Eventi e Comunicazioni

agevolazioni_bonus_pubblicità_2024.jpg

"Con il Notiziario delle Eolie Bonus pubblicità con credito d'imposta al 75%" 

Dettagli...

efiocvf.jpg

di Ennio Fiocco

Autunno “83 tra il vulcano e la libertà. Il sequestro di Elena Luisi

1SDE.jpg


Sono trascorsi 40 anni dal sequestro di Elena Luisi di appena 17 mesi, avvenuto il 16 ottobre 1983 a Lugliano di Lucca e condotta nell'isola di Vulcano. Profonda partecipazione all’angoscia veniva esternata da Giovanni Paolo II°, all’udienza generale del 19 ottobre 1983. “L’episodio di violenza ha suscitato intensa emozione nell’opinione pubblica, sgomenta per simili forme di criminalità, che non sembrano conoscere limite alcuno. Nel rivolgere agli autori del sequestro un pressante appello perché non chiudano il cuore a quel senso di umanità, che qualche residua eco deve pur avere anche nelle loro coscienze, invito tutti i presenti ad unirsi a me nella preghiera a Dio per la bambina, per i genitori e i nonni di lei: voglia il Signore prendere sotto la sua speciale tutela quella innocente creatura e far sì che sia prontamente restituita all’affetto dei suoi cari. Il mio pensiero si estende altresì alle altre persone rapite, che ancora non hanno potuto fare ritorno alle loro case.

Anch’esse abbraccia la mia preghiera, che si eleva accorata a Dio, implorando per questi suoi figli, insieme col necessario conforto, la rapida e felice conclusione della terribile prova”. L'episodio sconvolse l'Italia e si concluse, dopo la richiesta di un riscatto di 5 miliardi di lire (non corrisposto), con la liberazione e con l'arresto di tutti i componenti della banda del messinese (composta anche da donne). Venne predisposto un apposito centro operativo a Milazzo cui parteciparono anche il capitano Nicola Portoghese, il mar. Antonino Gatto, il brig. Antonino Taranto e il mar. Antonio Rizzo. Da informazioni assunte la bambina quando si trovava Vulcano era in compagnia di una famiglia con altri minori e passava del tutto inosservata.

 

Durante le prime indagini furono coinvolti un uomo di vulcano e altro di Milazzo (proprietario dell'alloggio) che subito vennero ristretti nella casa circondariale, ma poi dichiarati estranei del tutto alla vicenda. Il periodo dei sequestri economici viene individuato tra la metà degli anni Settanta e la metà degli anni Ottanta e venivano organizzati da gruppi di criminali comuni e/o strutturati. Il sequestro Luisi è stato del tutto anomalo. Il capobanda era consigliere comunale di Milazzo iscritto al P.R.I. e conduceva una vita dispendiosa con frequenti viaggi a Lucca e Firenze. Gli investigatori si erano messi sulle tracce sin da subito per lo spiccato accento siciliano dalle telefonate ricevute dalla famiglia e per delle auto notate nella zona del sequestro. Poi, a seguito di un controllo era stata rinvenuta la foto della bambina, che nella notte tra il 25 e il 26 novembre veniva liberata sul ciglio della strada - coperta soltanto da un cartone - a 50 chilometri da Messina. In appello il Procuratore Generale affermò che “la battaglia che deciderà le sorti degli otto sequestratori di Elena Luisi sta per cominciare...

 

2BGH.jpg

Erano un'armata Brancaleone...Una banda meno organizzata di altre, ma pur sempre una banda pericolosa e violenta che ha saputo gestire il sequestro fino alle estreme conseguenze”. Ho esposto sinteticamente i fatti come sopra e presento ai lettori delle frasi contenute in una pubblicazione “Kaoròs. Eutanasia di un sequestratore...”, edizioni Rubettino. In particolare, nella premessa Mariano Mazzeo - uno dei sequestratori che ha scontato interamente la pena e che venne rimpatriato dall'Etiopia a seguito di indagini compiute dall'Irterpol - disquisisce sul perdono, precisando: “Riuscirò mai ad essere veramente un altro uomo se non verrò perdonato per il male fatto? Non è che io con questo scritto cerchi giustificazioni per la mia condotta: è ineccepibile il fatto che io solo sono il responsabile delle azioni che ho commesso, e che niente può giustificare il danno causato alla famiglia Luisi, ed a Elena...”. Nella seconda parte del libro ci parla dei “Crimini”: “Mariano, Totò e Tano si recarono sul luogo dell'azione dopo le dieci di sera, mentre Egidio attendeva, con un'altra auto in un cimitero a pochi chilometri di distanza.

Posteggiata l'auto a pochi metri dalla casa delle vittime, attesero più di un'ora, al termine della quale si incamminarono sotto una pioggia rumorosa e cupa. Durante il tragitto, a ridosso di un evento così decisivo e turpe, vennero fuori, cristallini, gli stati d'animo dei tre...A mezzanotte i tre entrarono in casa, abitata dalla piccola con la madre e i nonni...tra calci e pugni, riescono a bloccare, legando e imbavagliando, l'intera famiglia e a portare via la bambina che dormiva nella propria culla, al piano superiore della casa. Fuggendo come diavoli, nella tempesta di quella tristissima notte...”. Scrive anche una poesia: “Il Rimorso” ...“ Io ho commesso il più brutto degli errori. Che delusione! I miei genitori sognavano per me le meraviglie della vita; io li ho imbrogliati. Non concretizzai i loro desideri. I miei pensieri si attaccano sempre a cose inutili. Non sono stato mai un vero uomo! Adesso mi rimane in cuore il sapere di essere stato un disgraziato”.

3.jpg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

I DOCUMENTI STORICI IN ESCLUSIVA SUL NOTIZIARIO DELL'AVVOCATO ENNIO FIOCCO

31 OTTOBRE 2019

Andreas Achenbach e la visione dello Stromboli del 1844

1 NOVEMBRE 2019

Il viaggio di Lazzaro Spallanzani

9 NOVEMBRE 2019

Athanasius Kircher e lo Stromboli del 1600

16 NOVEMBRE 2019

Filicudi, Don Giovannino Lopes e la storia delle murene

28 DICEMBRE 2019

Cesarina Gualino e il soggiorno a Lipari nel 1931

12 MARZO 2020

Vulcano, Elisée Reclus il geografo anarchico

14 MARZO 2020

 Lipari, Elisée Reclus nel 1865

27 MARZO 2020

I Liparoti ritrovati. Il Punto e Virgola

2 APRILE 2020

Gli Eoliani di Ustica

6 APRILE 2020

Pellegro, il pittore genovese del primo seicento barocco e la tavola della Conversione di San Paolo

14 APRILE 2020

Per non dimenticare Irene Kowaliska

18 aprile 2020

La regina Eleonora D'Arborea e il suo falco

22 APRILE 2020

Robert Mertens e la lucertola delle Eolie in estinzione

6 MAGGIO 2020

Marcello Aliprandi e le bellezze di Vulcano

13 MAGGIO 2020

Gli angeli buoni tra cielo e immaginazione

18 maggio 2020

Filicudi, l'isola del naufragio

28 maggio 2020

Panarea, Uniti nella tempesta di Lisca Bianca

7 GIUGNO 2020

Alicudi, l'invidiabile beatitudine degli Isolani negli scritti di Lazzaro Spallanzani

16 giugno 2020

Alicudi vista da Alexandre Dumas nel 1835

22 giugno 2020

I Carabinieri alle isole Eolie

30 GIUGNO 2020

Sulle tracce degli Eoliani nell'America centrale del 1500

9 AGOSTO 2020

Sapori Arabi nella tradizione siciliana

25 AGOSTO 2020

Un grande cuore, una grande anima. Padre Agostino da Giardini (1914 + 1977)

21 SETTEMBRE 2020

Il mare visto da Renato Zero

1 OTTOBRE 2020

Coralli ed onde nel mare eoliano dall'antichità fino al viaggio dello Spallanzani

6 OTTOBRE 2020

Alla ricerca dei sapori perduti del mosto

15 OTTOBRE 2020

Le isole e il vento nella poesia di Bartolo Cattafi.

25 OTTOBRE 2020

I dimenticati. Le anime inquiete in cerca di Patria

3 NOVEMBRE 2020

Panarea, le riflessioni di Paul Thorel nell'amata isola

9 NOVEMBRE 2020

Cloe e la sua bambola di terracotta

28 FEBBRAIO 2021

Lipari, Nicola de Franco ed il suo schiavo nel 1491

2 APRILE 2021

Il mare in tempesta di Jean Epstein

20 APRILE 2021

Mitologia, Eolie e il grande Demis Roussos

16 giugno 2021

Licenze e Corsari

7 ottobre 2021

L'inferno degli Sterrati dell'isola di Vulcano (I figli di nessuno).

28 ottobre 2021

Eolie, Antoine de la Sale nel 1407

8 gennaio 2022

Stromboli, Edesio si "divideva" anche con Venezia

17 marzo 2022

 La signora Maria "la mia cara paesana..."

20 marzo 2022

Giacomo Carduini, il Vescolo di Lipari dal 1489 al 1506, e il sangue di San Gennaro

8 LUGLIO 2022

Lipari, Il "sacco" visto dal pittore Charles Fouqueray (1869 - 1956)

24 luglio 2022

I buoi di Houël nella natura selvaggia delle isole

2 AGOSTO 2022

Charles Gore e le isole nel settecento

29 SETTEMBRE 2022

Lipari, Maria e Giovanni un amore violato

13 OTTOBRE 2022

Vulcano, Ludovico Sicardi tra i fumaroli nel 1922

1 NOVEMBRE 2022

Eolie, Emile Chaix tra l'Etna e le Isole nel 1890

4 NOVEMBRE 2022

Via Paolo Fabbri 43” cantata da Francesco Guccini

14 NOVEMBRE 2022

William Henry Smith e le sue carte

19 NOVEMBRE 2022

Aerei e vulcani futuristi visti dal pittore Giulio D'Anna

30 NOVEMBRE 2022

Le visioni vulcaniche di Hans Falk

7 DICEMBRE 2022

Riccardo Fainardi e la veduta dello Stromboli in eruzione

17 DICEMBRE 2022

Stromboli, l'eruzione del 30 agosto 1842 del pittore Jean-Charles-Joseph Rémond

27 dicembre 2022

Willem Schellinks e le vedute vulcaniche

2 GENNAIO 2023

Panarea, Bruno Munari e il museo immaginario

11 GENNAIO 2023

Lipari, Giovanni Ansaldo e il breve confino

16 gennaio 2023

Eolie, e San Cristoforo

26 GENNAIO 2023

Stromboli, Mura e le 14 anime erranti

17 febbraio 2023

Lipari, Richard Duppa nel resoconto del suo viaggio del primo ottocento

18 aprile 2023

La pittrice di Alidudi

21 MAGGIO 2023

 Alla scoperta del vulcano.

4 GIUGNO 2023

Eolie, Michele Lojacono Pojero e alcuni aspetti delle isole

14 giugno 2023

Il palcoscenico dell'immaginario e il fuoco

30 GIUGNO 2023

Ibn Jubayr, il viaggiatore arabo-andaluso e la meraviglia dei vulcani

14 LUGLIO 2023

Eolie, George Sandys e il viaggio del 1610

2 AGOSTO 2023

Il marchese Marie Joseph de Foresta-Collongue e le Eolie nel 1805

22 agosto 2023

Eolie, Strabone il geografo...

29 AGOSTO 2023

Eolie, Denis-Dominique Farjasse e le osservazioni sul carattere degli abitanti degli anni trenta del 1800...

9 SETTEMBRE 2023

Jeannette Villepreux- Power, una donna straordinaria nella Sicilia del primo ottocento

18 SETTEMBRE 2023

Eolie, usi e costumi di fine ottocento

28 SETTEMBRE 2023

 Eolie, le giovani ragazze isolane viste dal conte Jan Michal de Borch

1 OTTOBRE 2023

Ruy Gonzalez de Clavijo nel viaggio per Samarcanda

cot-logo2.jpg