparsi ovunque, affinché votino Geraci Siculo nel concorso "Il Borgo dei Borghi 2021", in cui il paesino palermitano è l'unico a rappresentare la Sicilia a livello nazionale nella trasmissione "Alle Falde del Kilimangiaro" su RaiTre.
Viva Geraci Siculo. Simbolo di rara bellezza. Votiamo tutti Geraci Siculo, dalle Madonie l'unico comune siciliano candidato come “ borgo dei borghi” avrà la possibilità di accedere alla finale di domenica 4 aprile 2021, in prima serata su Raitre, con l’elezione del più bel borgo d’Italia.

 

La parola di Dante fresca di giornata
Una parola di Dante al giorno, per tutto il 2021. In occasione della ricorrenza dei settecento anni dalla morte del poeta, che ha dato vita alla lingua italiana, valorizzando il “ volgare, lingua del popolo, allora in disuso rispetto al latino, considerato unica lingua ufficiale e di alto prestigio.
L'Accademia della Crusca con una intelligente iniziativa pubblicherà 365 schede dedicate al pensiero e alle opere di Dante: sono osservazioni essenziali sul “ nuovo” lessico e sullo stile del poeta, che ha dato vita alla nostra lingua, con brevi note di accompagnamento.

Espressioni divenute proverbiali come lo bello stilo (Inferno, I, 87), lo stile poetico di cui Dante è fiero, e che ha imparato dai grandi modelli classici, Virgilio per primo. Color che son sospesi (Inferno, II, 52), passato nell’italiano come forma proverbiale per indicare uno stato di incertezza e di attesa. Il ben dell’intelletto (Inferno, III, 18), oggi l’espressione è usata per indicare la pienezza della razionalità umana. Bella persona (Inferno, V, 101), espressione che usa Francesca da Rimini per riferirsi al proprio corpo, oggi invece riferita a doti morali come generosità, lealtà, onestà.

La parola di Dante fresca di giornata, che ora tutti noi usiamo, è un'occasione per tutti gli italiani, grandi e piccini, ricordare, rileggere, ma anche riscoprire e approfondire la ricchissima eredità storica, poetica e linguistica, immenso patrimonio, inestimabile valore, lasciatoci da Dante. La parola di oggi: aggirata (Inferno VIII, 79)
Non sanza prima far grande aggirata,
venimmo in parte dove il nocchier forte
"Usciteci", gridò: "qui è l'intrata".
La parola di Dante, “fresca di giornata” che attraversa 700 anni trascorsi dalla morte del sommo poeta, sarà rilanciata attraverso i vari canali social dell’Accademia (Facebook, Twitter, Instagram) . ( Dante Alighieri- Firenze 21 giugno 1265 –Ravenna 13 settembre 1321).

 

Caro Direttore,
Riporto per i gentili lettori del Notiziario il testo comunicato da AstraZeneca:
“Il foglietto illustrativo del vaccino AstraZeneca deve essere aggiornato: è importante che venga comunicato al pubblico e agli operatori sanitari perché apprendano meglio queste informazioni, permettendo loro di mitigare questi effetti collaterali». Nel “ nuovo” foglietto illustrativo del vaccino di AstraZeneca verrà aggiunto un nuovo e rarissimo effetto collaterale: una forma di trombosi associata a calo di piastrine, concentrata soprattutto nelle donne al di sotto dei 55 anni.

”Viene chiarito che non esiste nessun rapporto tra AstraZeneca e le morti dei pazienti. Nemmeno esiste relazione tra AstraZeneca e i gravi mal di testa successivi alla vaccinazione, prostrazione, dolori, stato confusionale, ricovero cui segue delicato urgente intervento di neurochirurgia per una improvvisa emorragia celebrale. Dopo l’operazione le condizioni generali restano ancora critiche,”

 

Caro Direttore,
Dobbiamo ringraziare Il Prof. Natalino Natoli che ci aiuta a comprendere i nostri “ stati d’ansia”. Come si cura l’ansia? Non è facile convivere con una persona che soffre di” sindromi somatoformi”. La malattia che non si vede, ma che rende “ dura” la vita.. La tensione nervosa non cessa mai. Chi ne soffre diventa spesso lunatico, scontroso. Odioso.. Una malattia che richiede un enorme dispendio di attenzione, che rende difficili ogni rapporto.

Un disturbo che costantemente costringe chi ne soffre ad assumere numerose pillole . Basta vedere come ogni angolo della sua casa sia occupato da montagne di medicine di ogni tipo. Avviene che il paziente, per sentirsi sicuro, si trasferisce in prossimità del piu vicino ospedale, si sente protetto. Anzi , come un bisogno incessante, esasperante, il paziente raddoppia le analisi mediche, inghiotte sempre piu pillole. Continua a sottoporsi ad esami di ogni genere. Sembra che ne sia contento.

Ci sono casi in cui l’intensità e la frequenza di questi attacchi diventano insopportabili, la vita diventa difficile tanto da generare nuovi contrasti con gli altri famigliari. Le tensioni e le preoccupazioni non cessano.
La situazione diventa difficile per chi è diabetico. Spesso , a causa dei forti sbalzi della pressione, il malato peggiora. Perde il lavoro. Si rifugi sempre di piu in se stesso. Non ama i contatti. Non è capito e nemmeno aiutato.

Questa sua “ dipendenza” lo costringe a continue corse in ospedale. Chi ne soffre ha bisogno di confortanti notizie. Spesso non ne tiene alcun conto e non si placa il bisogno di “ essere curato”. La notte diventa un incubo per chi ne soffre. Si è risvegliati dalle sue telefonate notturne, e da continue richieste di aiuto. La vita diventa difficile per chi ne soffre. Ogni giorno il malato chiede il conforto dei medici. Raddoppia le analisi. Le sue richieste continuano malgrado ripetuti esiti negativi e le rassicurazioni da parte dei medici che tali “sintomi” non hanno alcuna base organica.

Del Prof Natoli utilissimo leggere: “Elementi di psicologia generale, dello sviluppo e clinica. Una guida per studenti, insegnanti, genitori, operatori socio-sanitari”.

 

Caro Direttore,
Leggo che: “ Da oltre due mesi, il pulmino del Comune di Lipari per il trasporto dei disabili, è fermo presso un'officina meccanica di Lipari, in attesa di tagliando. Ha bisogno di normale messa a punto, di cambio gomme per un totale di 700,00 euro + iva. Malgrado ogni sollecito da parte di chi soffre, continue segnalazioni, la questione è ad un punto morto. Si continua sollecitare, ma la risposta è sempre la stessa Ergo: il pulmino, pagato dai cittadini, non è servito a nulla, presto dovrà essere rottamato.

Cio’ significa che in piena pandemia, immersi nel Covid 19 e varianti, con crescenti decessi, chi deve provvedere, non provvede, chi deve dare risposte, non solo non “ risponde” , ma usa sempre il solito tono “ arrogante” di chi soffre il “complesso di Autorità”. Non solo non si danno risposte oneste, precise, a chi paga le tasse, ma non si aprono nemmeno gli occhi su chi soffre, su chi rimane inascoltato, chiuso in casa, bloccato da una grave malattia, e continua a penare nel piu totale abbandono. In Germania ogni Amministratore ha un compito ben preciso, pena il licenziamento, deve risolvere il problema, non perde tempo, risponde di persona.

 

Caro Direttore,

AstraZeneca ha reso noto che «non ci sono prove di un aumento del rischio» di un coagulo di sangue a causa del vaccino anti-Covid.
«I numeri su questo tipo (di problema medico) sono molto più bassi in coloro che sono vaccinati rispetto a quanto ci si aspetterebbe nell’insieme della popolazione», ha spiegato il gruppo anglo-svedese in un comunicato, dopo che alcuni Paesi hanno sospeso a scopo precauzionale la somministrazione di quel vaccino.

Questa la notizia: Stefano Paternò, il militare di 43 anni, in servizio ad Augusta, in provincia di Siracusa, morto ieri mattina per un arresto cardiaco nella sua abitazione, aveva ricevuto martedì la prima dose del vaccino Astrazeneca dello stesso lotto (ABV2856) bloccato oggi dall’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), la Procura del capoluogo siciliano ha aperto un’inchiesta e disposto l’autopsia.

Il procuratore capo, Sabrina Gambino, ha iscritto nel registro degli indagati, con l’ipotesi di omicidio colposo, tutta la catena di distribuzione del vaccino, dalla società Astrazeneca fino al personale sanitario dell’ospedale Militare dove è avvenuta l’inoculazione.
“Si tratta di un lotto che è stato commercializzato sia in Italia che in Europa. Stiamo indagando – ha detto il magistrato – e purtroppo non è facile visti i numerosi soggetti coinvolti. Non dobbiamo creare allarmismo ma le nostre scelte sono dettate dalla tutela della salute pubblica”.

 

Caro Gennaro,
Aprendo il Notiziario ho ascoltato con vivo interesse la tua intervista con il “Maestro di Vita” Natalino Natoli. Quanto Amore e quanta Passione per lo studio e la conoscenza! Con una narrazione che dalle lontane Isole Eolie, dalla sua Quattropani, è sicuramente autobiografica. Un Eoliano nel mondo, un giovanotto ricco di umanità, che ci indica in che cosa credere. Natalino Natoli ci apre il suo cuore, per farci sentire quanto profonde sono le radici ed il suo legame con le Isole Eolie e la Psicologia.

Ascoltiamo e riascoltiamo questa sua intervista, che ci guida verso la pace “ interiore”. Contro tanti falsi miti.. L’intera umanità soffre la miseria della “ non conoscenza”.. E quanti ostacoli per diventare uomini e donne responsabili. Viviamo male. C’è bisogno di comprensione, di dialogo. Di un linguaggio semplice. Diretto, guardandoci negli occhi. C’è bisogno di sentirci uniti. Di appartenenza. Di onestà, di fiducia. Di essere parte del territorio. Di possedere legami con la terra, con il mare . Abbiamo bisogno di Amore. Di buoni amici, di sani principi, di affetto. Invece prevalgono odio ed inimicizia! Come uscire da questa “ pandemia” delle nostre cattive abitudini? Dai mali che ci affliggono?

Il Professor Natoli ci invita ad andare avanti, a guardare al futuro. Impariamo a conoscere, a distinguere. La vita ci impone duri sacrifici. Interi popoli soffrono la miseria. Quanti di noi hanno dovuto emigrare? Che le giovani generazioni non rimangano in attesa, passivamente lamentandosi , guardando al “ passato”. Giovanotti, uomini e donne abbiate coraggio, non fermatevi , mirate avanti, verso il futuro.

NOTIZIARIOEOLIE.IT

prof-natalino-natoli.png

11 MARZO 2021

Caro Bartolino,
Viviamo in un mondo brutale. Ci sono uomini che odiano le donne. Sono violentate, poi uccise. Le statistiche sono impressionanti. Ancora oggi, in molti paesi del mondo si perseguitano, si bruciano le donne. Si puniscono perché vogliono istruirsi, viaggiare. Ma non è loro permesso. Debbono rimanere caste e vergini. In attesa del “ matrimonio”. Spesso imposto. Non si permette loro di guidare l’automobile. Di uscire di casa, se non sotto sorveglianza. Dipendono prima dal “ padre”, poi dai “ fratelli” e poi dal “ marito”. In molti Paesi si vendono come bestie. Non possono amare liberamente. Non possono comunicare.

Vengono lapidate. Non possono scrivere e nemmeno leggere. Debbono rimanere recluse in casa, a disposizione. Debbono fare i comodi dei loro “ padroni”. Schiave . Ridotte in povertà. E nessuno governo ferma questa ignobile violenza. Anzi. E tutto passa nel silenzio svogliato e disattento della “ maggioranza”. Dei tanti “ benpensanti”. Di quelli che hanno “ il Potere”. Quelli che “ tutelano” la moralità femminile.

Ho avuto la fortuna di leggere –con molto interesse - un libro che mi ha aperto gli occhi: il “ Secondo Sesso” di Simone Lucie Ernestine Marie Bertrand de Beauvoir ( Parigi 9 gennaio 1908 – Parigi 14 aprile 1986). Un libro che fa capire ed amare le donne, scopre chi sono, di cosa soffrono, cosa vogliono e cosa amano. Un libro fondamentale per ogni giovane. Senza differenza di sesso.

 

Simone de Beauvoir apre i nostri occhi sul mondo femminile. E su quante cose “ femminili” noi non conosciamo. La de Beauvoir, analizza il mondo femminile, lo illumina, lo valorizza, lo ripropone, mira ad affrancare la donna, calpestata nei suoi diritti, spesso castrata e ridotta allo status di “minore”, essere debole inutile, che la rende alienata, ignorata, senza futuro, considerata “ come oggetto” sessuale.
Simone de Beauvoir traccia il lungo, tormentato perimetro storico-religioso e passa in rassegna i ruoli attribuiti dal pensiero maschile alla donna spesso in una prospettiva limitata, ipocrita, volgare, di tutto “ comodo”. Prima vergine, poi sposa, madre, o, in senso spregiativo, come prostituta, donna oggetto, alla fine vecchia - e i relativi attributi negativi – gelosa, infantile, incapace, limitata, ipocrita, odiosa, narcisista, sporca, infame. Un libro che sviluppa, al contrario, una vivace polemica costruttiva che mira ad una donna, libera, finalmente indipendente. Che sappia scegliere cosa vuole, che possa dirigere, da sola, la propria vita. Vengono affrontati temi “ tabu” quali : verginità, matrimonio, figli, partners. D’un mondo “ borghese”, ripieno di “ perbenismo”, di luoghi comuni, tutto chiuso in se stesso, spesso ipocrita .Si amplia il dibattito sulla alienazione sessuale, economica e politica di cui soffrono ancora oggi milioni di donne.. Simone de Beauvoir sfida coraggiosamente il mondo maschile, con tutte le sue leggi repressive in materia di libertà di scelta: tocca temi scottanti . Il divorzio, i figli, la contraccezione e l’aborto
Simone de Beauvoir mira da una donna che semplicemente non abbia bisogno di “ tutele” , di leggi, di “ quote rosa”. Simone mira alla donna che non si accontenta di aver qualche limitato , piccolo beneficio, come un “bonus premio” per partorire fuori casa , particolarmente odioso. Abbiamo tutti bisogno di una donna che si realizzi attraverso lo studio, la ricerca, il lavoro, un suo libero tracciato vitale, che miri alla 'indipendenza economica. Una donna che miri alla liberazione del suo peculiare "genio artistico", che ami inseguire il sogno di un mondo migliore, della sua fantasia, dei suoi diritti sessuali, sempre zittiti dalla civiltà “ al maschile”, sotto tutela del maschio, che riducono la donna, a ruoli inferiori.

 

 

 

 

Caro Bartolino,
siamo talmente “ bombardati “ da tante brutte notizie, da tanta violenza , avvelenati da tanta cattiva educazione. Aprendo il tuo Notiziario…..mi ha sconvolto questa affermazione che mi ha dato la spinta a scriverti:

"E ne approfitto per chiedere scusa al signore che ho cercato di evitare per il modo un po' duro con il quale mi sono rivolto dopo la caduta e ringraziare di cuore tutti quelli che si sono preoccupati di me e che mi hanno aiutato ad alzarmi e a recuperare le mie cose.”
Caro Bartolino: ti prego…. fai circolare questa lettera. Che sia letta e commentata in tutte le scuole, a partire dalle Isole Eolie, centro culturale mondiale, dove si insegna a conoscere i popoli e le antiche lingue che hanno colonizzato interi continenti

Fai in modo che sia letta durante le serate del Festival di Sanremo. Mandatela a parenti ed ad amici, appendetela sulle porte dei partiti politici, dei Municipi, della Regione, delle Confraternite , Centri culturali, delle aziende commerciali, delle Società dei Lavoratori della Marineria , dei Trasporti, degli Sportivi. Fai che sia letta in Chiesa, parte integrante del Vangelo..

 

Caro Direttore,
la trombosi è il coagulo di sangue che si forma nelle arterie, nella testa, spesso nelle gambe e nel bacino. Il trombo blocca la circolazione del sangue. È una malattia potenzialmente fatale, ha un'incidenza annuale di oltre 800.000 casi ed è responsabile di circa 100.000 morti/anno per embolia polmonare.

Ne soffrono maggiormente gli anziani. La trombosi è spesso silente. Anch’io sono stato operato. Non potevo piu’ camminare. Pativo un dolore insopportabile. L'embolia è l'ostruzione causata da un corpo estraneo . L’embolo può raggiungere il cuore e i polmoni, puo’ bloccare un vaso sanguigno ostruendo il flusso del sangue.

La mortalità da embolia polmonare è stimata intorno al 33%. Il legame fra le due affezioni è strettissimo tant’è che ormai vengono considerate come aspetti diversi di una unica identità nosologica: il tromboembolismo venoso.
Importante il controllo medico della pressione del sangue per evitare la formazione di nuovi trombi.

 

Caro Direttore,
è sempre alto il numero dei decessi.
Siamo tutti in attesa del miglior vaccino per poter tornare a vivere. I ritardi , i contrasti , le incapacità' di ieri riemergono in un quadro politico conflittuale tra le maggiori aziende, che producono il vaccino. Preoccupa lo sviluppo delle "varianti", che peggiorano le condizioni della nostra sopravvivenza.

Tra smentite e incertezze il governo con 39 nuovi sottosegretari ridistribuisce le poltrone secondo le logiche partitocratiche. Intere popolazioni, bloccate in casa, assistono impotenti alla guerra commerciale per la distribuzione del vaccino che si attende come la "manna" nel deserto.

 

Caro Direttore,
rispolverato il Trattato di Roma del 1957, Mario Draghi, "euroimperatore", in piena pandemia mondiale, si è assunto enormi compiti.

Quanti anni ci vorranno per fare pulizia amministrativa di tutto il ritardo accumulato per il caotico bailamme di tante ingiustizie sofferte da milioni di italiani costretti alla miseria?

Ad oggi tutte queste inefficienze stanno costando ai cittadini italiani 2569 miliardi di euro di debito, 43322 euro a carico di ogni cittadino.. oltre ai 209 miliardi di euro del Recovery Plan, 3524 euro di ulteriore debito per ciascun cittadino.

 

Caro Direttore,
chi sarà il nuovo Cancelliere della Repubblica Federale Tedesca? Gli sfidanti alla Cancelleria sono: Armin Laschet, Friedrich Merz e Norbert Roettgen. Anche il ministro della Sanità, Jens Spahn , mira a Berlino. In corsa, ma distanziati, Robert Habeck e Annalena Baerbock.

Armin Laschet , figlio di un minatore, è considerato l’erede naturale della Merkel. Frederick Merz è il candidato il più popolare nei sondaggi. Più a sinistra è il terzo aspirante: Norbert Rottgen, presiede attualmente della Commissione Esteri. Anche Markus Söder, assai popolare in Baviera, è in corsa per la Cancelleria.

In Italia si affermano gli “Uomini Forti” spesso lobbisti e impopolari se non autoritari e dispotici.
E' già dimenticato il prof. Conte, siamo nelle mani di super Mario Draghi , ultima spiaggia?

 

Caro Direttore,
sembra che l’ex Presidente americano Donald Trump per tutto il tempo della sua Presidenza ( 2017-2021) , era solito “ lacerare, strappare e gettare nel cestino gran parte delle lettere, documenti, petizioni, suppliche, memorie, ricorsi, etc.. che riceveva, malgrado i reiterati inviti , inascoltati, da parte degli organi della sicurezza nazionale”.

Il Presidente, incurante, sembra aver ignorato ogni prescrizione, non ha tenuto alcun registro dei vari documenti a sue mani, ma di averne ordinato, ma non ci sono prove, di “ occultarli e di distruggerli.”
Mi risulta che esistono prove di simili “comportamenti”, come di altrettante tecniche distruttive / insabbiatorie/ , in non pochi Uffici Amministrativi che avrebbero , non ci sono statistiche ufficiali, adottato , in totale assenza di controlli, la stessa tecnica di Trump.

 

Caro Direttore,
E siamo di nuovo nei guai. Il governo Conte bis ha rassegnato le dimissioni. I governi italiani hanno una vita piuttosto corta. Anche il primo governo De Gasperi del 14 luglio 1946 rimase in carica solo per 203 giorni.. Dal 1946 ad oggi si sono succeduti 63 governi. La durata media è stata di 1 anno, 1 mese e 10 giorni.

La durata media dei governi tedeschi: 2,9 anni, 2 anni e 11 mesi. I governi tedeschi durano in media 35 mesi rispetto ai 13 mesi italiani. I governi tedeschi durano di piu’ e producono di piu’.I tedeschi hanno avuto una durata media di 100 mesi ciascuno rispetto ai 31 mesi dei presidenti del consiglio italiani.

 

Caro Direttore,
tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge. La sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Chi esercita la giustizia ha un compito molto difficile. Molti giudici hanno perso la vita per difendere la legge. Giornalisti, editori, sono ancora oggi perseguitati , messi al bando, eliminati.

Cosa ne capisce di diritto il cittadino medio, quello che non legge, non conosce, non s’interessa, non partecipa, non s’impegna, e trascorre una vita indolente? Perché tanto disinteresse e qualunquismo in tema di giustizia ? Quante poche difese abbiamo davanti a magistrati incompetenti e malvagi? Chi ci difende dai loro soprusi?

Perché ci sono dei magistrati che usano il loro potere per i loro comodi, in difesa dei loro interessi ? Perché oggi la magistratura è stata ridotta ad un crocevia di affari poco puliti, di nomine e favori?

Di quale giustizia parliamo se grande parte del mondo è governato da ingiustizie, che producono tanti miserabili cittadini senza diritti, senza alcuna certezza del diritto.
Perché, legali rappresentanti del popolo, non hanno difeso i nostri diritti, hanno preferito “fare carriera”, ottenendo in cambio denaro e cariche. I cittadini hanno bisogno di magistrati onesti. Di essere protetti da tanti speculatori. Di liberarsi da tante iniquità.

 

Caro Direttore,
quello che tutti gli italiani vogliono da subito, è di fare piazza pulita di tutti gli evasori fiscali. Ne abbiamo da vendere. Ma abbiamo anche un debito che non si ferma, una popolazione disperata, alla fame. Tutto bloccato. Non si vive. E ora, chi fa politica , per puro comodo suo, si è messo a cercare “ l’Uomo” forte, come una” Merkel” di casa nostra. Gli italiani non hanno bisogno di “ uomini forti”. Gli italiani sono un popolo libero. .
Se non hai pagato il dovuto, vivi e vegeti a sbafo, rubi al prossimo , ingrassi mentre il tuo vicino paga, buttando sangue, il dovuto, ti auguro ogni bene ma vattene via trovati una nuova destinazione, il mondo è ben grande. Ripuliamo la penisola dei tanti evasori. Espelliamo gli evasori.

Tutto il contrario di quello che avviene : milioni di giovani se ne vanno via costretti dal governo alla fame, emigrano come tanti pezzenti del secolo ante prima guerra mondiale.
I nostri “ politici”, tutti presi dalla frenesia di essere il nuovo capo del governo, boriosi ed ignoranti, miserabili conservatori, protesi nella conservazione dei loro privilegi, senza far nulla, vuoti quanto ipocriti, si sono dovuti comperare nuove paia di scarpe, tanto hanno passeggiato tranquillamente , sbadigliando dandosi, amichevolmente, pacche sulla schiena, tra lo “ struscio” indegno, verso il Parlamento ed il Colle e viceversa.

 

Caro Direttore,
tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge. La sovranità appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Chi esercita la giustizia ha un compito molto difficile. Molti giudici hanno perso la vita per difendere la legge. Giornalisti, editori, sono ancora oggi perseguitati , messi al bando, eliminati.
Cosa ne capisce di diritto il cittadino medio, quello che non legge, non conosce, non s’interessa, non partecipa, non s’impegna, e trascorre una vita indolente? Perché tanto disinteresse e qualunquismo in tema di giustizia ? Quante poche difese abbiamo davanti a magistrati incompetenti e malvagi? Chi ci difende dai loro soprusi?

Perché ci sono dei magistrati che usano il loro potere per i loro comodi, in difesa dei loro interessi ? Perché oggi la magistratura è stata ridotta ad un crocevia di affari poco puliti, di nomine e favori?
Di quale giustizia parliamo se grande parte del mondo è governato da ingiustizie, che producono tanti miserabili cittadini senza diritti, senza alcuna certezza del diritto.
Perché, legali rappresentanti del popolo, non hanno difeso i nostri diritti, hanno preferito “fare carriera”, ottenendo in cambio denaro e cariche. I cittadini hanno bisogno di magistrati onesti. Di essere protetti da tanti speculatori. Di liberarsi da tante iniquità.

 

Caro Direttore,
perché in piena pandemia mondiale hanno chiuso la camera iperbarica dell'ospedale di Lipari? Perché continua la guerra contro la “ nostra salute”? Perché tanti decessi a causa della precaria gestione degli ospedali? La camera iperbarica salva molte vite umane. Quando respiriamo, normalmente usiamo una parte del nostro potenziale, nella camera iperbarica respiriamo il 100% di ossigeno. Un enorme beneficio. L’ ossigenazione iperbarica viene utilizzato per diverse patologie in varie specializzazioni come reumatologia, traumatologia, neurologia, clinica medica e oncologia.

Il trattamento di ossigenazione iperbarica è efficace nelle varie carenze circolatorie: la malattia da decompressione, l’embolia gassosa, l’anemia severa, l’ascesso cerebrale, le ustioni gravi, la sindrome compartimentale, gli infortuni e le lesioni da schiacciamento, l’avvelenamento da ossido di carbonio, la cancrena gassosa, le infezioni necrotizzanti, le ferite da radiazione, la sordità improvvisa, la perdita della vista, il piede diabetico.. Statisticamente , il 90,9% dei pazienti non presenta alcuna recidiva clinica dopo diverse sedute di trattamento.

 

Caro Direttore,

Spero di non essere frainteso. L’invidia è una pessima consigliera. Sono felice che l’ Isola di Procida sia stata nominata Capitale della cultura per il 2022.

La motivazione della giuria è stata questa: "Il contesto dei sostegni locali e regionali pubblici e privati è ben strutturato. La dimensione patrimoniale e paesaggistica del luogo è straordinaria.
La dimensione laboratoriale che comprende aspetti sociali di diffusione tecnologica è importante per tutte le isole tirreniche, ma è rilevante per tutte le realtà delle piccole isole mediterranee. Il progetto potrebbe determinare grazie alla combinazione di questi fattori un'autentica discontinuità nel territorio e rappresentare un modello per i processi sostenibili di sviluppo a base culturale delle realtà isolane e costiere del Paese.
Il progetto è inoltre capace di trasmettere un messaggio poetico, una visione della cultura che dalla piccola realtà dell'isola si estende come un augurio per tutti noi, al Paese nei mesi che ci attendono.”

Subito dopo si sono levate odiose critiche di chi è stato escluso.  Invece di unire le nostre forze, continuiamo a farci la guerra.   Odioso è guardare nel piatto degli Altri. Odioso è lamentarci della nostra pigrizia. Usciamo dal nostro egoismo. Lavoriamo assieme a Procida.   Diamoci da fare. Apriamo finalmente gli occhi. I tedeschi arrivano a milioni in Italia. Amano l’Italia. Ne parlano sempre con meraviglia. Chi ci vive gode di un continuo divenire di meravigliosi paesaggi, una ricchezza inestimabile, di unici borghi, tra terra e mare, di isola in isola. Tutta l’Italia è Procida.

 

Caro Direttore ,
leggo il rinnovato appello…” les jeux sont faits”!... del dr. Angelo Sidoti , rivolto alla pubblica amministrazione e desidero ricordare che:

a) la legge obbliga il dipendente pubblico a prevenire e a contrastare eventuali illeciti della amministrazione, deve prestare la sua collaborazione con l'obbligo di denuncia all'autorità giudiziaria, deve segnalare al proprio superiore gerarchico eventuali situazioni di illecito nell’amministrazione di cui sia venuto a conoscenza.

b) Il dipendente pubblico assicura l'adempimento degli obblighi di trasparenza, in perfetta buona fede, prestando la massima collaborazione nell'elaborazione, reperimento e trasmissione dei dati sottoposti all'obbligo di pubblicazione sul sito istituzionale.
In particolare i casi piu’ evidenti di corruzione del pubblico dipendente, che si assumono come indicatori di ricorrenza del fenomeno stesso sono:

1•illegittimità gravi e ripetute in materia di appalti pubblici: affidamenti diretti ove non consentito, abuso della procedura di somma urgenza, gare mandate deserte, ribassi anomali, bandi con requisiti funzionali all’assegnazione pilotata, presentazione di offerte plurime riconducibili ad un unico centro di interesse
2•inerzia prolungata nel bandire le gare al fine di prorogare ripetutamente i contratti ormai scaduti, in molti casi nel settore dello smaltimento rifiuti.
3•assenza di controlli, assegnazione e esecuzione di opere pubbliche, senza copertura, senza preventivo, senza nessun collaudo , senza formulare la necessaria garanzia. Nessun rispetto dei tempi e dei costi.
4 •assunzioni clientelari politiche e amministrative
5 •illegittime concessioni di erogazioni e contributi
6 •concorsi svolti sulla base di bandi redatti su misura
7 •illegittimità nel rilascio di licenze in materia edilizia, come nel settore commerciale
8 •illiceità in procedimenti penali, civili/ amministrativi, al fine di ottenere provvedimenti di di favore.

angolo-del-pesce.jpg