140360869_10222331120340402_6109034543150630986_o.jpg

di Ennio Fiocco

I buoi di Houël nella natura selvaggia delle isole

Jean -Pierre Houël (1735 – 1813, ) pittore, incisore ed architetto francese, durante il suo soggiorno in Sicilia ha realizzato oltre un centinaio di disegni immortalando la natura selvaggia. Queste opere sono conservate nel famoso museo Hermitage di San Pietroburgo, cedute dall'artista alla Zarina Caterina di Russia. Intraprese il suo Grand Tour nel 1776 ed immaginava di viaggiare per un solo anno, ma gli fu necessario un periodo di oltre tre anni per documentare le infinite ricchezze. Realizzò un Journal, ed esattamente un diario dove trascriveva le sue impressioni e appuntava gli itinerari compiuti e le curiosità scoperte, tracciando veloci schizzi delle antichità. Il successo del Vojage di Houël è legato al suo essere “pittoresco”, soprattutto con le parole e poi con le immagini. All'epoca numerosi erano i viaggiatori che dall’Europa intraprendono il noto viaggio di formazione al bello nell’Italia delle rovine greche e romane. L'artista è attratto dalla Magna Grecia, ma ci apre gli occhi sulla natura dell’isola e sui costumi impiegando a volte un taglio illuministico carico di esotismo.

View-of-the-Island-of-Vulcano-from-the-Island-of-Lipari-Houel-Jean-Pierre-Laurent-oil-painting-1-768x512.jpg

Il l titolo completo dell’opera lo annuncia: “Voyage pittoresque des isles de Sicilie, de Malte et de Lipari, où l’on traite des Antiquités qui s’y trouvent encore; des principaux Phénomèn que la Nature y offre; du Costume des Habitans, & de quelques usages”. Evoca per immagini, con puntigliosa meticolosità, luoghi, scorci, rovine di un'isola speciale che coagula la sua arte immortale, e che rappresenta un reportage destinato ad affascinare ed a incuriosire il visitatore in un viaggio avventuroso ricco di emozionalità. In sostanza nell'opera di Houël traspare una riflessione sulle immagini determinate dalla fantasia come un fotoreporter capace di sfidare le condizioni più estreme pur di dare un sapore di verità alla sua ricerca, soprattutto ai suoi acquerelli fantastici di cui il paesaggio fa da cornice in una visione personalistica. Le opere rivelano il volto della Sicilia in una piena e straordinaria bellezza e ciò in pieno illuminismo e in contrapposizione alla sontuosità espressa dallo stile barocco.

La Magna Grecia e, in particolare, la Sicilia (Atene è prigioniera dei Turchi ed è pericoloso viaggiare) diventano i luoghi del mito dove è possibile osservare piante rare o sconosciute quali ad esempio la canna da zucchero, l’albero della manna e il banano, ma anche fenomeni naturali come i vulcani siciliani. A Parigi l’artista salda il suo debito col re offrendo, in cambio dei 275 luigi d’oro ricevuti, quarantasei vedute eseguite a gouaches e oggi conservate al Louvre. Ma per pubblicare il suo lavoro ha bisogno di un ulteriore finanziamento e vende a Caterina II di Russia oltre cinquecento disegni e dipinti realizzati in Sicilia, parte dei quali si custodiscono all’Ermitage, come anzidetto.

Jean-Pierre-Laurent-Hoüel-–-Pianta-dell’Isola-di-Vulcano-e-Vulcanello-1776-79-–-Museo-dell’Hermitage.jpg

Presenterò ai lettori due opere, sicuramente conosciute, ma che vanno attenzionate (custodite al Museo dell'Ermitage), che hanno attratto la mia attenzione. Una è “la veduta dell'Isola di Vulcano dall'Isola di Lipari”, che ritrae anche il lavoro degli uomini in agricoltura con i buoi e l'aratro. La coppia di buoi ha il giogo che è un attrezzo in legno, con i relativi accessori in metallo e in cuoio, in forma di barra trasversale sagomata e il contadino li indirizza nel lavoro dei campi, mentre la semina avviene a mano da altro agricoltore.

Altra opera è un disegno e precisamente la “Pianta dell’Isola di Vulcano e Vulcanello”.

I DOCUMENTI STORICI IN ESCLUSIVA DEL DOTTOR ENNIO FIOCCO

31 OTTOBRE 2019

Andreas Achenbach e la visione dello Stromboli del 1844

1 NOVEMBRE 2019

Il viaggio di Lazzaro Spallanzani

9 NOVEMBRE 2019

Athanasius Kircher e lo Stromboli del 1600

16 NOVEMBRE 2019

Filicudi, Don Giovannino Lopes e la storia delle murene

28 DICEMBRE 2019

Cesarina Gualino e il soggiorno a Lipari nel 1931

PER LA LETTURA DEGLI ALTRI ARTICOLI CLICCARE NEL LINK LEGGI TUTTO

12 MARZO 2020

Vulcano, Elisée Reclus il geografo anarchico

14 MARZO 2020

 Lipari, Elisée Reclus nel 1865

27 MARZO 2020

I Liparoti ritrovati. Il Punto e Virgola

2 APRILE 2020

Gli Eoliani di Ustica

6 APRILE 2020

Pellegro, il pittore genovese del primo seicento barocco e la tavola della Conversione di San Paolo

14 APRILE 2020

Per non dimenticare Irene Kowaliska

18 aprile 2020

La regina Eleonora D'Arborea e il suo falco

22 APRILE 2020

Robert Mertens e la lucertola delle Eolie in estinzione

6 MAGGIO 2020

Marcello Aliprandi e le bellezze di Vulcano

13 MAGGIO 2020

Gli angeli buoni tra cielo e immaginazione

18 maggio 2020

Filicudi, l'isola del naufragio

28 maggio 2020

Panarea, Uniti nella tempesta di Lisca Bianca

7 GIUGNO 2020

Alicudi, l'invidiabile beatitudine degli Isolani negli scritti di Lazzaro Spallanzani

16 giugno 2020

Alicudi vista da Alexandre Dumas nel 1835

22 giugno 2020

I Carabinieri alle isole Eolie

30 GIUGNO 2020

Sulle tracce degli Eoliani nell'America centrale del 1500

9 AGOSTO 2020

Sapori Arabi nella tradizione siciliana

25 AGOSTO 2020

Un grande cuore, una grande anima. Padre Agostino da Giardini (1914 + 1977)

21 SETTEMBRE 2020

Il mare visto da Renato Zero

1 OTTOBRE 2020

Coralli ed onde nel mare eoliano dall'antichità fino al viaggio dello Spallanzani

6 OTTOBRE 2020

Alla ricerca dei sapori perduti del mosto

15 OTTOBRE 2020

Le isole e il vento nella poesia di Bartolo Cattafi.

25 OTTOBRE 2020

I dimenticati. Le anime inquiete in cerca di Patria

3 NOVEMBRE 2020

Panarea, le riflessioni di Paul Thorel nell'amata isola

9 NOVEMBRE 2020

Cloe e la sua bambola di terracotta

28 FEBBRAIO 2021

Lipari, Nicola de Franco ed il suo schiavo nel 1491

2 APRILE 2021

Il mare in tempesta di Jean Epstein

20 APRILE 2021

Mitologia, Eolie e il grande Demis Roussos

16 giugno 2021

Licenze e Corsari

7 ottobre 2021

L'inferno degli Sterrati dell'isola di Vulcano (I figli di nessuno).

28 ottobre 2021

Eolie, Antoine de la Sale nel 1407

8 gennaio 2022

Stromboli, Edesio si "divideva" anche con Venezia

17 marzo 2022

 La signora Maria "la mia cara paesana..."

20 marzo 2022

Giacomo Carduini, il Vescolo di Lipari dal 1489 al 1506, e il sangue di San Gennaro

8 LUGLIO 2022

Lipari, Il "sacco" visto dal pittore Charles Fouqueray (1869 - 1956)

viola.jpg