Eventi e Comunicazioni

agevolazioni_bonus_pubblicità_2024.jpg

"Con il Notiziario delle Eolie Bonus pubblicità con credito d'imposta al 75%" 

Dettagli...

140360869_10222331120340402_6109034543150630986_o.jpg

di Ennio Fiocco

L'eruzione dello Stromboli del 30 agosto 1842 del pittore Jean-Charles-Joseph Rémond

Jean-Charles-Joseph Rémond (1795 + 1875) era figlio di un tipografo che fondò nel 1793 a Parigi una tipografia specializzata in incisioni. Fu allievo di Jean-Victor Bertin e Jean-Baptiste Regnault e vinse nel 1821 il prestigioso Grand Prix de Paysage Historique con l'Enlèvement de Proserpine par Pluton. Nella gerarchia accademica dell'arte del tardo Settecento la pittura di paesaggio era considerata inferiore rispetto alla pittura di storia, di ritratto e di genere. Però questa percezione mutò gradualmente alla fine del secolo, quando i paesaggisti neoclassici introdussero il c.d. “paesaggio storico”, un genere che si rifà alla tradizione paesaggistica classica del XVII secolo.

Dopo il 1810, l'atteggiamento nei confronti del paesaggio storico cambia radicalmente e viene equiparato alla pittura storica tradizionale. Parecchi artisti hanno dedicato il loro sapere a questa categoria e sono stati vincitori del Prix de Rome per il paesaggio storico, un premio istituito nel 1817 per consentire ai giovani artisti stranieri di studiare in Italia.

Jean-Charles_Joseph_Rémond.jpg

Proprio il giovane Rémond nel 1821 ha ricevuto tale riconoscimento. L'artista trascorse i successivi cinque anni in Italia dipingendo schizzi all'aria aperta unendosi ad altri giovani che avevano viaggiato nella campagna italica per dedicarsi esclusivamente ai piaceri dell'arte visiva e impiegando, senza l'illuminazione controllata dello studio, una tecnica di schizzi rapidi che cattura l'essenza della luce e dei contorni delle colline, delle valli e della costa della penisola italiana.

La sua carriera brillante fu interamente dedicata al paesaggio. Come insegnante, ha scritto diversi trattati sulla pittura di paesaggio e contava Théodore Rousseau come uno dei suoi numerosi studenti. Durante questo importante periodo della storia culturale europea, la geologia fu glorificata dall'arte e la pittura di paesaggio elevata dalle scienze naturali. Per la prima volta nella storia del mecenatismo francese, la natura diventa il soggetto esclusivo per la decorazione di uno spazio pubblico.L'eruzione dello Stromboli del 30__ agosto del 1842.jpeg

Come parte di una commissione del Museo di Storia Naturale della capitale francese fu incaricato di creare un grande murale di Stromboli. Nell'estate del 1842 intraprese un viaggio di ricerca in Sicilia e alle Isole Eolie e registrò un'eruzione avvenuta nella notte del 30 agosto. Nello schizzo ad olio particolarmente drammatico e dettagliato, che è stato sicuramente finito in studio, l'artista parigino cattura l'intensità del fuoco e della lava che erompe dal cratere dove il vapore sale dall'acqua e il calore rosso dell'eruzione si riflette sulla montagna rocciosa. Il tutto è bilanciato dal freddo blu del cielo e l'orizzonte basso sottolinea la monumentalità del vulcano che erge nella sua maestosità.

Veduta di una parte di__ Stromboli.jpg

L'opera è un olio su carta di cm. 27 x 37 ed è montata su tela e fa parte di una collezione privata londinese. Propongo ai lettori quest'ultimo ed interessante dipinto, nonché una veduta di una parte della costa dell'isola di Stromboli e poi un olio su carta su tela Ancient Ruins near Messina, Sicily, 1842 “antiche rovine vicino a Messina”, custodito alla National Gallery of Art di Washington.320660236_707869160648585_6653824791470995462_n.jpg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

I DOCUMENTI STORICI IN ESCLUSIVA SUL NOTIZIARIO DELL'AVVOCATO ENNIO FIOCCO

31 OTTOBRE 2019

Andreas Achenbach e la visione dello Stromboli del 1844

1 NOVEMBRE 2019

Il viaggio di Lazzaro Spallanzani

9 NOVEMBRE 2019

Athanasius Kircher e lo Stromboli del 1600

16 NOVEMBRE 2019

Filicudi, Don Giovannino Lopes e la storia delle murene

28 DICEMBRE 2019

Cesarina Gualino e il soggiorno a Lipari nel 1931

PER TUTTI GLI ALTRI DOCUMENTI STORICI CLICCARE NEL LINK LEGGI TUTTO

12 MARZO 2020

Vulcano, Elisée Reclus il geografo anarchico

14 MARZO 2020

 Lipari, Elisée Reclus nel 1865

27 MARZO 2020

I Liparoti ritrovati. Il Punto e Virgola

2 APRILE 2020

Gli Eoliani di Ustica

6 APRILE 2020

Pellegro, il pittore genovese del primo seicento barocco e la tavola della Conversione di San Paolo

14 APRILE 2020

Per non dimenticare Irene Kowaliska

18 aprile 2020

La regina Eleonora D'Arborea e il suo falco

22 APRILE 2020

Robert Mertens e la lucertola delle Eolie in estinzione

6 MAGGIO 2020

Marcello Aliprandi e le bellezze di Vulcano

13 MAGGIO 2020

Gli angeli buoni tra cielo e immaginazione

18 maggio 2020

Filicudi, l'isola del naufragio

28 maggio 2020

Panarea, Uniti nella tempesta di Lisca Bianca

7 GIUGNO 2020

Alicudi, l'invidiabile beatitudine degli Isolani negli scritti di Lazzaro Spallanzani

16 giugno 2020

Alicudi vista da Alexandre Dumas nel 1835

22 giugno 2020

I Carabinieri alle isole Eolie

30 GIUGNO 2020

Sulle tracce degli Eoliani nell'America centrale del 1500

9 AGOSTO 2020

Sapori Arabi nella tradizione siciliana

25 AGOSTO 2020

Un grande cuore, una grande anima. Padre Agostino da Giardini (1914 + 1977)

21 SETTEMBRE 2020

Il mare visto da Renato Zero

1 OTTOBRE 2020

Coralli ed onde nel mare eoliano dall'antichità fino al viaggio dello Spallanzani

6 OTTOBRE 2020

Alla ricerca dei sapori perduti del mosto

15 OTTOBRE 2020

Le isole e il vento nella poesia di Bartolo Cattafi.

25 OTTOBRE 2020

I dimenticati. Le anime inquiete in cerca di Patria

3 NOVEMBRE 2020

Panarea, le riflessioni di Paul Thorel nell'amata isola

9 NOVEMBRE 2020

Cloe e la sua bambola di terracotta

28 FEBBRAIO 2021

Lipari, Nicola de Franco ed il suo schiavo nel 1491

2 APRILE 2021

Il mare in tempesta di Jean Epstein

20 APRILE 2021

Mitologia, Eolie e il grande Demis Roussos

16 giugno 2021

Licenze e Corsari

7 ottobre 2021

L'inferno degli Sterrati dell'isola di Vulcano (I figli di nessuno).

28 ottobre 2021

Eolie, Antoine de la Sale nel 1407

8 gennaio 2022

Stromboli, Edesio si "divideva" anche con Venezia

17 marzo 2022

 La signora Maria "la mia cara paesana..."

20 marzo 2022

Giacomo Carduini, il Vescolo di Lipari dal 1489 al 1506, e il sangue di San Gennaro

8 LUGLIO 2022

Lipari, Il "sacco" visto dal pittore Charles Fouqueray (1869 - 1956)

24 luglio 2022

I buoi di Houël nella natura selvaggia delle isole

2 AGOSTO 2022

Charles Gore e le isole nel settecento

29 SETTEMBRE 2022

Lipari, Maria e Giovanni un amore violato

13 OTTOBRE 2022

Vulcano, Ludovico Sicardi tra i fumaroli nel 1922

1 NOVEMBRE 2022

Eolie, Emile Chaix tra l'Etna e le Isole nel 1890

4 NOVEMBRE 2022

Via Paolo Fabbri 43” cantata da Francesco Guccini

14 NOVEMBRE 2022

William Henry Smith e le sue carte

19 NOVEMBRE 2022

Aerei e vulcani futuristi visti dal pittore Giulio D'Anna

30 NOVEMBRE 2022

Le visioni vulcaniche di Hans Falk

7 DICEMBRE 2022

Riccardo Fainardi e la veduta dello Stromboli in eruzione

castalia.jpg