agevolazioni_bonus_pubblicità_2024.jpg

"Con il Notiziario delle Eolie Bonus pubblicità con credito d'imposta al 75%" 

Dettagli...

efiocvf.jpg

di Ennio Fiocco

Il vulcano visitato da Johann Georg Arnold Jacobi nel luglio del 1792

Johann Georg Arnold Jacobi, soprannominato George (1768 + 1845) - figlio del mercante e filosofo di Düsseldorf Friedrich Heinrich Jacobi - è stato uno scrittore, avvocato, Consigliere di Stato e di Governo della Sassonia-Weimar e proprietario terriero tedesco. Grazie ai suoi genitori interessati all'istruzione e ai loro circoli sociali, tra cui il poeta Johann Wolfgang von Goethe, George ricevette un'educazione nello spirito dell'illuminismo.

I concetti di Jacobi ricevettero il sostegno dell'imperatore Napoleone Bonaparte, tanto che per riceverlo durante una visita di stato programmata nel novembre 1811, incaricò il suo architetto Vagedes di costruire un arco di trionfo in legno dedicato “al divino Napoleone, il grande imperatore e re, l’invincibile conquistatore e protettore dei popoli”. All'età di 24 anni e nel filone del Grand Tour, visitò le isole Eolie nel mese di luglio del 1792. La sua opera “Schweiz und Italien” (Svizzera e Italia), pubblicata in tedesco nel 1797, ci aiuta a conoscere i popoli e le terre visitate. Presento ai lettori la parte relativa alle isole Eolie, da me tradotta. Da Napoli “quando scende la notte salpammo con tre speronare.

Georg Arnold Jacobi.jpg

L’undicesimo mattino vedemmo la costa settentrionale della Sicilia estendersi dietro di noi in una distanza imperdibile, e non lontano verso sera Lipari, Vulcano e la più piccola delle altre isole Eolie, con aspre formazioni rocciose sollevate dal mare. Davanti a noi c'era Stromboli. Verso mezzogiorno...siamo partiti per la campagna di Stromboli. Appena gli abitanti ci hanno notato, si sono precipitati e sono venuti armati e, dopo che abbiamo mostrato le nostre armi, ci hanno lasciato stare. Il terreno della spiaggia, formato da piccoli sassi neri, era così riscaldato dal sole di mezzogiorno che si poteva vedere e non potevo restare a lungo nello stesso posto. Trovammo un pò d'ombra sotto un alto cespuglio di canne e lì pranzammo.

La gente del luogo ci ha offerto del vino da acquistare...era il nobile Malvasia. Dopo il pasto un uomo si è offerto di portarci in vetta della montagna. Dai miei compagni nessuno voleva prendere parte all'impresa; Ero emozionato dall'attesa di una battaglia epica e dal desiderio di vedere il cratere vicino a questo vulcano e sentirsi irresistibile. Mi sono rimproverato per combattere la stanchezza con una bottiglia di Malvasia, e partire, seguendo la mia guida...Stromboli nel linguaggio comune, è un unico monte a forma di cono, e si erge dal mare da tutti i lati. La sua cima, la cui altezza sopra la superficie del mare non posso stimare..., fuma incessantemente da tempo immemorabile, e di notte la fiamma non si spegne mai... Da lontano la campagna appare completamente desolata e brulla. Avvicinandosi si scoprono coltivazioni sparse, vigneti e bassi alberi da frutto sui pendii più bassi.

I raccolti delle loro coltivazioni sono ottimi. Il vino moscato non è inferiore alla reale malvasia di Lipari, ed un vino rosso che qui trovammo mi parve non avere meno qualità pregiate dei vini di Castelvetrano … Il numero degli abitanti difficilmente raggiunge i millecinquecento. (Immaginato dal resto del mondo e lontano dal trambusto delle città ci è sembrato molto ignorante; ma di buon carattere...). Il sentiero si snoda inizialmente tra i vigneti e i campi dei contadini...vi sono alberi ombreggiati, molto aggraziati su per le montagne. Ho trovato l'uva già matura, che mi ha dato un gradito ristoro nel caldo estremo. Sopra i vigneti la zona diventa desolata...Spesso dovevo riposarmi e mi ci sono volute circa due ore per raggiungere la vetta.... si alzano fragranti nuvole di vapore. Anche qui ho trovato zolfo solido in pezzettini.

Quante volte dimostro la mia ignoranza in mineralogia devo pentirmi di questa cosa! La luce proveniente da questo alto picco è estremamente ampia e affascinante. Verso mezzogiorno vidi sotto di me le restanti isole, protese come colline nel mare; poi la bella costa settentrionale della Sicilia, dal Faro al promontorio roccioso di Cefalù, e la sublime vetta dell'Etna, appoggiata come su larghe spalle, sui lunghi pendii dei Monti...

Le sue coste frastagliate si estendono in tutto il mondo...Indugiai nel piacere di questa ampia luce fino al tramonto...”. Bello, interessante (ed oserei dire quasi poetico) lo scritto ricco di particolari di Johann Georg Arnold Jacobi sulla visita del vulcano Stromboli. Una esperienza del Grand Tour sicuramente indimenticabile da parte del giovane scrittore affascinato ed attratto dai colori, dalla luce intensa, dalla campagna, dagli abitanti e dal desiderio di compiere la scalata appagante nonostante la fatica, ripagata però dalle emozioni.

Frontespizio.jpg

NOTIZIARIOEOLIE.IT

I DOCUMENTI STORICI IN ESCLUSIVA SUL NOTIZIARIO DELL'AVVOCATO ENNIO FIOCCO

31 OTTOBRE 2019

Andreas Achenbach e la visione dello Stromboli del 1844

1 NOVEMBRE 2019

Il viaggio di Lazzaro Spallanzani

9 NOVEMBRE 2019

Athanasius Kircher e lo Stromboli del 1600

16 NOVEMBRE 2019

Filicudi, Don Giovannino Lopes e la storia delle murene

28 DICEMBRE 2019

Cesarina Gualino e il soggiorno a Lipari nel 1931

12 MARZO 2020

Vulcano, Elisée Reclus il geografo anarchico

14 MARZO 2020

Lipari, Elisée Reclus nel 1865

Per gli altri documenti storici cliccare nel link leggi tutto

27 MARZO 2020

I Liparoti ritrovati. Il Punto e Virgola

2 APRILE 2020

Gli Eoliani di Ustica

6 APRILE 2020

Pellegro, il pittore genovese del primo seicento barocco e la tavola della Conversione di San Paolo

14 APRILE 2020

Per non dimenticare Irene Kowaliska

18 aprile 2020

La regina Eleonora D'Arborea e il suo falco

22 APRILE 2020

Robert Mertens e la lucertola delle Eolie in estinzione

6 MAGGIO 2020

Marcello Aliprandi e le bellezze di Vulcano

13 MAGGIO 2020

Gli angeli buoni tra cielo e immaginazione

18 maggio 2020

Filicudi, l'isola del naufragio

28 maggio 2020

Panarea, Uniti nella tempesta di Lisca Bianca

7 GIUGNO 2020

Alicudi, l'invidiabile beatitudine degli Isolani negli scritti di Lazzaro Spallanzani

16 giugno 2020

Alicudi vista da Alexandre Dumas nel 1835

22 giugno 2020

I Carabinieri alle isole Eolie

30 GIUGNO 2020

Sulle tracce degli Eoliani nell'America centrale del 1500

9 AGOSTO 2020

Sapori Arabi nella tradizione siciliana

25 AGOSTO 2020

Un grande cuore, una grande anima. Padre Agostino da Giardini (1914 + 1977)

21 SETTEMBRE 2020

Il mare visto da Renato Zero

1 OTTOBRE 2020

Coralli ed onde nel mare eoliano dall'antichità fino al viaggio dello Spallanzani

6 OTTOBRE 2020

Alla ricerca dei sapori perduti del mosto

15 OTTOBRE 2020

Le isole e il vento nella poesia di Bartolo Cattafi.

25 OTTOBRE 2020

I dimenticati. Le anime inquiete in cerca di Patria

3 NOVEMBRE 2020

Panarea, le riflessioni di Paul Thorel nell'amata isola

9 NOVEMBRE 2020

Cloe e la sua bambola di terracotta

28 FEBBRAIO 2021

Lipari, Nicola de Franco ed il suo schiavo nel 1491

2 APRILE 2021

Il mare in tempesta di Jean Epstein

20 APRILE 2021

Mitologia, Eolie e il grande Demis Roussos

16 giugno 2021

Licenze e Corsari

7 ottobre 2021

L'inferno degli Sterrati dell'isola di Vulcano (I figli di nessuno).

28 ottobre 2021

Eolie, Antoine de la Sale nel 1407

8 gennaio 2022

Stromboli, Edesio si "divideva" anche con Venezia

17 marzo 2022

 La signora Maria "la mia cara paesana..."

20 marzo 2022

Giacomo Carduini, il Vescolo di Lipari dal 1489 al 1506, e il sangue di San Gennaro

8 LUGLIO 2022

Lipari, Il "sacco" visto dal pittore Charles Fouqueray (1869 - 1956)

24 luglio 2022

I buoi di Houël nella natura selvaggia delle isole

2 AGOSTO 2022

Charles Gore e le isole nel settecento

29 SETTEMBRE 2022

Lipari, Maria e Giovanni un amore violato

13 OTTOBRE 2022

Vulcano, Ludovico Sicardi tra i fumaroli nel 1922

1 NOVEMBRE 2022

Eolie, Emile Chaix tra l'Etna e le Isole nel 1890

4 NOVEMBRE 2022

Via Paolo Fabbri 43” cantata da Francesco Guccini

14 NOVEMBRE 2022

William Henry Smith e le sue carte

19 NOVEMBRE 2022

Aerei e vulcani futuristi visti dal pittore Giulio D'Anna

30 NOVEMBRE 2022

Le visioni vulcaniche di Hans Falk

7 DICEMBRE 2022

Riccardo Fainardi e la veduta dello Stromboli in eruzione

17 DICEMBRE 2022

Stromboli, l'eruzione del 30 agosto 1842 del pittore Jean-Charles-Joseph Rémond

27 dicembre 2022

Willem Schellinks e le vedute vulcaniche

2 GENNAIO 2023

Panarea, Bruno Munari e il museo immaginario

11 GENNAIO 2023

Lipari, Giovanni Ansaldo e il breve confino

16 gennaio 2023

Eolie, e San Cristoforo

26 GENNAIO 2023

Stromboli, Mura e le 14 anime erranti

17 febbraio 2023

Lipari, Richard Duppa nel resoconto del suo viaggio del primo ottocento

18 aprile 2023

La pittrice di Alidudi

21 MAGGIO 2023

 Alla scoperta del vulcano.

4 GIUGNO 2023

Eolie, Michele Lojacono Pojero e alcuni aspetti delle isole

14 giugno 2023

Il palcoscenico dell'immaginario e il fuoco

30 GIUGNO 2023

Ibn Jubayr, il viaggiatore arabo-andaluso e la meraviglia dei vulcani

14 LUGLIO 2023

Eolie, George Sandys e il viaggio del 1610

2 AGOSTO 2023

Il marchese Marie Joseph de Foresta-Collongue e le Eolie nel 1805

22 agosto 2023

Eolie, Strabone il geografo...

29 AGOSTO 2023

Eolie, Denis-Dominique Farjasse e le osservazioni sul carattere degli abitanti degli anni trenta del 1800...

9 SETTEMBRE 2023

Jeannette Villepreux- Power, una donna straordinaria nella Sicilia del primo ottocento

18 SETTEMBRE 2023

Eolie, usi e costumi di fine ottocento

28 SETTEMBRE 2023

 Eolie, le giovani ragazze isolane viste dal conte Jan Michal de Borch

1 OTTOBRE 2023

Ruy Gonzalez de Clavijo nel viaggio per Samarcanda

13 OTTOBRE 2023

ESCLUSIVO. Autunno “83 tra il vulcano e la libertà. Il sequestro di Elena Luisi...

25 OTTOBRE 2023

 La scalata infuocata

31 OTTOBRE 2023

Leandro Alberti, il frate domenicano da conoscere

logo_isoleolie.jpg